Denuncia sanitaria

Napoli: arrestato primario del Cardarelli


CATEGORIE: Denuncia sanitaria

cardarelli
Napoli: arrestato primario del Cardarelli

Pazienti trasferito dal Cardarelli di Napoli (il più grande ospedale del Mezzogiorno) a Villa del Sole, clinica privata nella zona collinare del Vomero. Questa l'ipotesi avanzata dai magistrati partenopei che questa mattina ha portato all'esecuzione di 13 misure cautelari nei confronti di medici e personale paramedico partenopea.

Al centro dell'inchiesta vi è il primario di ortopedia del Cardarelli, Paolo Iannelli, unica persona condotta in carcere.  La procura ha spiegato che il primario è accusato, tra l'altro, di aver prospettato ai malati ricoverati al Cardarelli tempi di attesa molto lunghi per essere curati, e di averli persuasi a chiedere un trasferimento alla clinica privata, dove lavorava come medico, per essere operati più rapidamente.

Secondo la procura, le persone coinvolte - medici, paramedici e amministratori della clinica privata partenopea Villa del Sole e del reparto di Ortopedia del Cardarelli - sono accusate a vario titolo di concussione, falso, truffa aggravata, peculato e omicidio colposo.

Guardia di Finanza e carabinieri dei Nas hanno eseguito due arresti, oltre a quello di Iannelli, tre divieti di dimora nella provincia di Napoli e sette obblighi di firma, e hanno effettuato 42 perquisizioni e un sequestro preventivo di 730.000 euro. L'inchiesta è nata da una serie di controlli effettuati dalle Fiamme Gialle sulle prestazioni in regime di intramoenia. I carabinieri del Nas successivamente hanno svolto una serie di verifiche sui ricoveri e sugli interventi chirurgici eseguiti al Cardarelli.

Dalle indagini è emerso inoltre che venivano falsificate cartelle cliniche e relative schede di dimissione ospedaliera, ma anche documenti sulla composizione dell'equipe chirurgica di sala operatoria. Nel corso delle indagini sono stati ascoltati centinaia di pazienti.

“L'operazione dei Carabinieri del Nas e della Guardia di Finanza di questa mattina a Napoli e in altre città d'Italia conferma l'esistenza di aree di illegalità e corruzione all'interno delle strutture del servizio sanitario nazionale” - spiega in una nota il ministro della Salute Renato Balduzzi. “Chi non rispetta le regole ruba la salute ai cittadini, oltre che le risorse al Sistema sanitario nazionale”.

“Bisogna tenere altissima la guardia perché le tentazioni sono molteplici”, prosegue Balduzzi, che definisce l'operazione di Napoli “emblematica perché ha permesso di far luce su una rete preoccupante di medici, paramedici e amministratori sanitari che hanno inquinato le relazione tra medico e paziente costruendo un sistema di illegalità nelle prestazioni sanitarie in regime di intramoenia”.



Hai un account google? clicca su:







Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Alessia Ferla

Dal cioccolato alla barbabietola, dalla natura un valido aiuto contro le malattie 9 SET 2015 ALIMENTAZIONE
Kazakistan: il mistero dell'epidemia di sonno a Kalachi 27 FEB 2015 DENUNCIA SANITARIA
Non c'è posto in 3 ospedali di Catania. La neonata Nicole muore in ambulanza 13 FEB 2015 DENUNCIA SANITARIA
Vitamina D: i consigli per fare il pieno in estate 6 GIU 2014 SALUTE
Torino: donna muore dopo aborto con Ru486. Si indaga sulle cause del decesso 11 APR 2014 ATTUALITà
Lazio: perché il parto in casa resta un miraggio? 31 MAR 2014 SALUTE
Sigarette: ecco le 40 malattie provocate dal fumo 24 GEN 2014 SALUTE
Erbe medicinali cinesi, un aiuto naturale contro il diabete 20 GEN 2014 SALUTE
Omeopatia, un valido aiuto contro ansia e disturbi del sonno 13 GEN 2014 OMEOPATIA
Sanità in tempi di crisi: gli italiani rinunciano a cure mediche e dentista 12 DIC 2013 SALUTE
7 Milioni di italiani saltano la colazione. Quali rischi per la salute? 5 DIC 2013 SALUTE
Epatite A: frutti di bosco surgelati sotto accusa 12 NOV 2013 DENUNCIA SANITARIA
Endometriosi e pesticidi, quale legame? 5 NOV 2013 DENUNCIA SANITARIA
Cavie umane in India, verso il blocco dei test sui farmaci 25 OTT 2013 DENUNCIA SANITARIA
Conflitto di interessi e sicurezza alimentare: Efsa sotto accusa 13 SET 2013 DENUNCIA SANITARIA
Ogm: il Senato approva la clausola di salvaguardia 23 MAG 2013 ALIMENTAZIONE
Multinazionali del cacao: Oxfam denuncia sfruttamento e discriminazione delle lavoratrici 5 APR 2013 ATTUALITà
Caro bebè, quanto mi costi? Ecco i modi per risparmiare 14 MAR 2013 INFANZIA
Scandali alimentari: si allarga il caso della carne di cavallo 19 FEB 2013 ALIMENTAZIONE
Romania: bimbi legati ai letti in ospedale pediatrico 6 FEB 2013 INFANZIA
Mare toscano: mercurio nel pesce 23 GEN 2013 DENUNCIA SANITARIA
Energy drink: in aumento i casi di emergenza 21 GEN 2013 DENUNCIA SANITARIA
Ginseng, l'alternativa naturale al Viagra 10 GEN 2013 SALUTE
Aflatossine nel latte: l'analisi di Altroconsumo 10 GEN 2013 SALUTE
Perché le diete falliscono? 8 GEN 2013 ALIMENTAZIONE
Abuso di analgesici: quali rischi? 12 DIC 2012 SALUTE
Sindrome di Quirra: riesumate altre salme 10 DIC 2012 DENUNCIA SANITARIA
Influenza: no all'abuso di antibiotici. Come prevenirla e curarla a tavola 22 NOV 2012 SALUTE
Fitness in piscina, toccasana per il cuore 16 NOV 2012 MEDICINA PREVENTIVA
Fukushima: alti livelli di radioattività nel pesce 13 NOV 2012 DENUNCIA SANITARIA

Tutti gli articoli di Alessia Ferla







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione