Omeopatia

I cittadini si mobilitano in difesa dell'omeopatia


CATEGORIE: Omeopatia

omeopatia
I cittadini si mobilitano in difesa dell'omeopatia

E' nato un comitato spontaneo costituito da un gruppo di cittadini, il “Comitato Difendiamo l’Omeopatia”, che sta cercando il sostegno di informatori, medici, farmacisti e aziende, per scongiurare la possibile scomparsa di innumerevoli farmaci omeopatici dopo l’annuncio degli elevati oneri imposti dall’Agenzia Italiana del Farmaco per l’immissione di nuovi prodotti in commercio.

Di fatto le migliaia di euro necessari per l’immissione in commercio di ogni singolo farmaco sono una cifra spropositata per il settore dell’omeopatia, ben lontano dai fatturati delle grandi multinazionali farmaceutiche, onere obiettivamente non sostenibile per la quasi totalità delle aziende del settore, con la conseguenza inevitabile della chiusura di molte di esse e la scomparsa dal mercato della maggior parte dei farmaci non convenzionali. Una situazione che priverebbe i cittadini di farmaci con i quali si curano quotidianamente, senza contare la non meno trascurabile perdita di migliaia di posti di lavoro.

L’argomento dell’immissione in commercio di nuovi farmaci omeopatici è così attuale e sentita che è stata presentata anche una recente interrogazione parlamentare, a firma dell’On. Cristiana Muscardini, Presidente della Commissione per il Commercio Internazionale del Parlamento Europeo, che definisce come assolutamente ingiustificati gli aggiornamenti tariffari (oltre il 700%) che rischiano di danneggiare in modo irreversibile la competitività delle aziende italiane, favorendo invece le dirette concorrenti di paesi come Francia e Germania.

Questi, dunque, i motivi che hanno spinto il comitato a lanciare una petizione “Insieme per l’omeopatia”, un documento semplice e chiaro che è allo stesso tempo un grido d’allarme rivolto alle istituzioni. Verranno inoltre realizzati video contenenti immagini e dichiarazioni per una migliore sensibilizzazione del pubblico, veicolati poi tramite Youtube.

“Dopo anni di forte impegno dell’Azienda a favore una maggior apertura del mercato verso le medicine biologiche e di origine naturale, sono particolarmente compiaciuto che l’opinione pubblica abbia compreso l’importanza terapeutica di questi farmaci. Pagare gli importi arbitrariamente richiesti dall’AIFA è un problema di tutto il settore, specie per le molte piccole aziende italiane che sarebbero costrette a chiudere: questo penalizzerebbe innanzitutto medici e pazienti, e per questi motivi abbiamo deciso di schierarci a sostegno di questa battaglia. Spero che l’iniziativa di questi cittadini non rimanga inascoltata: come leader del settore in Italia faremo la nostra parte per dare loro la massima visibilità e supporto”, ha concluso Alessandro Pizzoccaro, presidente di Guna Spa.



Hai un account google? clicca su:







Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione

Le analisi delle fiale dei vaccini 21 LUG 2017 VACCINAZIONI
Un’alternativa all’attuale decreto vaccini? "Ecco la nostra proposta" 14 LUG 2017 VACCINAZIONI
Decreto vaccini: interviene Franco Berrino 3 LUG 2017 VACCINAZIONI
Codacons, "un dirigente Glaxo può firmare atti pubblici?" 12 GIU 2017 DENUNCIA SANITARIA
Vaccini: il Codacons sta per svelare i documenti segreti dell'AIFA sulle reazioni avverse 29 MAG 2017 VACCINAZIONI
AIFA: antidepressivi per minori inefficaci e pericolosi 24 MAG 2017 DENUNCIA SANITARIA
Obbligo vaccini a scuola. Codacons: "ricorso a Corte Europea dei diritti dell'uomo" 12 MAG 2017 VACCINAZIONI
Vaccini, le famiglie a Rossi: "Chiarezza e libertà per i bambini altrimenti rinunceremo agli asili" 1 MAR 2017 VACCINAZIONI
Marzo e aprile 2017 - Seminari “Prevenzione e Cura delle patologie primaverili con: omeopatia, oligoterapia, fitoembrioterapia” 24 FEB 2017 CONVEGNI
22 Marzo 2017 – Convegno “Homeopathy in cancer treatment” 22 FEB 2017 CONVEGNI
La medicina non convenzionale fa risparmiare la Toscana 17 FEB 2017 OMEOPATIA
Come scegliere il miglior medicinale a base di erbe in commercio 15 FEB 2017 SALUTE
Bimbo con meningite in Toscana, la prova del caos vaccini? 19 DIC 2016 VACCINAZIONI
Moige: "coercitivo e discriminante l'obbligo di vaccinazione in Emilia Romagna" 25 NOV 2016 VACCINAZIONI
Codacons: mobilitazione per ottenere solo i 4 vaccini obbligatori 25 NOV 2016 VACCINAZIONI
Codacons: "incostituzionale l'obbligo di vaccinazione in Emilia Romagna" 23 NOV 2016 VACCINAZIONI
Resistenza agli antibiotici, cosa sta facendo il Governo? 22 NOV 2016 DENUNCIA SANITARIA
Veneto, PFAS e altri PFC mettono a rischio la salute 16 NOV 2016 DENUNCIA SANITARIA
Bimbo rimase sordo dopo un vaccino inefficace. Maxi risarcimento alla famiglia 27 OTT 2016 VACCINAZIONI
Vaccini: codacons avvia class action per famiglie che segnalano danni da vaccino 25 OTT 2016 VACCINAZIONI
Seminario “La relazione di aiuto – Nuove frontiere in Floriterapia” 12 OTT 2016 CONVEGNI
Vaccini, "censura inaccettabile": Codacons denuncia il Senato 3 OTT 2016 VACCINAZIONI
Conflitti di interesse in oncologia: ecco i numeri 12 SET 2016 DENUNCIA SANITARIA
Terremoto: anche l'omeopatia in aiuto alle persone colpite 31 AGO 2016 OMEOPATIA
Rimedi omeopatici per il mal di pancia nei bambini 3 AGO 2016 OMEOPATIA
Il test anticorpale: la scelta alternativa alle vaccinazioni per gli animali 28 LUG 2016 ANIMALI
Elogio dell'Omeopatia 16 MAG 2016 OMEOPATIA
Omeopatia: "maggiore attenzione da parte delle istituzioni" 13 APR 2016 OMEOPATIA
Rimedi omeopatici per i dolori causati dal cancro 1 MAR 2016 OMEOPATIA
Pesticidi: associazioni chiedono la messa la bando del glifosato 29 FEB 2016 DENUNCIA SANITARIA

Tutti gli articoli di Redazione







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione