Denuncia sanitaria

Corno d'Africa: gravissima catastrofe umanitaria


CATEGORIE: Denuncia sanitaria

somalia-fame
Corno d'Africa: oltre due milioni di bambini sono gravemente malnutriti

È una catastrofe umanitaria quella che sta vivendo il Corno d'Africa a causa della peggiore siccità degli ultimi 60 e poi delle fortissime piogge, con innumerevoli persone in fuga dalla carestia in cerca di cibo e di aiuti. Oltre due milioni di bambini sono gravemente malnutriti e di questi 500mila  rischiano la vita. A lanciare l'allarme da Nairobi e' stato il direttore esecutivo dell'Unicef, Anthony Lake, che in questi giorni ha viaggiato nella regione, visitando alcune dei campi profughi e delle zone maggiormente colpite. Nei campi profughi del Kenya arrivano ormai quasi 2mila persone disperate al giorno, in Etiopia più di mille.  Sono circa 11 milioni le persone afflitte dalla siccità in corso nei Paesi del Corno d'Africa, a cominciare dalla Somalia.

In Somalia, in particolare, alla grande siccità si sono aggiunte in questi giorni piogge torrenziali che hanno provocato diverse vittime fra i profughi accampati fuori dalla capitale, generando timori per il diffondersi di malattie infettive.

“È il peggior disastro umanitario del mondo - ha affermato nei giorni scorsi  Antonio Guterres, Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) durante un viaggio in Somalia - “Un quarto della popolazione somala è costituita da sfollati”.

“Ogni giorno la situazione peggiora. Ora è pessima. Se non migliorerà quanto prima, nei prossimi mesi sarà veramente pesante”. “C'è bisogno di aiuti immediati, è una crisi molto grave” ha sottolineato Anthony Lake, dopo essersi incontrato nella capitale keniota con il ministro britannico per lo Sviluppo Internazionale, Andrew Mitchell. La Gran Bretagna ha promesso un aiuto d'urgenza di 52 milioni di sterline (59 milioni di euro) per le vittime della siccità nel Corno d'Africa. Gli aiuti sono destinati alle popolazioni di Somalia, Etiopia e Kenya, colpite dalla peggiore siccità dell'ultimo mezzo secolo.

“Quella che e' in corso nel Corno d'Africa è la più grave emergenza umanitaria al mondo e la Somalia è l'epicentro della crisi. In questo paese oltre 500 mila bambini soffrono di malnutrizione acuta e hanno urgente bisogno di assistenza umanitaria”. È  l'Unicef a sottolineare che “la regione meridionale del Paese è la più colpita, con l'80% di tutti i bambini malnutriti; in alcune zone del sud, un bambino su tre soffre di malnutrizione acuta”.

Un appello per la mobilitazione internazionale è giunto anche dal Papa che nell'Angelus domenicale dal Palazzo apostolico di Castel Gando ha espresso “profonda preoccupazione” e si è rivolto alla comunità internazionale. “Auspico - ha affermato Papa Ratzinger - che cresca la mobilitazione internazionale per inviare tempestivamente soccorsi a questi nostri fratelli e sorelle già duramente provati, tra cui vi sono tanti bambini e non manchi a queste popolazioni sofferenti la nostra solidarietà e il concreto sostegno di tutte le persone di buona volontà”.










Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x x  | Votazioni (5)

Articoli di Alessia Ferla

Fegato: i problemi possono essere causati dai farmaci 11 DIC 2019 MEDICINA PREVENTIVA
A Milano il primo ospedale dedicato alla salute delle donne 4 DIC 2019 SALUTE
Sugar e plastic tax: cosa ne pensano gli italiani? 2 DIC 2019 ATTUALITà
Il Messico nega l'ingresso di mille tonnellate di glifosato nel Paese 29 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Gravidanza e prima infanzia: buone pratiche più diffuse ma si può migliorare 27 NOV 2019 INFANZIA
Gli adolescenti di tutto il mondo sono troppo sedentari 25 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Le aree verdi in città allungano la vita 22 NOV 2019 SALUTE
Gli animali domestici allontanano ansia e depressione 20 NOV 2019 ANIMALI
I cambiamenti climatici colpiranno la salute dei bambini che nascono oggi 18 NOV 2019 INFANZIA
I contraccettivi ormonali aumentano il rischio di ansia e depressione 18 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Leggere e scrivere protegge dalla demenza e rafforza il cervello 15 NOV 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Correre allunga la vita e riduce il rischio di morte 13 NOV 2019 SALUTE
I Pfas alterano anche la fertilità femminile 11 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Il sonno purifica il cervello eliminando le tossine 8 NOV 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Dieci buoni motivi per praticare lo yoga ogni giorno 8 NOV 2019 SALUTE
Smartphone e tablet modificano il cervello dei bambini 6 NOV 2019 INFANZIA
Salute e conflitti di interesse: studenti di Medicina corteggiati dalle aziende 4 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Lo sport protegge il cuore dei pazienti oncologici 30 OTT 2019 SALUTE
Cellulari e salute: la Francia sceglie la strada della precauzione 28 OTT 2019 SALUTE
Vitamina D: boom di carenza tra gli adolescenti italiani 25 OTT 2019 SALUTE
Talco cancerogeno: la Johnson&Johnson ritira 33mila confezioni con amianto 21 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Come combattere la depressione con una dieta sana 18 OTT 2019 ALIMENTAZIONE
In Italia record di decessi prematuri per inquinamento. Padova prima in Europa per PM10 18 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Migliaia di microplastiche nei tappi delle bottiglie di acqua minerale 16 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Cancro, una lettera aperta agli oncologi: “Non si sottovaluti l'inquinamento ambientale” 14 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Tatuaggi: sostanze tossiche o cancerogene nel 20% degli inchiostri 11 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Dieta giapponese: i benefici per la salute dell'alimentazione del Sol Levante 9 OTT 2019 ALIMENTAZIONE
Pesticidi: l'esposizione sul posto di lavoro aumenta il rischio di malattie cardiache 7 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Quanta plastica beviamo con una tazza di tè? 4 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Quasi un milione di celiaci in Italia: si indaga sulle cause ambientali 30 SET 2019 SALUTE

Tutti gli articoli di Alessia Ferla







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione