Denuncia sanitaria

01/02/2011

Certificati medici online obbligatori: è caos

di Alessia Ferla


CATEGORIE: Denuncia sanitaria

computer medici
In vigore da oggi il provvedimento sull'obbligo di trasmissione via telematica dei certificati di malattia

A poche ore dall'entrata in vigore del provvedimento sull'obbligo di trasmissione via telematica dei certificati di malattia voluto dal ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione Renato Brunetta, il sistema non è riuscito a sostenere il gran numero di connessioni tentate dai medici ed è andato il tilt.

Il segretario della Federazione dei medici di famiglia Fimmg Giacomo Milillo, afferma che il sito  è bloccato già da ieri sera mentre per una risposta dal call center si impiegano fino a 18 minuti.  Milillo critica quindi il ministro Renato Brunetta per aver rifiutato di rinviare l'entrata in vigore delle nuove norme che prevedono pesanti sanzioni per i camici bianchi (fino alla revoca della convenzione per i medici di famiglia o di sospensione dal servizio) se non si mettono in condizione di rispondere ai cittadini.


Nel giorno in cui partono le sanzioni a carico dei medici che non invieranno all'Inps i certificati medici online, a denunciare la situazione di caos sono anche Massimo Cozza, segretario nazionale Fp Cgil Medici, e Nicola Previti, coordinatore nazionale Fp Cgil Medici Medicina Generale.
“Questa mattina il sistema di trasmissione on line dei certificati medici è andato in tilt, non reggendo all'urto della marea di connessioni dovute all'entrata a regime della sanzione di licenziamento per i medici convenzionati”, spiegano i sindacalisti.

“La flessibilità mostrata in extremis dal Ministro Brunetta, ieri pomeriggio con una nota e stamane a Canale 5 - aggiungono i sindacalisti in una nota - non corrisponde alla rigidità delle norme riguardanti le sanzioni, che colpiscono i medici convenzionati, sui quali incombe la mannaia del licenziamento, ma che avranno ricadute negative anche per i medici ospedalieri, ai quali i cittadini potrebbero impropriamente rivolgersi per ottenere il certificato cartaceo. Lunghe attese al call-center con ritardi e disagi nell'assistenza ai cittadini. Il sistema non è ancora entrato a regime ed è arrivato il momento anche per il Ministro Brunetta di prenderne atto e intervenire per evitare il caos”.

Comunque, come riferisce il ministero della funzione pubblica, nessuna sanzione scatterà oggi nei confronti dei medici che nella giornata inaugurale del sistema di trasmissione telematica obbligatoria dei certificati medici non siano riusciti a mandare il certificato a causa del mancato funzionamento del server centrale Inps, a cui i medici di medicina generale e tutti gli altri medici del servizio sanitario nazionale devono inviare da oggi obbligatoriamente i certificati di malattia on line.








Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Alessia Ferla

Gli usi e le proprietà benefiche del finocchio 4 MAR 2020 ALIMENTAZIONE
India: scelta l'Omeopatia contro il Coronavirus 31 GEN 2020 OMEOPATIA
Gli Usa vietano le sigarette elettroniche (con alcune eccezioni) 3 GEN 2020 DENUNCIA SANITARIA
Le sigarette elettroniche aumentano il rischio di malattie respiratorie 20 DIC 2019 SALUTE
I benefici del peperoncino per la salute di cuore e cervello 20 DIC 2019 ALIMENTAZIONE
Fegato: i problemi possono essere causati dai farmaci 11 DIC 2019 MEDICINA PREVENTIVA
A Milano il primo ospedale dedicato alla salute delle donne 4 DIC 2019 SALUTE
Sugar e plastic tax: cosa ne pensano gli italiani? 2 DIC 2019 ATTUALITà
Il Messico nega l'ingresso di mille tonnellate di glifosato nel Paese 29 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Gravidanza e prima infanzia: buone pratiche più diffuse ma si può migliorare 27 NOV 2019 INFANZIA
Gli adolescenti di tutto il mondo sono troppo sedentari 25 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Le aree verdi in città allungano la vita 22 NOV 2019 SALUTE
Gli animali domestici allontanano ansia e depressione 20 NOV 2019 ANIMALI
I cambiamenti climatici colpiranno la salute dei bambini che nascono oggi 18 NOV 2019 INFANZIA
I contraccettivi ormonali aumentano il rischio di ansia e depressione 18 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Leggere e scrivere protegge dalla demenza e rafforza il cervello 15 NOV 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Correre allunga la vita e riduce il rischio di morte 13 NOV 2019 SALUTE
I Pfas alterano anche la fertilità femminile 11 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Il sonno purifica il cervello eliminando le tossine 8 NOV 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Dieci buoni motivi per praticare lo yoga ogni giorno 8 NOV 2019 SALUTE
Smartphone e tablet modificano il cervello dei bambini 6 NOV 2019 INFANZIA
Salute e conflitti di interesse: studenti di Medicina corteggiati dalle aziende 4 NOV 2019 DENUNCIA SANITARIA
Lo sport protegge il cuore dei pazienti oncologici 30 OTT 2019 SALUTE
Cellulari e salute: la Francia sceglie la strada della precauzione 28 OTT 2019 SALUTE
Vitamina D: boom di carenza tra gli adolescenti italiani 25 OTT 2019 SALUTE
Talco cancerogeno: la Johnson&Johnson ritira 33mila confezioni con amianto 21 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Come combattere la depressione con una dieta sana 18 OTT 2019 ALIMENTAZIONE
In Italia record di decessi prematuri per inquinamento. Padova prima in Europa per PM10 18 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Migliaia di microplastiche nei tappi delle bottiglie di acqua minerale 16 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Cancro, una lettera aperta agli oncologi: “Non si sottovaluti l'inquinamento ambientale” 14 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA

Tutti gli articoli di Alessia Ferla


Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione