Omeopatia

A chi fa tanto paura l’Omeopatia?

Fonte: quotidianosanità.it


CATEGORIE: Omeopatia

omeopatia

Gentile Direttore,

 

la lettera che il 26 maggio la Sua testata ha pubblicato rispetto alla presunta “assurda rimborsabilità dei prodotti omeopatici” da parte della Regione Toscana necessita di una replica da parte delle più rappresentative società scientifiche del settore.

 

La trasmissione “Presa Diretta” a cui si fa riferimento, che è stata costruita e impostata per sostenere una posizione evidentemente preconcetta rispetto all’omeopatia, in totale assenza di contraddittorio in studio e violando tutti i principi di deontologia giornalistica, non è commentabile da chiunque sia dotato di un minimo di onestà intellettuale.

 

Al palese squilibrio informativo - con oltre 3/4 del minutaggio della trasmissione impegnato a tentare di censurare una pratica medica cui si rivolgono milioni di cittadini italiani e circa 100 milioni in Europa, che secondo le tesi della trasmissione sarebbero tutti indistintamente "stupidi", "creduloni" e "ignoranti" - si sono aggiunte informazioni false, tra cui lo studio australiano al quale si è fatto riferimento e si continua a fare riferimento da chiunque voglia dimostrare l’inconsistenza della medicina Omeopatica.

 

 

Questo è un lavoro – e non uno studio scientifico, dal momento che non è mai stato sottoposto a revisione né pubblicato su alcuna rivista (ma si sa, la EBM certuni la usano solo quando fa comodo ai loro affari) – spesso sbandierato anche da illustri personaggi istituzionali che lo hanno preso come “faro” a dimostrazione delle loro convinzioni per decretare – un’ennesima volta – “la fine dell’omeopatia”. Trascurano però il fatto che tale lavoro è firmato dalla NHMRC Australiana, ente che si trova attualmente denunciato e sotto indagine da parte dell’Ombudsman del Commonwealth proprio per il gran numero di irregolarità con cui è stata condotta quella revisione.

 

Tra l’altro la prima revisione (2012) era risultata favorevole all’omeopatia, ma mai pubblicata nonostante il parere entusiastico del supervisore, Prof. Fred Mendelsohn; la seconda revisione (2015) ha utilizzato invece una metodologia arbitraria che è stata contestata da due esperti indipendenti e dalla Cochrane australasiatica. Inoltre, a dispetto delle linee guida adottate proprio da NHMRC nella Commissione del rapporto australiano non figura nemmeno un esperto in omeopatia. Orbene, per prendere a riferimento questo lavoro ci va davvero molto “coraggio”.

 

Per contro, la trasmissione ha volutamente – guarda caso - ignorato i lavori della Commissione Pubblica Svizzera, che pochi mesi prima ha raggiunto conclusioni esattamente opposte a disposizione della Redazione stessa.

 

E’ sconcertante come una notizia non verificata e non approfondita venga utilizzata e diffusa dai media che creano così lo scoop evitando di diffondere robuste repliche che ne sconfessino l’attendibilità e marchiando di infamia l’oggetto della notizia.

 

Ma ancor più sconcertante è che medici e scienziati adottino lo stesso criterio di superficialità a uso e consumo delle loro convinzioni: un modus operandi che è difficile sia riservato solo alle questioni omeopatiche, continuando a far riferimento all’unica metanalisi negativa per l’omeopatia, quella del 2005 di Shang, anch’essa criticata per “forte pregiudizio editoriale” e zeppa di errori metodologici, a fronte di altre 5 che negano che l’effetto terapeutico riscontrato nell’uso di farmaci omeopatici possa essere attribuito al solo effetto placebo.

 

Per quanto riguarda la Regione Toscana e la rimborsabilità delle prestazioni delle MNC presso gli ambulatori pubblici, sorprende che questa Regione da una parte sia stata sempre considerata una delle pochissime virtuose per la qualità del Servizio Sanitario offerto ai suoi cittadini e a tutt’oggi esempio e riferimento per il nostro Paese, e dall’altra, per aver promosso e confermato tali attività omeopatiche malgrado le sue valutazioni di costi/benefici, di gradimento e di efficacia sia contemporaneamente considerata “censurabile”.

 

Produrremo ancora una volta la mole di lavori scientifici che in tutto il mondo sono stati pubblicati e le strategie OMS dove “le medicine tradizionali” sono definite un caposaldo dell’assistenza sanitaria nel mondo.

 

In ultimo, qualche considerazione sull’effetto placebo. A parte il fatto che si curano omeopaticamente bambini, animali e piante sui quali è impossibile invocare l’effetto placebo, segnaliamo che in genere i malati fanno la prima richiesta di intervento sulla loro salute alla medicina accademica e quando non risolvono nulla o i farmaci loro prescritti devono essere sospesi per effetti indesiderati gravi si rivolgono all’omeopata. Poiché l’effetto placebo per definizione è insito in qualsiasi terapia, non si capisce perché esso di dovrebbe attivare solo con l’omeopatia e non con l’allopatia. Perché dopo aver provato e riprovato con numerosi specialisti senza risultato un paziente dovrebbe guarire con l’effetto placebo al primo rimedio prescritto da un omeopata? Un quesito interessante, degno di essere studiato seriamente da tutti noi insieme e non solo da quegli “uomini di scienza” che negano un fenomeno solo perché non se lo sanno spiegare, atteggiamento anti-scientifico per definizione.

 

Gli attacchi e l’accanimento contro questo sistema di salute ci stanno rendendo più forti e coesi: a chi diamo fastidio, ci chiediamo? All’imponente mercato dei farmaci tradizionali a cui sottraiamo una piccola fetta di fatturato? Forse facciamo paura perché approfondiamo da sempre la complessità del malato, attribuendogli la dignità di persona che soffre, sottraendolo ad un riduzionismo esasperato sull’organo malato dilagante negli ultimi decenni, che sta preparando la strada a quello che entusiasticamente viene già chiamata “medicina di precisione” e personalizzata rivolta ai geni “difettosi”, neanche fossero parti di un’automobile da riparare? Rimarremo allora solo noi a curare i malati?

 

AMIOT – Associazione Medica Italiana di Omotossicologia

 

COII - Centro Omeopatico Italiano Ippocrate

 

FIAMO – Federazione Italiana Associazioni e Medici Omeopati

 

LUIMO – Ass per la Libera Università Internaz di Medicina Omeopatica "Samuel Hahnemann"

 

OMEOMEFAR – Associazione Medici e Farmacisti Omeopati

 

SIOMI – Società Italiana di Omeopatia e Medicina Integrata

 

SMB – Società Medica Bioterapica Italiana

 

SIOV – Società Italiana di Omeopatia Veterinaria



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione

Vaccini: tutti i rapporti tra Ricciardi e le case farmaceutiche 10 DIC 2018 DENUNCIA SANITARIA
In vaccino... veritas 7 DIC 2018 VACCINAZIONI
Vaccini pediatrici. La vittoria di Kennedy contro l’HHS 5 DIC 2018 VACCINAZIONI
La vita di Timothy Field Allen [Maestro dell'Omeopatia] 30 NOV 2018 OMEOPATIA
Omeopati: "Tra visite lampo e fake news medicina perde di vista l'uomo" 5 OTT 2018 OMEOPATIA
Vaccini: non basta l’efficacia, ci vuole anche la sicurezza 3 OTT 2018 VACCINAZIONI
Genova: medico minaccia di morte figli di genitori free-vax. Codacons lo denuncia in procura e all’ordine dei medici 13 AGO 2018 VACCINAZIONI
Vaccini: Codacons pronto a denunciare l'associazione nazionale presidi 13 AGO 2018 VACCINAZIONI
L'Omeopatia fa bene allo sport 27 LUG 2018 OMEOPATIA
Vaccini: Tribunale di Roma proscioglie Codacons e Carlo Rienzi da accuse di diffamazione mosse da Ricciardi 14 GIU 2018 VACCINAZIONI
Colpo di scena: Ricciardi apre all’Omeopatia istituendo un tavolo tecnico 1 GIU 2018 OMEOPATIA
Giornata Internazionale dedicata alla consapevolezza del danno da vaccino 1 GIU 2018 VACCINAZIONI
"L'omeopatia e le sue prime battaglie". Intervista al prof. Paolo Bellavite 18 MAG 2018 OMEOPATIA
Sospensione dell'obbligo vaccinale: la proposta di legge diventa realtà 16 MAG 2018 VACCINAZIONI
ADHD: “Aumento di diagnosi dovuto al marketing, non alla medicina” 27 APR 2018 INFANZIA
Il sindacato degli insegnanti prepara il ricorso contro il decreto Lorenzin 21 AGO 2017 VACCINAZIONI
Vaccini: istanza in caso di invito al centro vaccinale 21 AGO 2017 VACCINAZIONI
Le analisi delle fiale dei vaccini 21 LUG 2017 VACCINAZIONI
Un’alternativa all’attuale decreto vaccini? "Ecco la nostra proposta" 14 LUG 2017 VACCINAZIONI
Decreto vaccini: interviene Franco Berrino 3 LUG 2017 VACCINAZIONI
Codacons, "un dirigente Glaxo può firmare atti pubblici?" 12 GIU 2017 DENUNCIA SANITARIA
Vaccini: il Codacons sta per svelare i documenti segreti dell'AIFA sulle reazioni avverse 29 MAG 2017 VACCINAZIONI
AIFA: antidepressivi per minori inefficaci e pericolosi 24 MAG 2017 DENUNCIA SANITARIA
Obbligo vaccini a scuola. Codacons: "ricorso a Corte Europea dei diritti dell'uomo" 12 MAG 2017 VACCINAZIONI
Vaccini, le famiglie a Rossi: "Chiarezza e libertà per i bambini altrimenti rinunceremo agli asili" 1 MAR 2017 VACCINAZIONI
Marzo e aprile 2017 - Seminari “Prevenzione e Cura delle patologie primaverili con: omeopatia, oligoterapia, fitoembrioterapia” 24 FEB 2017 CONVEGNI
22 Marzo 2017 – Convegno “Homeopathy in cancer treatment” 22 FEB 2017 CONVEGNI
La medicina non convenzionale fa risparmiare la Toscana 17 FEB 2017 OMEOPATIA
Come scegliere il miglior medicinale a base di erbe in commercio 15 FEB 2017 SALUTE
Bimbo con meningite in Toscana, la prova del caos vaccini? 19 DIC 2016 VACCINAZIONI

Tutti gli articoli di Redazione







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione