Denuncia sanitaria

Compagnia farmaceutica condannata a un risarcimento di cinquecento milioni di dollari per Marketing ILLEGALE

Traduzione a cura di: Giovanni Ballarin

Fonte: mercola.com



La casa farmaceutica AstraZeneca ha concordato il pagamento di 520 milioni di dollari per chiudere le indagini federali riguardanti le pratiche di marketing relative al proprio medicinale Seroquel, indicato per la schizofrenia. Questo fa di AstraZeneca la quarta grande compagnia farmaceutica che, negli ultimi tre anni, ammette le accuse federali di marketing illegale di farmaci antipsicotici.

La compagnia è stata accusata di aver fuorviato medici e pazienti enfatizzando la ricerca favorevole al medicinale senza rivelare in maniera appropriata altri studi relativi al fatto che il Seroquel aumenta il rischio di diabete.

Il New York Times riporta:
“AstraZeneca sta tutt’ora affrontando oltre 25000 cause civili da parte di pazienti che contestano il fatto di non aver reso pubblici i rischi del medicinale”.

Fonti bibliografiche
New York Times, 26 aprile 2010.
The United States Department of Justice, 27 aprile 2010.


I commenti del Dr. Mercola
L’operato illegale e rischioso delle compagnie farmaceutiche si guadagna nuovamente le prime pagine dei giornali grazie al pagamento, da parte di AstraZeneca, di un risarcimento dell’ammontare di 502 milioni di dollari per chiudere la questione delle accuse federali secondo cui sarebbero state usate strategie di marketing illegali in modo da aumentare le vendite del Seroquel, il farmaco più popolare della compagnia.

Anche se può sembrare una somma enorme, in realtà si tratta di una cifra irrisoria e “simbolica” se si pensa a quanto denaro AstraZeneca ha già guadagnato dalle vendite del medicinale. Infatti, secondo il New York Times, il Seroquel ha avuto, nell’ultimo anno, una resa di ben 4,9 MILIARDI di dollari!

Quindi, dal punto di vista della compagnia si è trattato semplicemente di uno dei costi dell’attività, visto che per ogni dollaro versato ne hanno guadagnati dieci. In fondo il marketing illegale non costituiva la totalità dei loro guadagni, perciò mentre la sanzione è stata pagata una volta sola, le rendite sono arrivate nel corso di molti anni e continueranno ad arrivare anche in futuro, come risultato di questo genere di attività.

In che modo dei potenti antipsicotici sono diventati la più venduta categoria di farmaci negli Stati Uniti?
Per quanto possa sembrare incredibile (ed è una cosa di cui non mi ero neppure reso conto finché quest’articolo non è stato scritto), al momento negli U.S.A. questa classe di antipsicotici  superato le medicine per il colesterolo nella classifica dei farmaci più venduti!

Questo stesso dato dovrebbe essere un segnale evidente del fatto che c’è seriamente qualcosa che non va, perché nessun paese al mondo potrebbe avere un numero così alto di cittadini affetti da psicosi.
Infatti è così… non li abbiamo.

L’uso di strategie illegali di marketing per promuovere il Seroquel ed altri farmaci simili è risultato in un grande aumento delle vendite di questo tipo di medicinali che venivano usati anche per curare patologie molto meno gravi e, in alcuni casi, assolutamente non associate ad essi.

A peggiorare le cose, il fatto che l’uso del Seroquel veniva ampiamente promosso nei riguardi di anziani e bambini – categorie per le quali poteva essere molto più pericoloso.

Si è scoperto che il Seroquel causava, per esempio, un rapido aumento di peso e l’insorgenza del diabete, senza contare che, assumendolo, gli anziani affetti da demenza correvano un rischio di morte prematura più elevato. Questi sono solo due dei motivi per cui il Seroquel non ha potuto ricevere l’approvazione della Food and Drug Administration (Agenzia per gli alimenti e i medicinali, abbr. FDA) per alcuni usi. Nonostante questo, AstraZeneca, come tante altre compagnie, ha scelto nuovamente di dare la priorità ai profitti piuttosto che alla salute e alla sicurezza.

Sanzioni ridicole su enormi guadagni illegali sembrano essere la norma
Proprio il mese scorso ho discusso il caso della Pfizer, la più grande casa farmaceutica del mondo, che è stata “ punita ” con una sanzione pari all’ammontare di tre mesi di profitti per il marketing illegale dell’antidolorifico Bextra.

Nel 2005, anno in cui il Bextra è stato ritirato dal mercato a causa del fatto che aumentava il rischio di attacchi cardiaci e ictus, più della metà dei profitti ottenuti, e cioè una somma di 1,7 miliardi di dollari, era dovuta ad usi non approvati e fuori etichetta (per “Fuori etichetta” si intende l’uso di farmaci già autorizzati e registrati in situazioni diverse rispetto a quanto viene previsto dal Riassunto delle caratteristiche del Prodotto).

Indubbiamente anche la popolarità del Seroquel ed il volume delle sue vendite erano in larga parte dovuti questo tipo di impiego.

Questo medicinale è stato approvato dalla FDA nel  settembre 1997  “Per il trattamento delle manifestazioni di disordini psicotici”.

Tre anni dopo, l’Agenzia ha preso concretamente in considerazione la possibilità di LIMITARNE l’autorizzazione d’uso al trattamento a breve termine della sola schizofrenia. In ogni caso, nel gennaio 2004, il Seroquel è stato approvato per la cura a breve termine di episodi di mania acuta associati al disturbo bipolare (mania bipolare). Due anni dopo, anche per la cura della depressione bipolare.

La schizofrenia e il disturbo bipolare sono malattie mentali gravi che, in molti casi possono richiedere l’uso di farmaci, almeno a breve termine. Tuttavia, AstraZeneca ha promosso l’uso del Seroquel anche per cose come controllo della rabbia, ADHD (Attention-Deficit/Hyperactivity Disorder – Sindrome da deficit di attenzione e iperattività ), morbo di Alzheimer e persino difficoltà a prendere sonno!

Non ci sono state accuse di tipo penale contro la compagnia, ma mi chiedo se questo non sarebbe stato giustificato. Dopo tutto i produttori stavano facendo pubblicità ad un potente medicinale da usare per malattie in relazione alle quali non era mai stato formalmente studiato o approvato. Senza prove certe di efficienza e sicurezza, hanno esposto un altissimo numero di vite umane al rischio di gravi effetti collaterali inclusa la morte prematura.   

In che modo questo NON È un crimine?

Un momento, non esistono accuse penali perché, come per i banchieri di Wall Street, queste compagnie sono “ troppo grandi per cadere ” . Scusate il linguaggio, ma, proprio una situazione di merda. Purtroppo, però, questo è quel che succede quando i profitti sono così alti da garantire una certa influenza e il pagamento delle persone giuste al governo in modo da mettersi al sicuro da qualsiasi tipo di perseguibilità.

Queste compagnie sono MALEDETTAMENTE intelligenti.

L’uso di medicinali  fuori etichetta aumenta il rischio di effetti collaterali nocivi.
Mentre i medici possono prescrivere legalmente farmaci approvati dall’FDA al di fuori degli usi consentiti per qualsiasi finalità, alle case farmaceutiche non è permesso il commercio al di fuori della regolarità.

A tutti i fini pratici, comunque, per quel che riguarda le indicazioni dei medicinali e gli usi che ne fanno altri medici rinomati, molti dottori fanno affidamento quasi esclusivamente sui rappresentanti e purtroppo, le grandi compagnie non si fanno certo scrupoli a suggerire usi non consentiti per i loro prodotti.

Come dimostrato da questo recente proliferare di cause, i produttori di medicinali sono andati ben oltre, manipolando con l’inganno i medici e facendo prescrivere farmaci di loro produzione per patologie lievi, riguardo alle quali non avrebbero affatto potuto ottenere l’approvazione.

A complicare ulteriormente le cose, sta il fatto che può essere difficile per i medici generici determinare ciò per cui un certo medicinale è stato certificato sulla base del Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto (RCP) –  ovvero l’informativa sui farmaci data ai dottori.

Di fatto, secondo una ricerca del 2009, era impossibile per i medici generici determinare lo stato delle licenze per circa il 20 per cento delle medicine…cosa che rende assai più probabile la loro dipendenza dalle opinioni e dai suggerimenti dei rappresentanti. 

Oggi, l’uso fuori etichetta è una cosa piuttosto comune per le medicine di ogni genere.

Secondo studi condotti in Inghilterra, quando non esistevano “ valide alternative ”, i medici usavano farmaci al di fuori degli scopi consentiti:
- Sul 90 per cento dei bambini ricoverati nelle unità di terapia intensiva neonatale.
- Sul 70 per cento dei bambini nelle unità di terapia intensiva pediatrica.
- Su due terzi dei bambini nei reparti di pediatria e chirurgia pediatrica del Regno Unito. 

Secondo  due di questi studi, a causa di tali farmaci i bambini correvano rischi assai più alti di effetti collaterali stimati, nell’ordine di tre volte tanto.

La grande importanza che ha il mettere fine al marketing illegale, sta nel fatto che i medici, fuorviati dai rappresentanti farmaceutici, mettono letteralmente a repentaglio le vite dei pazienti!

Come afferma Michael L. Levy, avvocato del distretto orientale della Pennsylvania:
Le persone hanno il diritto legale di sapere che le compagnie farmaceutiche commerciano i loro medicinali solo per usi consentiti dalla FDA e che il giudizio dei loro medici non è influenzato da false informazioni provenienti dalle compagnie stesse, nel tentativo di aumentare i profitti”.
Tutto si riduce a questo… Pubblicizzare  farmaci per usi non autorizzati non ha niente a che vedere col tentativo di salvare un maggior numero di vite umane. Si tratta solo di trarre un guadagno maggiore da medicinali che hanno un mercato limitato.

I pericolosi effetti collaterali del Seroquel
È difficile credere che chiunque acconsentirebbe ad assumere un antipsicotico così potente a meno di non soffrire di una grave malattia mentale. Purtroppo, i numeri dimostrano che lo fa un altissimo numero di persone.

Questa scelta può essere, di fatto, devastante (bisogna ricordare che È una scelta. Un medico non può obbligare nessuno a prendere farmaci, inoltre, capita spesso che le persone vedano una pubblicità in TV e li richiedano volontariamente). 

I potenziali effetti collaterali del Seroquel sono diversi e alcuni di essi possono rivelarsi fatali.

Per esempio, i pazienti anziani che hanno perso contatto con la realtà a causa della demenza corrono un maggiore rischio di morte prematura, motivo per cui il Seroquel non è approvato per questo tipo di usi.

Il Seroquel può anche aumentare il rischio di insorgenza di tendenze suicide (pensieri e azioni), specialmente in bambini, adolescenti e giovani adulti.

Vale la pena di notare che l’elenco degli effetti collaterali gravi è molto più lungo - e reazioni di questo tipo sono MOLTO PIÙ COMUNI – rispetto a quello delle controindicazioni meno rischiose per la propria incolumità.

Per esempio,  alcuni degli effetti collaterali più comuni del Seroquel includono:
- Trigliceridi alti nel 23 per cento dei pazienti.
- Aumento di peso nel 23 per cento dei pazienti.
- Agitazione nel 20 per cento dei pazienti.
- Colesterolo alto nel 17 per cento dei pazienti.

Mentre cose più leggere come nausee, congestioni e dolori allo stomacosono molto meno frequenti e colpiscono solamente dal due al dieci per cento dei pazienti.

Non siate le prossime vittime
Fortunatamente, potete evitare di essere le prossime vittime prendendo attivamente il controllo della vostra salute. Questo significa educare voi stessi alla vostra condizione, alla tipologia dei vostri possibili sintomi, ai medicinali che il dottore vi consiglia e alle possibili alternative che avete.

Non potrò mai ripeterlo abbastanza: NON SIETE OBBLIGATI ad assumere un farmaco consigliato dal vostro medico.

AVETE INVECE IL DIRITTO  di ottenere risposte dettagliate riguardo a tutte le possibili domande sui farmaci che vi sono stati prescritti, così come la possibilità di rifiutarli e cercare alternative se decidete che il gioco non vale la candela.

Ricordate che sono in gioco la vostra vita e la vostra salute, quindi assumete un ruolo attivo! Se il vostro medico vi fa delle pressioni in modo che assumiate un dato farmaco, ricordatevi che esistono anche altri dottori e forse è meglio che trovarne uno che vi ASCOLTI davvero.

Condurre una vita sana e mantenersi informati riguardo a terapie non invasive che non contemplino l’uso di farmaci rappresentano due mosse vincenti per il vostro benessere a lungo termine.

È triste, tuttavia esistono ancora molte persone completamente all’oscuro della corruzione diffusa in ambito farmaceutico. Bisogna che vi rendiate conto del fatto che la prima e più importante responsabilità di una società è verso i propri azionisti, e NON  verso di voi.

Le società farmaceutiche hanno accumulato ricchezze, potere e influenza politica tali da essere in grado di evitare qualsiasi seria conseguenza per aver tratto dei profitti menomando, rendendo disabili in maniera permanente o perfino uccidendo i loro consumatori. Questo è il motivo per cui è assolutamente indispensabile che prendiate delle decisioni con la vostra testa e le vostre informazioni piuttosto che credere ciecamente al sistema.

I medici generici tutti, dal canto loro, devono rendersi conto che non ci si può fidare dei rappresentanti. Questa potrebbe essere una delle cose più difficili da cambiare, poiché l’industria farmaceutica possiede un sistema molto efficiente di indottrinamento e tecniche psicologiche piuttosto specifiche per manipolare i dottori.

Di solito, questi ultimi credono di essere immuni alle tecniche di persuasione e i rappresentanti sanno bene quanto sia importante mantenere questa illusione – motivo per cui questi metodi funzionano così bene.

Comunque, l’idea che i rappresentanti forniscano ai medici un servizio informativo valido è pura invenzione, creata e perpetuata dall’industria farmaceutica per mantenere questo stato di cose, una situazione mortale ma vantaggiosa.

Finché non si verifica un reale cambiamento, vi esorto assiduamente a non rischiare il denaro e la vita con uno schema fatto apposta per approfittare della vostra malattia.

Invece, siate attivi e adottate uno stile di vita naturale che migliorerà le facoltà curative naturali del vostro organismo senza bisogno delle ultime invenzioni delle case produttrici di medicinali.



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  o o o o x  | Votazioni (6)

Articoli di Joseph Mercola

Effetto delle fibre alimentari nella dieta e sulla salute 30 NOV 2015 ALIMENTAZIONE
Come ammalarsi di polio 2 OTT 2015 VACCINAZIONI
Come i conflitti di interesse hanno potuto corrompere il CDC 31 LUG 2015 DENUNCIA SANITARIA
Danni da vaccino: il governo americano rimuove i dati 15 LUG 2015 VACCINAZIONI
La perdita di memoria non rientra nel 'normale invecchiamento' 25 MAR 2011 SALUTE
USA: il 99% delle donne incinta positivo al test della Sensibilità Chimica Multipla 23 FEB 2011 DENUNCIA SANITARIA
Come superare i disturbi del sonno più diffusi sulla Terra 10 FEB 2011 SALUTE
Farmaci e problemi di funzionamento del cervello 12 NOV 2010 SALUTE
Ricorda! Le vaccinazioni anti-influenza stagionale e suina sono pericolose! - 1° parte 20 SET 2010 VACCINAZIONI
Ricorda! Le vaccinazioni anti-influenza stagionale e suina sono pericolose! - 2° parte 20 SET 2010 VACCINAZIONI
Cinque ragioni per l’aumento del diabete di tipo 1 5 AGO 2010 SALUTE
Il Tè verde potrebbe ridurre il rischio di glaucoma 3 AGO 2010 SALUTE
È possibile evitare almeno due terzi dei casi di cancro al seno 27 LUG 2010 MEDICINA PREVENTIVA
Il prezzo dell’obesità si paga dopo i 40 19 LUG 2010 SALUTE
Come prevenire naturalmente i batteri antibiotico-resistenti 15 LUG 2010 SALUTE
Le cattive abitudini possono togliervi dodici anni di vita 29 GIU 2010 SALUTE
Il resveratrolo aumenta il flusso sanguigno del cervello 28 GIU 2010 SALUTE
Der Spiergel online: la pandemia suina creata dalle big pharma 13 MAG 2010 DENUNCIA SANITARIA
Shock vaccino antisuina: aborti post-vaccinazione 4 DIC 2009 VACCINAZIONI
Vaccinazioni: perché sono un pericolo 15 SET 2009 VACCINAZIONI






Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione