Denuncia sanitaria

Catastrofe umanitaria nel Corno d'Africa: la carestia dei bambini



africa fame
Catastrofe umanitaria nel Corno d'Africa: la carestia dei bambini

“Bisogna salvare delle vite e reagire”. Questo l'appello lanciato dal segretario  generale dell'Organizzazione dell'Onu, Jacques Diouf, all'apertura dell'incontro straordinario della Fao tenutosi ieri a Roma. Il Corno d'Africa ha immediato bisogno di aiuti consistenti per far fronte alla “situazione catastrofica” in cui si trova.

Secondo Jacques Diouf  servono 1,6 miliardi di dollari (1,1 miliardi di euro) nei prossimi 12 mesi e altri 300 milioni in quelli successivi, per far fronte alla gravissima siccità. “Questa crisi non è solo il risultato di una siccità prolungata: è indispensabile pervenire alla pace”, ha affermato il direttore della Fao.

“La popolazione della Somalia è disperata. Lancio un appello affinché possiate aiutare la Somalia ad aprire dei corridoi umanitari per il trasporto degli aiuti alimentari”, ha dichiarato il vicepremier somalo Mohammed Ibrahim.

La siccità che colpisce il Corno d'Africa in questi mesi è la più grave degli ultimi 60 anni ed è già costata la vita a migliaia di persone e minaccia 12 milioni di abitanti della Somalia, Kenya, Etiopia, Gibuti, Sudan e Uganda. La situazione è particolarmente critica in Somalia, dove l'Onu ha decretato formalmente lo stato di carestia per due regioni del sud, controllate dai gruppi estremisti islamici shabab, che impediscono l'accesso alle ong.

La Banca mondiale, dal canto suo, ha deciso di stanziare 500 milioni di dollari per far fronte all'emergenza nel Corno d'Africa. L'annuncio è stato dato dall'istituzione poco prima dell'inizio del vertice Fao, per "portare un aiuto immediato a coloro che sono stati toccati dalla crisi".

Le principali vittime della carestia sono i bambini: dall'inizio del 2011 ne sono già morti oltre 400, con un tasso di mortalità dell'86% nelle regioni centro-meridionali. Nelle regioni meridionali di Bakool e della Bassa Shabelle, la malnutrizione acuta supera il 50%, con tassi di mortalità infantile superiori a 6 (su 10.000) al giorno in alcune zone. Secondo l'Unicef questa è soprattutto la carestia dei bambini: hanno meno di 18 anni la metà dei 3,7 milioni di persone colpiti dall'emergenza alimentare; 1 su cinque ha meno di 5 anni; circa 554.000 bambini sono malnutriti.

L'Unicef, insieme ai suoi partner, ha gia' curato quest'anno oltre 100.000 bambini affetti da malnutrizione acuta. Nelle aree maggiormente colpite, appena il 20% della popolazione ha accesso all'acqua potabile, mentre i dati a disposizione indicano che un bambino su 9 muore prima di compiere 1 anno di vita, uno su 6 prima del quinto compleanno.










Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x x  | Votazioni (7)

Articoli di Alessia Ferla

India: scelta l'Omeopatia contro il Coronavirus 31 GEN 2020 OMEOPATIA
Gli Usa vietano le sigarette elettroniche (con alcune eccezioni) 3 GEN 2020 DENUNCIA SANITARIA
Le sigarette elettroniche aumentano il rischio di malattie respiratorie 20 DIC 2019 SALUTE
I benefici del peperoncino per la salute di cuore e cervello 20 DIC 2019 ALIMENTAZIONE
Fegato: i problemi possono essere causati dai farmaci 11 DIC 2019 MEDICINA PREVENTIVA
A Milano il primo ospedale dedicato alla salute delle donne 4 DIC 2019 SALUTE
Sugar e plastic tax: cosa ne pensano gli italiani? 2 DIC 2019 ATTUALITà
Il Messico nega l'ingresso di mille tonnellate di glifosato nel Paese 29 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Gravidanza e prima infanzia: buone pratiche più diffuse ma si può migliorare 27 NOV 2019 INFANZIA
Gli adolescenti di tutto il mondo sono troppo sedentari 25 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Le aree verdi in città allungano la vita 22 NOV 2019 SALUTE
Gli animali domestici allontanano ansia e depressione 20 NOV 2019 ANIMALI
I cambiamenti climatici colpiranno la salute dei bambini che nascono oggi 18 NOV 2019 INFANZIA
I contraccettivi ormonali aumentano il rischio di ansia e depressione 18 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Leggere e scrivere protegge dalla demenza e rafforza il cervello 15 NOV 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Correre allunga la vita e riduce il rischio di morte 13 NOV 2019 SALUTE
I Pfas alterano anche la fertilità femminile 11 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Il sonno purifica il cervello eliminando le tossine 8 NOV 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Dieci buoni motivi per praticare lo yoga ogni giorno 8 NOV 2019 SALUTE
Smartphone e tablet modificano il cervello dei bambini 6 NOV 2019 INFANZIA
Salute e conflitti di interesse: studenti di Medicina corteggiati dalle aziende 4 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Lo sport protegge il cuore dei pazienti oncologici 30 OTT 2019 SALUTE
Cellulari e salute: la Francia sceglie la strada della precauzione 28 OTT 2019 SALUTE
Vitamina D: boom di carenza tra gli adolescenti italiani 25 OTT 2019 SALUTE
Talco cancerogeno: la Johnson&Johnson ritira 33mila confezioni con amianto 21 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Come combattere la depressione con una dieta sana 18 OTT 2019 ALIMENTAZIONE
In Italia record di decessi prematuri per inquinamento. Padova prima in Europa per PM10 18 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Migliaia di microplastiche nei tappi delle bottiglie di acqua minerale 16 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Cancro, una lettera aperta agli oncologi: “Non si sottovaluti l'inquinamento ambientale” 14 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Tatuaggi: sostanze tossiche o cancerogene nel 20% degli inchiostri 11 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA

Tutti gli articoli di Alessia Ferla







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione