Omeopatia

Cemon: "Da Unda campagna denigratoria contro di noi"


CATEGORIE: Omeopatia

omeopatia
Cemon: 'Da Unda campagna denigratoria contro di noi'

In un comunicato l'azienda omeopatica Unda ha riferito che il 25 luglio scorso si è interrotta, dopo oltre 40 anni, la collaborazione con Ce.M.O.N. , per iniziativa di quest'ultima.

Ecco il testo del comunicato firmato da Bertrand Duquesne, Amministratore Delegato UNDA

“UNDA ha operato per più di 40 anni in collaborazione con Ce.M.O.N. per mettere a disposizione di medici e pazienti italiani medicinali sicuri ed efficaci. Questa collaborazione è purtroppo terminata il 28 luglio 2015 su iniziativa di Ce.M.O.N.

Attenzione, può capitare che alcuni prodotti che riportano il marchio UNDA® o UNDA® - DYNAMIS commercializzati in Italia da Ce.M.O.N. non siano stati prodotti da UNDA né sotto il suo controllo e nemmeno con la sua autorizzazione.

In particolare si tratta di prodotti fabbricati a partire dal mese di agosto 2015 e che quindi arriveranno a scadenza a partire dal mese di agosto 2020.
Di conseguenza, UNDA respinge ufficialmente qualsivoglia responsabilità farmaceutica o commerciale correlata a tali prodotti. Eventuali reclami e casi di farmacovigilanza riguardanti questi prodotti dovranno essere trasmessi a Ce.M.O.N. e/o alle autorità competenti.
Per qualsiasi dubbio, non esitate a contattarci via e-mail all’indirizzo info@unda.be, o telefonicamente al numero 0032 4 384 43 09.

A UNDA sta molto a cuore la fornitura dei suoi prodotti in Italia e farà tutto il possibile per far valere i propri diritti e rendere disponibili i propri medicinali nelle migliori condizioni e nei tempi più brevi possibili”.

In merito a tale vicenda, l'11 dicembre scorso Cemon - Presidio Omeopatia Italiana ha diffuso un comunicato ufficiale in cui si legge:

“Per il rispetto dovuto e sempre manifestato a tutti coloro, Distributori, Farmacisti, Medici e Clienti, che in questi anni hanno collaborato, a vari livelli, con la nostra azienda, e nella tradizione di correttezza e trasparenza che ci ha sempre contraddistinto, riteniamo di dover fornire una puntualizzazione sulla grave vicenda di cui Unda dimenticando gli accordi stipulati, si è resa autrice, avviando contro di noi una campagna denigratoria con la diffusione di messaggi contenenti notizie ed affermazioni non rispondenti al vero e gravemente calunniose.

A tutti voi è noto che la Cemon è licenziataria esclusiva della Unda, sia per la produzione che per la commercializzazione di medicinali omeopatici, con diritto esclusivo per l'Italia di avvalersi di quel marchio.

Per strategie che non ci sono allo stato note – ma che comunque sono intuibili se si conoscono i soci che le hanno decise – la Unda ha organizzato un piano diretto a provocare l'interruzione del rapporto commerciale con Cemon, cosa che è avvenuta per esclusiva colpa di Unda. La Unda, non paga di ciò, sta accampando dei diritti che, in base a quegli accordi, non le spettano. In conseguenza, fino a quando non interverranno delle pronunzie giudiziarie sul contenzioso già avviato, la Cemon resta l'unica legittimata a realizzare, diffondere e distribuire i prodotti a marchio CEMON, UNDA e DYNAMIS, anche in virtù dell'esclusiva titolarità dell'autorizzazione all'immissione in commercio, secondo le vigenti norme farmaceutiche.

Provvederemo a diffidare la Unda dal proseguire in tali gravi atti di concorrenza sleale ed a difendere in ogni sede i nostri diritti e quelli dei consumatori, sia nei confronti di Unda che di coloro che se ne renderanno coautori e responsabili.

Abbiamo constatato che in qualche farmacia sono stati illegalmente posti in vendita prodotti che recano il marchio Unda – tra l'altro confezionati senza il tubo in vetro – fabbricati presumibilmente all'estero – la cui commercializzazione in Italia costituisce grave violazione del nostro diritto di privativa. Fatto ancor più grave, alcuni di questi prodotti recano la denominazione “Cemon – Unda”, creando così grave confusione nei rivenditori e nei consumatori. Vi invitiamo perciò a diffidare di quei prodotti, dai quali Cemon prende le distanze, e ad evitarne l'acquisto, al fine di lasciare ogni responsabilità a chi li sta diffondendo.

Ricordiamo che la Cemon è l'unico legittimo soggetto autorizzato alla immissione in commercio dei prodotti omeopatici a marchio Unda e come tale, contrariamente a quanto affermato da Unda è, ed è sempre stato, l'unico responsabile in termini di Farmacovigilanza, sul territorio italiano.

Grazie per la vostra collaborazione nel segnalarci tempestivamente ogni informazione utile a riconoscere azioni fraudolente (info@cemon.eu – numero verde 800 884051 – fax 081 3953244).

Cemon – Presidio Omeopatia Italiana – dal 1971 soggetto pionieristico e garante nel circuito virtuoso dell'atto medico omeopatico”.



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  o o x x x  | Votazioni (1)

Articoli di Redazione

Le analisi delle fiale dei vaccini 21 LUG 2017 VACCINAZIONI
Un’alternativa all’attuale decreto vaccini? "Ecco la nostra proposta" 14 LUG 2017 VACCINAZIONI
Decreto vaccini: interviene Franco Berrino 3 LUG 2017 VACCINAZIONI
Codacons, "un dirigente Glaxo può firmare atti pubblici?" 12 GIU 2017 DENUNCIA SANITARIA
Vaccini: il Codacons sta per svelare i documenti segreti dell'AIFA sulle reazioni avverse 29 MAG 2017 VACCINAZIONI
AIFA: antidepressivi per minori inefficaci e pericolosi 24 MAG 2017 DENUNCIA SANITARIA
Obbligo vaccini a scuola. Codacons: "ricorso a Corte Europea dei diritti dell'uomo" 12 MAG 2017 VACCINAZIONI
Vaccini, le famiglie a Rossi: "Chiarezza e libertà per i bambini altrimenti rinunceremo agli asili" 1 MAR 2017 VACCINAZIONI
Marzo e aprile 2017 - Seminari “Prevenzione e Cura delle patologie primaverili con: omeopatia, oligoterapia, fitoembrioterapia” 24 FEB 2017 CONVEGNI
22 Marzo 2017 – Convegno “Homeopathy in cancer treatment” 22 FEB 2017 CONVEGNI
La medicina non convenzionale fa risparmiare la Toscana 17 FEB 2017 OMEOPATIA
Come scegliere il miglior medicinale a base di erbe in commercio 15 FEB 2017 SALUTE
Bimbo con meningite in Toscana, la prova del caos vaccini? 19 DIC 2016 VACCINAZIONI
Moige: "coercitivo e discriminante l'obbligo di vaccinazione in Emilia Romagna" 25 NOV 2016 VACCINAZIONI
Codacons: mobilitazione per ottenere solo i 4 vaccini obbligatori 25 NOV 2016 VACCINAZIONI
Codacons: "incostituzionale l'obbligo di vaccinazione in Emilia Romagna" 23 NOV 2016 VACCINAZIONI
Resistenza agli antibiotici, cosa sta facendo il Governo? 22 NOV 2016 DENUNCIA SANITARIA
Veneto, PFAS e altri PFC mettono a rischio la salute 16 NOV 2016 DENUNCIA SANITARIA
Bimbo rimase sordo dopo un vaccino inefficace. Maxi risarcimento alla famiglia 27 OTT 2016 VACCINAZIONI
Vaccini: codacons avvia class action per famiglie che segnalano danni da vaccino 25 OTT 2016 VACCINAZIONI
Seminario “La relazione di aiuto – Nuove frontiere in Floriterapia” 12 OTT 2016 CONVEGNI
Vaccini, "censura inaccettabile": Codacons denuncia il Senato 3 OTT 2016 VACCINAZIONI
Conflitti di interesse in oncologia: ecco i numeri 12 SET 2016 DENUNCIA SANITARIA
Terremoto: anche l'omeopatia in aiuto alle persone colpite 31 AGO 2016 OMEOPATIA
Rimedi omeopatici per il mal di pancia nei bambini 3 AGO 2016 OMEOPATIA
Il test anticorpale: la scelta alternativa alle vaccinazioni per gli animali 28 LUG 2016 ANIMALI
Elogio dell'Omeopatia 16 MAG 2016 OMEOPATIA
Omeopatia: "maggiore attenzione da parte delle istituzioni" 13 APR 2016 OMEOPATIA
Rimedi omeopatici per i dolori causati dal cancro 1 MAR 2016 OMEOPATIA
Pesticidi: associazioni chiedono la messa la bando del glifosato 29 FEB 2016 DENUNCIA SANITARIA

Tutti gli articoli di Redazione







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione