Denuncia sanitaria

Farmaco Lipobay/Baycol: in Argentina la Bayer condannata a pagare un indennizzo


CATEGORIE: Denuncia sanitaria

bayer
Farmaco Lipobay/Baycol: in Argentina la Bayer condannata a pagare un indennizzo

In Argentina la compagnia farmaceutica Bayer è stata condannata a pagare un indennizzo di 968.000 pesos (circa 206.000 dollari) ad una vittima del farmaco anticolesterolo Lipobay/Baycol. La vittima, Flavio Rein, ha sofferto danni irreparabili alla muscolatura, disturbi visivi e danni ai reni dopo aver usato il farmaco per un mese soltanto.

A renderlo noto è la Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer (CBG Germania) in un comunicato pubblicato oggi .

Il processo è durato oltre nove anni. Nell'agosto 2012 la Corte di Appello di Buenos Aires, confermando il giudizio dell'anno precedente, ha stabilito che la Bayer non ha fornito ai dottori né ai pazienti, adeguate informazioni riguardo ai rischi connessi all'uso del farmaco. La sentenza è diventata esecutiva la scorsa settimana.

Il Lipobay è stato prescritto a Flavio Rein nel 1998, per un livello leggermente alto di colesterolo. Rein - che a parte questo problema, era perfettamente sano e correva tutti i giorni - non poté più camminare per cinque mesi a causa del danno muscolare. Tuttora è fisicamente disabile e la vista, in un occhio, è ridotta al 30%.

Patricia Venegas, avvocato di Flavio Rein e professoressa di legge all'Università di Buenos Aires, ha affermato: “All'ultimo momento la Bayer ha tentato di non giungere alla sentenza offrendo del denaro, ma lo ha fatto con 14 anni di ritardo. Flavio Rein ha avuto il coraggio di dire di no alla Bayer!”.

“Una condanna contro la Bayer – ha spiegato Philipp Mimkes, della Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer (CBG Germania) era attesa da molto tempo. Documenti interni della Compagnia dimostrano che i direttori responsabili accettavano tacitamente le possibilità di seri danni alla salute dei pazienti, giungendo ad ignorare anche segnali provenienti dai loro stessi studiosi. La condanna è una grossa soddisfazione per tutti coloro che sono stati danneggiati”.

Si tratta della seconda volta in tutto il mondo, secondo Argentinian media, che la Compagnia è stata condannata per il Lipobay/Baycol. Negli Stati Uniti, dove vi sono stati parecchi morti, non sono mai state emesse sentenze definitive anche se la Corte Suprema, lo scorso anno, ha accettato una class action contro la Bayer. La compagnia farmaceutica ha già pagato più di un miliardo di dollari di indennizzo a vittime del Lipobay, ma questi accordi privati non riconoscevano la responsabilità della Bayer.



Hai un account google? clicca su:







Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x x  | Votazioni (1)

Articoli di Redazione InformaSalus.it

Bambini non vaccinati: a Cuneo presentati 13 ricorsi 16 FEB 2018 VACCINAZIONI
Attività fisica: insufficiente per 8 ragazzi su 10 14 FEB 2018 SALUTE
Vaccini: a Bolzano niente multe dopo la scadenza 14 FEB 2018 VACCINAZIONI
Vaccini e conflitto di interessi: il Tribunale di Roma dà ragione al Codacons 12 FEB 2018 VACCINAZIONI
Antinfiammatori: il 15% di chi li assume supera le dosi massime 12 FEB 2018 DENUNCIA SANITARIA
Ictus e infarto: l’emicrania è un importante fattore di rischio 9 FEB 2018 SALUTE
Trasporti marittimi: le emissioni causano 400.000 morti premature 9 FEB 2018 DENUNCIA SANITARIA
Ibuprofene e paracetamolo: gli effetti psicologici degli antidolorifici 7 FEB 2018 DENUNCIA SANITARIA
Il potere antinfiammatorio della curcuma contro demenza e depressione 7 FEB 2018 MEDICINA PREVENTIVA
Tumori: malattie croniche responsabili del 20% dei nuovi casi 5 FEB 2018 SALUTE
Una corsia preferenziale in ospedale per le donne vittime di violenza 2 FEB 2018 SALUTE
Quasi tre milioni di italiani soffrono di depressione 31 GEN 2018 SALUTE
Tribunale di Milano: se i figli sono immuni il genitore può opporsi alle vaccinazioni 31 GEN 2018 VACCINAZIONI
Roma: “restino a scuola i bambini non vaccinati” 31 GEN 2018 VACCINAZIONI
Dieselgate: “cavie umane per testare i gas di scarico” 29 GEN 2018 DENUNCIA SANITARIA
Le sigarette elettroniche aiutano a smettere di fumare? 26 GEN 2018 SALUTE
Gravidanza: i farmaci per la tiroide aumentano il rischio di malformazioni del bambino 26 GEN 2018 DENUNCIA SANITARIA
Salerno: vaccino scaduto ad un bimbo di 8 mesi 24 GEN 2018 VACCINAZIONI
Vaccini obbligatori in Francia: dov’è finita la “libertè”? 22 GEN 2018 VACCINAZIONI
Vaccini, Travaglio: “Che ho detto di scandaloso?” 22 GEN 2018 VACCINAZIONI
Etichette alimentari e allergeni: le nuove direttive Ue 19 GEN 2018 ALIMENTAZIONE
Disturbi del sonno? Un “trucco” per addormentarsi 17 GEN 2018 SALUTE
Bisfenolo A: Ue impone limiti più stringenti 15 GEN 2018 SALUTE
Sospeso bambino non vaccinato: il Tar lo riporta a scuola 15 GEN 2018 VACCINAZIONI
Ansia e depressione: rischio maggiore per chi dorme male 11 GEN 2018 SALUTE
L'ibuprofene può compromettere la fertilità maschile 10 GEN 2018 DENUNCIA SANITARIA
L'abilità che tuo figlio deve imparare per avere successo nella vita 8 GEN 2018 INFANZIA
Francia: scatta l'obbligo di 11 vaccini 8 GEN 2018 VACCINAZIONI
Obesità infantile: diminuisce in Europa, ma l'Italia è tra i peggiori 8 GEN 2018 INFANZIA
Colesterolo e glicemia: una mela al giorno abbassa il rischio 5 GEN 2018 ALIMENTAZIONE

Tutti gli articoli di Redazione InformaSalus.it







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione