Convegni

Convegno: 'Abbiamo bisogno di perdonare ed essere perdonati'


CATEGORIE: Convegni

perdono scelta
La copertina del libro 'Il perdono è una scelta'

QUANDO: Padova - 4 Febbraio 2012

OBIETTIVI:
Scopo dell’Incontro è informare che l’ira, l’odio, il risentimento e ogni rifiuto di perdono sono la causa profonda di un’infinità di nostri disturbi, dapprima funzionali e poi chiaramente organici. Attraverso un graduale e agevole cammino ricco di esempi pratici e di frammenti di vita di molti suoi assistiti, l’Autore prenderà per mano il Lettore e lo porterà alla consapevolezza che il perdono è veramente “il solo modo per dissolvere l’ira e ristabilire la speranza” e quindi che è urgentemente utile sia per lui che per coloro che gli vivono accanto.
Si capirà infatti che la nostra ira non danneggia tanto il nostro offensore, che in molti casi può non porre assolutamente importanza al male fatto e di cui qualche volta non è neppure cosciente, ma danneggia essenzialmente noi e i nostri familiari.


E' obbligatoria l'iscrizione. Per effettuarla clicca qui


ARGOMENTI TRATTATI:

- Ira, odio e risentimento sono la causa di tanti disturbi psichici e fisici
- Chi non perdona danneggia se stesso e i propri familiari
- Il perdono è possibile sempre e in ogni condizione
- Modalità per giungere al perdono
- Il perdono è una scelta libera e personale


E' obbligatoria l'iscrizione. Per effettuarla clicca qui


PROGRAMMA:

-- ore 14,30-15,00: Registrazione degli iscritti
-- ore 15,00-15,40: Counselling: I conflitti nascono da una realtà o da una nostra interpretazione di una parte della realtà? (Dott. C. Stocco)
-- ore 15,40-16,00: Interventi e domande
-- ore 16,00-18,30: Il Perdono è una Scelta (Prof. R. Enright) (sarà presente un interprete essendo il relatore di lingua inglese)
-- ore 18,30-19,00: Interventi e domande


E' obbligatoria l'iscrizione. Per effettuarla clicca qui


Il Prof. Enright, docente di Psicologia Educativa all’Università di Madison, nello Stato di Wisconsin (USA), è autore di un libro da poco tradotto anche in italiano: Il Perdono è una Scelta.
Noi tutti sappiamo che i sentimenti di ira, risentimento, rancore, odio e di ogni rifiuto di perdono sono la causa profonda di un’infinità di disturbi, dapprima funzionali, ma che in seguito si strutturano anche a livello organico. Per questo abbiamo invitato il Prof. Enright a parlarci della sua materia preferita per la quale tiene conferenze in tutto il mondo: il Perdono.
Non possiamo immaginare quanto ognuno di noi abbia bisogno di perdonare ed essere perdonato. Questo Incontro del Prof. Enright ci aprirà ad un nuovo modo di vedere la realtà e di vivere.


E' obbligatoria l'iscrizione. Per effettuarla clicca qui



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x x  | Votazioni (1)

Articoli di Redazione InformaSalus.it

Omeopatia. Un medico di famiglia su cinque la prescrive 24 GIU 2019 OMEOPATIA
Una persona su tre nel mondo senza acqua potabile sicura 24 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Come l'ipermedicalizzazione fa male alla salute 19 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Infezioni resistenti: in viaggio le contraggono 500mila italiani! 19 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Il cibo contaminato provoca 200 malattie e 420mila morti ogni anno 19 GIU 2019 ALIMENTAZIONE
Esame di maturità: cosa mangiare per affrontarlo al meglio 17 GIU 2019 ALIMENTAZIONE
Vent'anni di condanne a GlaxoSmithKline negli Usa 17 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Fosfati negli alimenti: EFSA fissa dei limiti per tutelare i giovani 17 GIU 2019 ALIMENTAZIONE
Cibi scaduti e scarsa igiene: la metà dei ristoranti etnici è irregolare 14 GIU 2019 ALIMENTAZIONE
La strategia per ridurre il consumo di bevande zuccherate 14 GIU 2019 ALIMENTAZIONE
Il nostro Servizio Sanitario Nazionale cade a pezzi 12 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Aumentano le morti correlate agli oppioidi. Aziende di farmaci nel mirino 12 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Quanti sono i morti per la malasanità? Migliaia, ma non fanno notizia se non c'entra l'Omeopatia 11 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
I bimbi prematuri sono più a rischio di malattie cardiache 10 GIU 2019 INFANZIA
È lecito ed etico che le aziende del tabacco siano sponsor e relatori nei congressi medici? 10 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Pesticidi in frutta e verdura: dalla Francia un report allarmante 10 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Gli oli essenziali: la menta piperita 7 GIU 2019 SALUTE
Colesterolo: c'è differenza tra carne rossa e bianca? 7 GIU 2019 ALIMENTAZIONE
Un milione e mezzo di bambini esposti a sostanze tossiche 7 GIU 2019 INFANZIA
Respiri e ingerisci oltre 50.000 particelle di plastica all'anno senza accorgerti 6 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Una dieta con pochi grassi combatte il cancro al seno 6 GIU 2019 ALIMENTAZIONE
Chi sono i medici in conflitto di interesse? Corvelva pubblica i dati di tutte le province venete 3 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Amianto nelle scuole: a rischio la salute di alunni e docenti 3 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Taranto, ex Ilva: 600 bimbi sono nati malformati 3 GIU 2019 DENUNCIA SANITARIA
Studiare fa bene al cuore: riduce rischio di infarto e ictus 31 MAG 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Cuore: la prevenzione parte dall'infanzia 31 MAG 2019 INFANZIA
Abuso di farmaci oppioidi: Johnson & Johnson accusata per epidemia di morti 31 MAG 2019 DENUNCIA SANITARIA
La dipendenza da videogiochi è ufficialmente una malattia 29 MAG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Martin Gore: il famoso scienziato è morto per una reazione avversa al vaccino 29 MAG 2019 VACCINAZIONI
Ecco gli esami diagnostici più richiesti al mondo 27 MAG 2019 SALUTE

Tutti gli articoli di Redazione InformaSalus.it







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione