Vaccinazioni

INFLUENZA A: maggioranza detenuti Cagliari rifiuta vaccino


CATEGORIE: Vaccinazioni

La maggioranza dei detenuti del carcere di Buoncammino di Cagliari rifiuta la vaccinazione contro l'influenza A, al contrario di quanto sta avvenendo tra gli agenti della polizia penitenziaria. Lo riferiscono i volontari dell'Associazione Socialismo Diritti Riforme la cui presidente Maria Grazia Caligaris aveva richiesto un migliaio di dosi di vaccino per la casa circondariale dove sono reclusi numerosi ammalati e tossicodipendenti immunodepressi.
"Il rifiuto a vaccinarsi, per molti versi inspiegabile, preoccupa i responsabili dell'Amministrazione penitenziaria e i sanitari", spiega Caligaris. "Sono scattate anche le misure di prevenzione per evitare che la pandemia si diffonda e intensificate le precauzioni igieniche. E' stato anche ampliato l'uso delle mascherine e dei guanti. Si tratta di normali misure preventive che tuttavia hanno allarmato i familiari dei detenuti. Allarme ingiustificato in quanto non e' stato registrato alcun caso di influenza i cui sintomi possano richiamarsi al virus AH1N1. E' pero' necessario che sia intensificata l'informazione e l'opera di persuasione affinche' le categorie a rischio accettino la vaccinazione".
"I detenuti, su richiesta del Provveditore regionale del DAP, sono stati invitati", conclude Caligaris, "a mettere per iscritto l'eventuale volonta' di rinunciare alla vaccinazione contro l'influenza suina. In questa fase della pandemia l'assunzione dell'antivirale e' facoltativa e volontaria.
Tuttavia il Comitato scientifico regionale ne sottolinea l'opportunita' e utilita' soprattutto in ambienti sovraffollati".



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione