Salute

Echinacea: un rimedio contro i malanni di stagione

Fonte: terranauta.it



echinacea
L'echinacea, pianta originaria del Nordamerica, diventa nostra alleata contro i disturbi che giungono con i primi freddi

Insieme all'inverno ecco arrivare, puntuali, i tipici malanni stagionali: è tempo di procurarsi coperte di lana, caramelle per il mal di gola, e tonnellate di fazzoletti. Nessuno, in fondo, riesce a sfuggire a quella che è forse la malattia più conosciuta e comune: il raffreddore con i suoi classici sintomi, ovvero mal di gola, tosse e starnuti. Una malattia così diffusa anche grazie alla sua grande capacità di contagio: basta un breve contatto con una persona malata, il semplice respirare nello stesso ambiente, per contrarla a nostra volta.

Negli ultimi anni, grazie a studi e sperimentazioni soprattutto in area tedesca, si è riscoperto un alleato prezioso, e naturale, proprio contro queste malattie che interessano le vie respiratorie: l'echinacea, soprattutto nelle sue due varietà angustifolia e purpurea.
Si tratta di una pianta originaria del Nordamerica, della famiglia delle Asteracee, nota anche fra i Nativi per le sue proprietà benefiche contro tosse e mal di gola, e anche per i suoi effetti lenitivi e cicatrizzanti su ferite e ustioni.

La sostanza che è principalmente responsabile di queste proprietà è l'acido cicorico, dall'azione immunostimolante: aumenta infatti, secondo studi clinici, la capacità fagocitaria dei leucociti, ovvero quelle cellule che “mangiano” gli agenti esterni dannosi come i batteri. La nostra echinacea, poi, unisce a questi benefici anche poteri antivirali, antinfiammatori e cicatrizzanti.

Questa pianta, di cui si utilizza la radice in fitoterapia, è indicata soprattutto come strumento di prevenzione e per i primi stadi delle malattie descritte. Non è ancora chiaro se sia più efficace l'uso dell'estratto secco oppure il succo.

Per quanto riguarda l'azione preventiva di questa pianta, sembra che non sia indicato assumerla ininterrottamente allo scopo di crearsi uno “scudo” contro le malattie: un tale uso si è rivelato inutile, in quanto il corpo inizia ad abituarsi alla sostanza e ne annulla l'effetto. Meglio quindi assumerla secondo cicli di circa due settimane, da interrompere per un periodo equivalente: in questi casi si è registrata una diminuzione delle patologie minori, come riniti, sinusiti e tossi.

In Italia troviamo prodotti erboristici a base di echinacea sotto le forme più diverse: gocce, tavolette, opercoli, tintura madre, sciroppo... Come sempre in questi casi bisognerebbe consultare il proprio medico se si vuole assumere echinacea durante la gravidanza e l'allattamento, o se la si vuole somministrare a pazienti in età pediatrica.

Considerata una pianta non tossica, l'echinacea può comunque dare luogo, sia pur raramente, a reazioni allergiche, ed è controindicata se si soffre di disturbi del sistema immunitario.



Hai un account google? clicca su:







Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x x  | Votazioni (1)







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione