Salute

Depressione in aumento: “la malattia più invalidante al mondo”


CATEGORIE: Salute

depressione
Si celebra oggi la Giornata Mondiale della depressione, istituita dall'Oms per porre l'attenzione su un disturbo che riguarda oggi 40 milioni di persone in Europa

Sono oltre 3 milioni gli italiani che soffrono di depressione: una percentuale variabile tra il 4,4% e il 7%. In Europa, il numero supera i 40 milioni e nel mondo ne soffrono 322 milioni di persone, quasi 5 persone su 100 (4,4%). Negative anche le stime per il prossimo futuro: per il 2030 la Società italiana di psichiatria (Sip) stima che la depressione sarà “la prima malattia più invalidante al mondo con altissimi costi sociali e forte impatto economico”. Si tratta di numeri importanti nei confronti dei quali l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha voluto concentrare l’attenzione in occasione della Giornata della Salute che si svolge oggi in tutto il mondo.

La giornata di quest’anno rappresenterà il momento centrale della campagna “Depression: Let’s talk” che l’Oms ha lanciato in occasione dello scorso World Mental Health Day.

La depressione secondo la Sip è più accentuata nelle persone con condizioni socio economiche e scolarità basse. Sono maggiormente esposte le persone che hanno subito abusi, bullismo, violenza, separazioni, divorzi, con una storia familiare che li predispone o patologie croniche come diabete, ipertensione, cardiopatie, malattie endocrine e autoimmuni.

Come sottolinea l’Osservatorio nazionale per la salute della donna (Onda), la depressione è più diffusa nel genere femminile, con una percentuale doppia in specifiche fasi della vita (menarca, perinatale, periclimaterio). Per Onda “è tempo per un Piano nazionale di lotta alla Depressione che evidenzi i bisogni e indichi il percorso da seguire”. Dal 18 al 24 aprile, la popolazione femminile con problemi di depressione potrà fruire di visite e colloqui in 152 Ospedali italiani.

Secondo i dati dell'ultimo rapporto Oms, l'incidenza della depressione cambia a seconda dell'età, con un picco tra gli anziani: tra le donne con un'età compresa tra 55 e i 74 anni le cifre superano il 7,5%, per gli uomini si arriva al di sopra del 5,5%. Ma è tra gli anziani che il fenomeno mostra tutta la sua gravità.

L’Oms ha identificato forti legami tra la depressione e altre malattie e problemi non trasmissibili. I disturbi depressivi aumenterebbero in particolare il rischio di sviluppare diabete, malattie cardiache e disturbi correlati a uso di sostanze. Viceversa, le persone che soffrono di questi problemi corrono maggiori rischi di andare incontro a depressione.

Infine, la depressione rappresenta anche un fattore di rischio per il suicidio, una scelta che soltanto nel 2015 è stata effettuata da 788.000 persone.





Prodotti Consigliati
Liberarsi dalla depressione in 8 passi  Marco Gradassi   Tecniche Nuove

Liberarsi dalla depressione in 8 passi

Vincere il male oscuro con gli insegnamenti della Mindfulness

Marco Gradassi

Mentre il mondo là fuori sembra una rivista patinata,dove tutti sono contenti, felici, belli, sempre in forma e sorridenti,il tuo mondo piano piano perde i suoi colori, i suoi sapori,le sue fragranze e quello che prima ti piaceva e ti faceva battereil cuore ora ti è indifferente e richiede uno sforzo enorme.   Partendo dagli… Continua »
Pagine: 136, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Tecniche Nuove
11,31 € 11,90 € (-5%)
 
La Depressione  Domenico Mazzullo   Edizioni Mediterranee

La Depressione

Conoscerla per non averne paura

Domenico Mazzullo

È bene conoscere per non aver paura. Perché spesso si ha paura di ciò che non si conosce. E la depressione è una malattia che fa paura, quando la si conosce, ma ancor di più quando non la si conosce. Fa paura perché è una malattia cattiva, che provoca sofferenza, in chi ne è affetto, ma anche in chi è al malato vicino e… Continua »
Pagine: 272, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Edizioni Mediterranee
22,80 €
 




Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione InformaSalus.it

I cellulari sono come droga per i giovanissimi 2 DIC 2019 DENUNCIA SANITARIA
L'uso eccessivo di antibiotici può aumentare il rischio di Parkinson 29 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
I medici che ricevono regali dalle aziende farmaceutiche prescrivono di più e meno bene 27 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Il Brasile sospende l’autorizzazione per 63 pesticidi tossici 25 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Dieci consigli per una spesa amica del clima e del pianeta 22 NOV 2019 ALIMENTAZIONE
I farmaci in Italia hanno prezzi più alti del 90% rispetto alla media 22 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
L'Italia è la prima in Europa per morti da antibiotico-resistenza 20 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Lo zafferano frena una grave malattia degenerativa della vista 18 NOV 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Insufficienza renale acuta in gravidanza: aumentano i ricoveri 18 NOV 2019 SALUTE
Caso Avastin-Lucentis: danno da 200 milioni al Servizio sanitario nazionale 15 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Diabete: la prevenzione inizia a tavola 13 NOV 2019 ALIMENTAZIONE
L'arte fa bene anche alla salute 11 NOV 2019 SALUTE
“Ridurre la prescrizione di antibiotici”: l'appello Ocse all'Italia 8 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Psicofarmaci a bambini e adolescenti: cresce il ricorso a farmaci antidepressivi 6 NOV 2019 INFANZIA
La Toscana sarà la prima regione libera dal glifosato 4 NOV 2019 ATTUALITà
Perché le donne in menopausa non dovrebbero bere troppe bibite 4 NOV 2019 SALUTE
Galline maltrattate e potenziali rischi per la salute umana: sequestrate 9 aziende e 32.000 uova irregolari 30 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Troppo sale può favorire l'Alzheimer 28 OTT 2019 ALIMENTAZIONE
Acne: una cattiva alimentazione nuoce anche alla pelle 25 OTT 2019 ALIMENTAZIONE
Camminata lenta? È segno di invecchiamento precoce e rischio demenza 23 OTT 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Pesticidi in Veneto: “Viviamo oppressi da sostanze tossiche” 23 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Cellulari e cancro: “Il rapporto dell'Istituto Superiore di Sanità non garantisce la salute pubblica” 21 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Stress: ecco la risposta delle donne e quella degli uomini 18 OTT 2019 SALUTE
Decine di migliaia di medici corrotti: tre ex manager rivelano la 'strategia' Novartis 18 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Fame, obesità e diete improprie: la malnutrizione affligge i bambini 16 OTT 2019 ALIMENTAZIONE
I dieci cibi più pericolosi venduti in Italia 14 OTT 2019 ALIMENTAZIONE
I PFAS interferiscono con la vitamina D e causano l'osteoporosi 11 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
“Farmaco antipsicotico fa crescere il seno agli uomini”: condanna record per Johnson & Johnson 9 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Bambini e sport: sfatiamo i falsi miti! 7 OTT 2019 INFANZIA
Gli adolescenti italiani tra poco sport, troppo alcol e social media 4 OTT 2019 SALUTE

Tutti gli articoli di Redazione InformaSalus.it







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione