Alimentazione

Più belle con la zucca

Fonte: terranauta.it


CATEGORIE: Alimentazione , Salute

zucca
La zucca, alleata di bellezza

Rotonda, lunga, arancione e verde, ma sempre dolce, la zucca è probabilmente il più grande ortaggio che esista in natura. Originaria dell’America Latina, la cucurbita pepo, questo il suo nome in latino, prima di oggi era forse più nota come simbolo di Halloween o come ingrediente di famose ricette, soprattutto in Nord Italia, che per le sue qualità terapeutiche-cosmetiche, già conosciute, invece, nell’antichità, da diverse civiltà, tra cui la cinese e l’atzeca.

Solo 17 calorie per 100 grammi, la zucca si rivela un ottimo alimento dietetico, con un giusto apporto di fibre, dalle proprietà rinfrescanti, antisettiche, lassative ed emollienti. Questo poetico ortaggio dal colore arancio si distingue, inoltre, per essere ricco di ferro, zinco, calcio e potassio, necessario per la trasmissione degli impulsi nervosi, la sintesi di alcuni enzimi e per il mantenimento idrico dell’organismo e delle mucose. La presenza di minerali e di una consistente dose di vitamina A rende la zucca uno dei prodotti naturali più quotati e utilizzati dalle ultime ricerche nel mondo della cosmesi.

La vitamina A, indispensabile per il rinnovamento delle cellule, grazie alle sue qualità antiossidanti che combattono i radicali liberi, aiuta nel trattamento di tutti i tipi di pelle, da quella più giovane a quella più matura, bisognosa di aumentare il livello di tonicità ed elasticità.

Ma quali sono le parti più utilizzate della zucca per specifici trattamenti della pelle?

In realtà della zucca, per i nostri fini, non va sprecato nulla, ogni parte, polpa, semi e buccia, ha una sua propria facoltà “curativa”.

Ad esempio, i suoi semi, praticamente una riserva naturale di zinco, sono risultati molto efficaci contro l’acne. Per una cura mirata si consiglia di prenderne per via orale una manciata al giorno.

La buccia, invece, può essere un valido aiuto in caso di scottature superficiali.

Mentre se si vuole ottenere una maschera purificante e rassodante per il viso, si triturano i semi e si aggiungono alla polpa, leggermente ammorbidita facendola appena scottare con dell’acqua o al vapore, e a un po’ di miele. Una volta ottenuta una crema densa, la si stende sul viso con leggeri massaggi e la si tiene per almeno 15 minuti. Dopo il risciacquo la vostra pelle avrà un altro aspetto.

Se la polpa viene utilizzata sola, ha un effetto lenitivo, utile per infiammazioni cutanee. Da un impasto di sola polpa e miele, invece, si ricava una buona maschera emolliente.

La polpa di questo magnifico ortaggio, da studi recenti, è risultata avere anche funzioni preventive anticancerogene, sembra grazie all’elevato contenuto di carotenoidi.



Hai un account google? clicca su:







Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione