Vaccinazioni

Danni da vaccino: le richieste al Governo

Fonte: CONDAV


CATEGORIE: Vaccinazioni

vaccini
Danni da vaccino: le richieste al Governo

Indennizzi senza vincoli di tempo e reintegrazione degli esclusi per decorrenza dei termini: ecco le richieste al Governo che escono dal convegno sui danni da vaccino.

Possibilità di chiedere gli indennizzi senza essere vincolati a termini di legge; reintegrazione e riconoscimento di indennizzo e vitalizio per chi, pur disabile dopo vaccinazione, ha presentato domanda oltre gli attuali termini previsti. Sono queste, chiare e concise, le richieste che il Coordinamento Nazionale Danneggiati da Vaccino (Condav) ha avanzato al governo durante il convegno tenutosi oggi a Roma in occasione della decima giornata in ricordo di tutti coloro che hanno riportato disabilità o sono morti a seguito di vaccinazione.

Richieste presentate davanti a una folta platea di famiglie che hanno vissuto direttamente queste sofferenze, la mancanza di risposte chiare, la via crucis tra medici e ospedali, i contenziosi giudiziari che si trascinano per anni. “Perché in Italia si fatica così tanto a farsi riconoscere dalle commissioni mediche e dal ministero i danni da vaccino? Forse, perché frapponendo mille barriere, si spera che le famiglie si arrendano o che il problema possa essere nascosto? Le famiglie che seguiamo hanno potuto sperimentare direttamente cosa significhi vedere un vaccino che rende disabile il figlio che tanto ami; io stessa l’ho vissuto”.

Queste sono state le parole di Nadia Gatti, presidente del Condav, che ha coordinato i lavori del convegno che si è tenuto alla Sala delle Colonne della Camera dei Deputati. Sono state anche ricordate tre storie emblematiche. La prima è stata quella di Giacomo del Pistoia, 36enne di Viareggio morto di recente dopo anni di sofferenze a causa di una paralisi postvaccinica. Poi quella di Monica Ghidini, mantovana, morta nell’aprile scorso a 35 anni; a pochi mesi le era stata diagnosticata una encefalopatia causata dalle vaccinazioni ricevute. Federico Scarsi, trentino, è invece riuscito a raccontare personalmente quanto gli è accaduto da piccolo: un’atassia causata dalle vaccinazioni.

“Il danno da me subìto – ha spiegato Scarsi durante il convegno – è stato riconosciuto dal Ministero della Salute dopo vent’anni di menzogne e depistaggi. Mi muovo con meno equilibrio, soffro di dermatite atopica, sono stato leso nella vista e nel ritmo del sonno, dormo poche ore e mi sveglio in continuazione. Tutto questo per colpa delle vaccinazioni obbligatorie cui sono stato sottoposto”. E proprio Scarsi ha messo in luce quanto il Condav sta rivendicando da anni: occorre una maggiore attenzione da parte dei medici e dello Stato nei confronti del problema, una vaccinovigilanza che funzioni meglio e che permetta di individuare tempestivamente questi casi e un sistema sanitario che non si ostini a ignorare l’esistenza dei danneggiati e che sia pronto a fornire supporto, cure e servizi.

Interessante anche l’intervento dell’avvocato Vanni Oddino, uno dei legali del Condav, che ha sottolineato come già la Corte Costituzionale abbia chiaramente sancito il dovere dello Stato di risarcire non solo i danni dovuti alle vaccinazioni obbligatorie, ma anche quelli provocati da vaccinazioni facoltative.

Sulle modalità di risarcimento è intervenuto il presidente del Condav, che ha ricordato come sia elevato il numero di coloro che, pur essendo stati riconosciuti danneggiati, non sono stati indennizzati perché hanno presentato la domanda fuori dai termini previsti dalla legge 210/92. “Da anni – ha spiegato Gatti - la nostra associazione si batte affinché venga definitivamente eliminato il vincolo dei tre anni previsti dalla legge per presentare la domanda d'indennizzo, é una questione non solo di giustizia ma anche e soprattutto di coscienza. Le Ausl e i medici non hanno mai fatto informazione, non informano dell’esistenza di questo diritto e così facendo si impedisce ai danneggiati di poterne usufruire. Appare dunque non solo logico, ma anche giusto, che lo Stato assegni un indennizzo a chi è stato menomato in modo permanente senza porre termini di decorrenza”.

Province dove il Condav ha seguito casi di morte dovuta a vaccinazione: Pordenone, Napoli, Salerno, Caserta, Milano, Bergamo, Cremona, Mantova, Varese, Como, Biella, Isernia, Vicenza, Verona, Treviso, Padova, Venezia, Cagliari, L’Aquila, Pescara, Chieti, Pesaro, Macerata, Roma, Frosinone, Latina, Viterbo, Livorno, Pisa, Lucca, Siena, Perugia, Bari, Lecce, Ragusa, Messina, Palermo, Reggio Emilia, Ferrara, Trento, Genova.



Tabella delle pratiche istruite per danni da vaccino Regione per Regione



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione

Moige: "coercitivo e discriminante l'obbligo di vaccinazione in Emilia Romagna" 25 NOV 2016 VACCINAZIONI
Codacons: mobilitazione per ottenere solo i 4 vaccini obbligatori 25 NOV 2016 VACCINAZIONI
Codacons: "incostituzionale l'obbligo di vaccinazione in Emilia Romagna" 23 NOV 2016 VACCINAZIONI
Resistenza agli antibiotici, cosa sta facendo il Governo? 22 NOV 2016 DENUNCIA SANITARIA
Veneto, PFAS e altri PFC mettono a rischio la salute 16 NOV 2016 DENUNCIA SANITARIA
Bimbo rimase sordo dopo un vaccino inefficace. Maxi risarcimento alla famiglia 27 OTT 2016 VACCINAZIONI
Vaccini: codacons avvia class action per famiglie che segnalano danni da vaccino 25 OTT 2016 VACCINAZIONI
Seminario “La relazione di aiuto – Nuove frontiere in Floriterapia” 12 OTT 2016 CONVEGNI
Vaccini, "censura inaccettabile": Codacons denuncia il Senato 3 OTT 2016 VACCINAZIONI
Conflitti di interesse in oncologia: ecco i numeri 12 SET 2016 DENUNCIA SANITARIA
Terremoto: anche l'omeopatia in aiuto alle persone colpite 31 AGO 2016 OMEOPATIA
Rimedi omeopatici per il mal di pancia nei bambini 3 AGO 2016 OMEOPATIA
Il test anticorpale: la scelta alternativa alle vaccinazioni per gli animali 28 LUG 2016 ANIMALI
Elogio dell'Omeopatia 16 MAG 2016 OMEOPATIA
Omeopatia: "maggiore attenzione da parte delle istituzioni" 13 APR 2016 OMEOPATIA
Rimedi omeopatici per i dolori causati dal cancro 1 MAR 2016 OMEOPATIA
Pesticidi: associazioni chiedono la messa la bando del glifosato 29 FEB 2016 DENUNCIA SANITARIA
Medicina omeopatica: confermato il significativo ruolo sociale nella Salute Pubblica 25 FEB 2016 OMEOPATIA
Abbigliamento outdoor: “troppe sostanze chimiche” 25 GEN 2016 DENUNCIA SANITARIA
Assis: non partecipiamo alla battaglia dei vaccini, preferiamo ragionare 13 GEN 2016 VACCINAZIONI
Omeopatia per la cura del cancro 11 GEN 2016 OMEOPATIA
Cemon: "Da Unda campagna denigratoria contro di noi" 14 DIC 2015 OMEOPATIA
I veleni dell'Ilva 2 NOV 2015 DENUNCIA SANITARIA
Recanati: "bambina di sei anni sviene dopo il vaccino" 29 OTT 2015 VACCINAZIONI
Psicofarmaco per bambini inefficace e pericoloso: “la GlaxoSmithKline ha alterato i dati” 28 OTT 2015 INFANZIA
“Vaccinazioni rischiose, l’ho provato con mio figlio” 23 OTT 2015 VACCINAZIONI
California: vaccini contenenti mercurio a bambini e donne in gravidanza? 12 OTT 2015 VACCINAZIONI
Lettera di una mamma con figlio – presunto – autistico 10 SET 2015 AUTISMO
Adulti iperattivi: “una nuova operazione di marketing farmaceutico” 19 GIU 2015 DENUNCIA SANITARIA
Vaccini, Antitrust avvia un’indagine conoscitiva. 'Prezzi sono in aumento' 27 MAG 2015 VACCINAZIONI

Tutti gli articoli di Redazione







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione