Vaccinazioni

Emilia-Romagna: obbligo vaccinale per l'accesso dei bimbi ai nidi


CATEGORIE: Vaccinazioni , Infanzia

vaccinazioni
Emilia-Romagna: obbligo vaccinale per l'accesso dei bimbi ai nidi

La Giunta Regionale dell’Emilia sembra arrivata alla decisione finale sull’obbligo vaccinale (vaccinazioni obbligatorie, difterite, tetano, poliomielite, epatite B) per l’accesso dei bambini ai nidi.

Leggiamo dalla cronaca (il testo del provvedimento non è ancora disponibile) che “a suggerire la misura è stato il progressivo calo delle vaccinazioni obbligatorie nei primi due anni di vita, scese sotto la soglia del 95% in quasi tutte le Ausl dell’Emilia-Romagna ed in particolare nell’area di Rimini, dove si è arrivati ad un allarmante 87,5% di bimbi vaccinati”.

E quale effetto devastante avrebbe prodotto questo calo della copertura vaccinale: nulla! Così, invece di ammettere l’insostenibilità della cosiddetta teoria dell’immunità di gregge si preferisce rincorrere il paradigma vaccinale, affermando insensatamente che coloro che scelgono di non vaccinare i loro figli mettono in pericolo il resto della popolazione, mentre i dati ufficiali raccontano una storia diversa: la maggior parte dei casi si verifica nelle comunità completamente vaccinate.

Abbiamo già avuto modo di osservare che questa “azione di forza della giunta regionale” contrasta in modo evidente con la Legge Regionale DGR 256 del 13 marzo 2009, “Indicazioni alle Aziende sanitarie per promuovere la qualità delle vaccinazioni in Emilia-Romagna” e con il DPR 355/1999 (Regolamento recante modificazioni al DPR 1518/67 in materia di vaccinazioni obbligatorie, normativa nazionale). È altresì un provvedimento evidentemente incostituzionale perché contrasta con le libertà dell’individuo e la libertà di scelta terapeutica, è fondato su profonde inesattezze sanitarie (vaccinazioni efficaci e sicure, immunità di gregge e necessità di soglie minime di copertura vaccinale, tutte questioni controverse e mai dimostrate scientificamente con lavori indipendenti e senza alcun conflitto di interesse con le case farmaceutiche produttrici dei vaccini).

Il provvedimento contrasta anche con le leggi sui danni da vaccinazione (L. 210/1992 e L. 229/2005) nonché con tutta la disciplina della Farmacovigilanza – Vaccinovigilanza (DM 12.12.2003 – del Regolamento UE 1235/2010, la cui applicazione è operativa dal 2 luglio 2012, e della Direttiva 2010/84/UE – Decreto Ministero della Salute 30 aprile 2015) e sarà di fatto inapplicabile, stante l’altissimo numero di obiettori e  danneggiati presenti in Emilia Romagna.

Contrasta infine con ogni normativa europea in materia di libero accesso alle comunità infantili e scolastiche, anche in rapporto con quanto avviene in altri paesi del continente. Va in direzione diametralmente opposta alla Convenzione di Oviedo (Convenzione sui diritti dell’uomo e la biomedicina – Convenzione di Oviedo – Consiglio d’Europa, 1996) a cui il nostro paese ha aderito pienamente.

Quindi, se la giunta regionale e i cosiddetti decisori politici hanno deciso di percorrere questa strada troveranno di fronte a loro la ferma opposizione di COMILVA che userà ogni forma possibile di opposizione civile e giudiziaria verso una deriva autoritaria inutile e lesiva delle libertà fondamentali.



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Associazione COMILVA Onlus

Comilva: Vaccini obbligatori per i nidi in Emilia Romagna? Inutile deriva autoritaria 23 NOV 2016 VACCINAZIONI
“Il no alle vaccinazioni non è egoismo”: Comilva scrive al ministro Lorenzin 23 MAG 2016 VACCINAZIONI
Vaccini obbligatori: niente asilo nido per i trasgressori. Comilva risponde 10 MAG 2016 VACCINAZIONI
Vaccini: Comilva commenta la trasmissione Presa Diretta 12 GEN 2016 VACCINAZIONI
Precisazioni del Comilva sul contributo della Regione Friuli ricevuto per l'evento sulle vaccinazioni 11 DIC 2015 VACCINAZIONI
Vaccinazioni: “camici e pigiami... a righe!” 9 NOV 2015 VACCINAZIONI
Vaccini: “Caro sindaco, fermi questa follia” 29 OTT 2015 VACCINAZIONI
Vaccinazioni: a rischio la libertà di scelta 30 SET 2015 VACCINAZIONI
L'invito dei pediatri a vaccinare contro il morbillo. La risposta di Comilva 3 GIU 2015 VACCINAZIONI
Le reazioni avverse alle vaccinazioni 15 MAG 2015 VACCINAZIONI
Premi e incentivi ai pediatri: obiettivi di salute o di profitto? 12 MAG 2015 VACCINAZIONI
Vaccini e autismo: Comilva commenta "la sentenza riparatrice" 13 MAR 2015 VACCINAZIONI
VacciniAmo le Scuole con la Disinformazione 3 MAR 2015 VACCINAZIONI
Vaccinazioni antinfluenzali e pediatriche: "una reale emergenza sanitaria" 1 DIC 2014 VACCINAZIONI
Vaccinazioni. Vittoria storica a Trieste: accolto ricorso avverso sanzione amministrativa 22 GEN 2014 VACCINAZIONI
[SENTENZA] Riconoscimento del nesso causale fra vaccinazioni pediatriche e diabete 3 OTT 2013 VACCINAZIONI
[SENTENZA] Vaccino esavalente e morte in culla: tribunale di Pesaro riconosce nesso causale 23 SET 2013 VACCINAZIONI
Il Ministero della Salute Giapponese ritira la raccomandazione per la vaccinazione contro il papilloma virus (HPV) 15 SET 2013 VACCINAZIONI
[Sentenza] Nesso causale tra vaccino e ritardo psicomotorio 14 FEB 2013 VACCINAZIONI
[Sentenza] Nesso causale tra vaccino antipolio e autismo: la sentenza del tribunale di Busto Arsizio 7 FEB 2013 AUTISMO
Vaccino esavalente: 'il ministro Balduzzi disponga il ritiro immediato' 22 OTT 2012 VACCINAZIONI
Vaccini e compensi ai pediatri 27 GIU 2012 VACCINAZIONI






Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione