Omeopatia

Un compleanno omeopatico d'eccezione: i cento anni del Prof. Antonio Negro


CATEGORIE: Omeopatia

È Apo Italia a segnalarmi questo speciale geneatlico. Oggi, infatti, dedico con molto piacere il post del 17 giugno ai 100 anni del Prof. Antonio Negro. Una figura fondamentale nel panorama della medicina omeopatica in Italia, e non solo.

Il Prof. Dr Antonio Negro nasce ad Alassio (Savona) il 17 Giugno 1908. Medico Chirurgo, per oltre vent’anni è Assistente del Professor Nicola Pende presso l’Istituto di Patologia Speciale Medica e Metodologia Clinica della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università "La Sapienza" di Roma. Decano dei medici omeopatici italiani, Presidente della ''Scuola Italiana di Medicina Omeopatica Hahnemanniana'' (S.I.M.O.H.), il Prof. Antonio Negro è, con la sua pluriennale esperienza scientifica, didattica e clinico terapeutica, il Caposcuola dell’omeopatia in Italia ed il promotore dei massimi collegamenti internazionali di questa disciplina. A lui si deve l’istituzione in Italia, nel 1947, del Centro Ippocratico Hahnemanniano Italiano (C.I.H.I.) e del Primo ''Corso di Alta Formazione postuniversitaria'' nel campo delle scienze mediche omeopatiche.

In oltre settant’anni di ininterrotta attività didattica e clinico-medica, il Prof. Negro ha contribuito alla formazione scientifica e professionale di migliaia di medici provenienti da ogni parte del Paese e del Mondo. Fondatore, nel 1953, dell’Accademia Italiana di Medicina Omeopatica Hahnemanniana (A.I.M.O.H.), ha contribuito in modo rilevante, tra il 1977 ed il 1990, alle attività della Associazione per la Libera Università Internazionale di Medicina Omeopatica. (LUIMO). Nel 1991 ha raccolto i risultati della sua pluriennale esperienza scientifica fondando la Scuola Italiana di Medicina Omeopatica Hahnemanniana (S.I.M.O.H.), quale sintesi istituzionale dei suoi precedenti istituti, nonché Centro scientifico di rilevanza nazionale nel campo della formazione, della ricerca e della pratica clinica in medicina omeopatica.

Tramite l'Istituto S.I.M.O.H. ha promosso, nel 1994, la fondazione del Cenacolo Hahnemanniano di Omeopatia ''Fernando Meconi'', nel 1996 del Centro Studi Biotipologici di Ortogenetica Omeopatica ''Nicola Pende'' e nel 2002 del Centro per lo Studio e la Cura della Persona con Ritardo Evolutivo Disgenetico. Socio ad honorem della Liga Medicorum Homoeopathica Internationalis (L.M.H.I.), membro di numerose Società Scientifiche nazionali ed internazionali, è stato insignito delle massime onorificenze, tra le quali quella di Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana, Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana e di Commendatore dell’Ordine Equestre Pontificio di San Gregorio Magno.

Pubblico infine qui di seguito la lettera con la quale la dott.ssa Vega Palombi Martorano, presidente di Apo Italia, esprime, anche a nome di tutti i suoi collaboratori, i più sentiti auguri al Prof. Negro. Ai quali aggiungo calorosamente anche quelli di Infomeopatia.

 

"In occasione del 17 giugno, centesimo compleanno di Colui che ha l’inestimabile merito di aver fondato nel 1953 l’Accademia Italiana di Medicina Omeopatica Hahnemanniana (AIMOH), l’Associazione Pazienti Omeopatici sente il bisogno di esprimere al prof. Antonio Negro, Presidente e Direttore scientifico della SIMOH, la gratitudine dei tanti che, grazie a questa terapia, hanno non solo debellato la malattia, ma raggiunto quell’equilibrio psico-fisico in cui consiste il vero stato di salute.

E di ciò offre eccezionale testimonianza proprio il prof. Negro superando i cento anni in una piena efficienza che gli consente ancora di dedicare ai pazienti la Sua Scienza e, soprattutto, la Sua profonda umana sensibilità. Quella sensibilità che gli ha fatto condensare in queste parole la peculiarità di una terapia alla quale ha dedicato la Sua vita: “Il medico omeopatico ha il severo compito di analizzare la storia personale del malato, per saper prescrivere il Rimedio Unico simile, che sintetizza l’unitario processo fisio-patologico del malato con il duplice scopo di risanare nella totalità e ricostruire i valori più adatti alla prevenzione del male”.

All’Uomo che ha contribuito a preparare generazioni di omeopati ed ha fatto della professione medica una missione a favore dell’Umanità sofferente vanno gli auguri più sinceri di APO Italia.

Vega Palombi Martorano

Presidente APO Italia Associazione Pazienti Omeopatici



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (1)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  o o o o o  | Votazioni (4)

I commenti degli utenti:
Scritto da Abbas Zaro

AMATISSIMO MAESTRO PROF.ANTONIO NEGRO NON TI DIMENTICHIAMO MAI MAI ,SEMPRE NEI NOSTRI CUORI E' STATO PER NOI UN MAESTRO, UN AMICO, UN COLLEGA E UN PADRE AFFETTUOSO. NON DIMENTICHIAMO DUE GIORNATE 13\GIUGNO- S. ANTONIO E IL 17\GIUGNO- IL SUO COMPLEANNO. SUO ALLIEVO E ASSISTENTE DOTT.ABBAS ZARO GERUSALEMME,29\03\2010








Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione