Salute

Disorganizzazione Neurologica nei neonati


CATEGORIE: Salute , Infanzia

dottoressa frymann
Dott.sa Viola Frymann durante un trattamento osteopatico craniale

In un bambino la disorganizzazione neurologica può influire sulle difficoltà di apprendimento o di coordinazione; alcune volte si hanno entrambi i problemi, ma molto spesso uno predomina sull'altro.

Il principale tipo di disorganizzazione neurologica presente nelle difficoltà di apprendimento è quello che deriva dalla disfunzione del Meccanismo Respiratorio Craniale dell'area craniosacrale che è la manifestazione strutturale e funzionale della vita stessa.

La dott.sa Frymann,una delle massime esperte di osteopatia neonatale,afferma che in almeno l'80% dei bambini con ritardo nello sviluppo tra cui deficit di attenzione, difficoltà di apprendimento ed ipercinesi, c'è una storia di nascita traumatica.

Il cervello è contenuto all'interno del cranio osseo,che al momento della nascita  è progettato per accettare la compressione temporanea nel canale del parto,ed espandere completamente quando il bambino piange subito dopo la nascita stessa.
Problemi associati al parto possono compromettere questa area disturbandone così   il suo sviluppo fisiologico.

Oltre alle manifestazioni esteriori quali asimmetrie del viso e craniche o la posizione preferita a riposo , il genitore deve essere messo in guardia dalla difficoltà del bimbo a succhiare in modo efficace, dagli eccessivi rigurgiti,dalla  difficoltà a deglutire, dai pianti inconsolabili e ricercare una valutazione osteopatica e conseguente trattamento.

Una importante rilevanza ce l'ha l'osservazione dei primi schemi motori del neonato che devono passare per  una sequenza chiara e definita.
La prima fase è quella del rotolamento in entrambe le direzioni per poi passare in posizione prona allo strisciare e quindi al gattonamento che dovrà essere fatto coordinando i quattro arti (al braccio destro corrisponde il movimento della gamba sinistra e a quello del braccio sinistro il movimento della gamba destra) . Seguirà la posizione eretta sostenendosi nel mobilio o nelle pareti fino a camminare da solo nel completamento dello sviluppo della mobilità. Durante queste fasi ci sarà una continua progressione della funzione uditiva, visiva e del linguaggio. Un deficit dello sviluppo neurologico può essere evidenziato da una carenza in una di queste fasi.

Dal momento che la libertà d'azione è molto importante nelle fase evolutiva,eventuali limitazioni possono bloccare  lo sviluppo normale.
Gli adulti impongono spesso queste restrizioni,mettendo i bimbi in culle portatili,in box e girelli. Anche gli indumenti pesanti,se indossati spesso , possono essere restrittivi.

Generalmente,quando un bimbo viene allattato dalla madre, un occhio ed una mano vengono alternativamente limitati mentre la mamma passa il bimbo da un seno all'altro. Il bambino allattato con il biberon invece viene sostenuto quasi sempre con il braccio sinistro,mentre il biberon gli viene porto da destra.

Se si continua a dargli il biberon nella stessa posizione,si continuerà a limitare lo stesso occhio e lo stesso braccio,ritardando lo sviluppo bilaterale. E' importante alternare il bimbo da un braccio all'altro durante i vari pasti.

Quando il bambino inizia a mangiare cibo solido,l'adulto ha tendenza a metterlo in un seggiolone e ad incoraggiarlo ad usare un cucchiaio. Nella fase di sviluppo del mesencefalo e della funzione corticale,la funzione bilaterale viene stimolata dall'uso di entrambe le mani per mangiare; usare un cucchiaio in questa fase,forza il bimbo ad una dominanza unilaterale precoce.

Gli adulti tendono a forzare il bimbo a reggersi in piedi e a camminare troppo velocemente. I genitori sono fieri di vedere il proprio bambino camminare o mangiare da solo precocemente. Purtroppo, questo atteggiamento forza il bambino ad una fase di sviluppo precoce per la quale non è ancora pronto , disturbando o ritardando lo sviluppo ottimale della dominanza emisferica della corteccia. I bambini hanno dei tempi di sviluppo diversi, e dovrebbe essere loro permesso di vivere le varie fasi dello sviluppo al loro ritmo.

Gli adulti non dovrebbero altresì alterare lo sviluppo di un bambino a dominanza sinistra, forzandolo ad un a dominanza destra. Se il bambino possiede il codice genetico di dominanza a sinistra,dovrebbe essere lasciato a sviluppare normalmente, nonostante il fatto che un individuo a dominanza a sinistra incontri più problemi di quello a dominanza destra. E' risaputo che è difficile per un mancino vivere in un mondo a prevalenza destrimane, ma è ancora peggio soffrire di cattiva organizzazione neurologica.

Frequentemente i bambini subiscono traumi come cadute dalle scale, triciclo, mobilio vario ecc., e dopo una momentanea perdita di coscienza, non manifestano nessun disturbo neurologico o strutturale apparente. Nel tempo però si possono manifestare cambiamenti comportamentali,il bambino è più distratto e manifesta minor attenzione diventando meno cooperativo, non riesce a star fermo,parla quando dovrebbe ascoltare,non  riesce a completare una attività, ha difficoltà ad imparare lettere o numeri, a colorare all'interno delle linee,a partecipare ad attività di gruppo o sul campo di gioco.

Lo stress psicologico si intensifica quando il bambino viene accusato e punito per  non essere riuscito a completare i compiti a casa o ad avere risultati soddisfacenti a scuola e ciò gli fa crollare la propria autostima.  Si arriva in casi estremi all'utilizzo di  Ritalin un farmaco prescritto per “Malattia da deficienza di attenzione e iperattività”  ma il problema di fondo non è stato affrontato.

Una corretta valutazione osteopatica strutturale del cranio,del collo, della colonna vertebrale e del bacino può far risalire a tale episodio traumatico e conseguente disturbo neurologico. 

Un successivo programma di trattamento osteopatico per affrontare le carenze strutturali, fasciali e craniali possono invertire questa tendenza e dare al bambino quell'aiuto per raggiungere il benessere ottimale per migliorare le facoltà mentali e le prestazioni fisiche.

Dott. Remo Marchioro

Telefono +39 349.1234360 Email remo.marchioro@libero.it
Studio Fisioterapico PR - via Repubblica 136 - Campagna Lupia (VE)
Alba Olos -

via A.Volta 36 - A

bano Terme  PD



Hai un account google? clicca su:







Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Remo Marchioro

L'Osteopatia pediatrica 11 OTT 2012 SALUTE
Cos'è l'Osteopatia? 4 OTT 2012 SALUTE






Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione