Infanzia

Bambini abbandonati in auto, altri due casi negli ultimi giorni


CATEGORIE: Infanzia

polizia

Come è possibile che un genitore possa dimenticare il proprio figlio in macchina o addirittura lasciarlo volontariamente chiuso da solo per ore nel veicolo? È la domanda che si pongono in molti, alla luce dei tragici fatti di cronaca di cui ci è giunta notizia nelle ultime settimane.

Dopo la morte di Elena e quella di un  bimbo di undici mesi entrambi dimenticati in auto dai rispettivi padri, negli ultimi giorni sono avvenuti altri due casi di bambini lasciati in macchina. In questi episodi però non si è trattato di una fatale dimenticanza: i piccoli coinvolti, tutti per fortuna salvati, sono stati volontariamente lasciati all'interno del veicolo.

Il 2 giugno scorso a San Giovanni Valdarno, nell'aretino, una madre ha lasciato il figlio di tre anni in macchina per due ore per andare ad una festa. Verso la mezzanotte alcuni passanti hanno notato la vettura, con a bordo il bambino, posteggiata poco lontano dal luogo della festa e hanno avvertito i Carabinieri. Il bambino è stato tranquillizzato e la donna, che è stata denunciata per abbandono di minore, si è giustificata dicendo che il suo ex marito sarebbe dovuto passare a prendere il piccolo.

Giocare alle slot machines è invece l'assurda motivazione per cui due gemellini di 11 mesi sono stati lasciati dai genitori in auto. L'episodio è avvenuto il 4 giugno scorso a Roma, in via Oderisi da Gubbio, in zona Marconi, dove una 37enne italiana e un 32enne egiziano, per andare a giocare alle slot machines in un locale, hanno lasciato i piccoli in macchina. La coppia si era portata dietro la figlia più grande di due anni.

A salvare i due bambini è stato un negoziante della zona che li ha sentiti piangere, si è reso conto della situazione e ha chiamato il 113. Approfittando di un finestrino un po' aperto gli agenti del Commissariato San Paolo e di alcune volanti hanno prestato soccorso ai bambini che fortunatamente, nonostante il caldo soffocante nell'abitacolo, non avevano avuto malori. La coppia intanto, noncurante dei figli giocava alle slot machines. E a giocare li hanno trovati proprio gli agenti che si erano messi alla ricerca del padre e della madre dei gemelli. I genitori, anche in questo caso, sono stati denunciati per abbandono di minore.










Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x x  | Votazioni (2)

Articoli di Alessia Ferla

Talco cancerogeno: la Johnson&Johnson ritira 33mila confezioni con amianto 21 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Come combattere la depressione con una dieta sana 18 OTT 2019 ALIMENTAZIONE
In Italia record di decessi prematuri per inquinamento. Padova prima in Europa per PM10 18 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Migliaia di microplastiche nei tappi delle bottiglie di acqua minerale 16 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Cancro, una lettera aperta agli oncologi: “Non si sottovaluti l'inquinamento ambientale” 14 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Tatuaggi: sostanze tossiche o cancerogene nel 20% degli inchiostri 11 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Dieta giapponese: i benefici per la salute dell'alimentazione del Sol Levante 9 OTT 2019 ALIMENTAZIONE
Pesticidi: l'esposizione sul posto di lavoro aumenta il rischio di malattie cardiache 7 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Quanta plastica beviamo con una tazza di tè? 4 OTT 2019 DENUNCIA SANITARIA
Quasi un milione di celiaci in Italia: si indaga sulle cause ambientali 30 SET 2019 SALUTE
Tumori in calo in Italia. È la prima volta 27 SET 2019 RICETTE
Bambini e stili di vita: le buone abitudini da imparare da piccoli 23 SET 2019 INFANZIA
Dal cioccolato alla barbabietola, dalla natura un valido aiuto contro le malattie 9 SET 2015 ALIMENTAZIONE
Kazakistan: il mistero dell'epidemia di sonno a Kalachi 27 FEB 2015 DENUNCIA SANITARIA
Non c'è posto in 3 ospedali di Catania. La neonata Nicole muore in ambulanza 13 FEB 2015 DENUNCIA SANITARIA
Vitamina D: i consigli per fare il pieno in estate 6 GIU 2014 SALUTE
Torino: donna muore dopo aborto con Ru486. Si indaga sulle cause del decesso 11 APR 2014 ATTUALITà
Lazio: perché il parto in casa resta un miraggio? 31 MAR 2014 SALUTE
Sigarette: ecco le 40 malattie provocate dal fumo 24 GEN 2014 SALUTE
Erbe medicinali cinesi, un aiuto naturale contro il diabete 20 GEN 2014 SALUTE
Omeopatia, un valido aiuto contro ansia e disturbi del sonno 13 GEN 2014 OMEOPATIA
Sanità in tempi di crisi: gli italiani rinunciano a cure mediche e dentista 12 DIC 2013 SALUTE
7 Milioni di italiani saltano la colazione. Quali rischi per la salute? 5 DIC 2013 SALUTE
Epatite A: frutti di bosco surgelati sotto accusa 12 NOV 2013 DENUNCIA SANITARIA
Endometriosi e pesticidi, quale legame? 5 NOV 2013 DENUNCIA SANITARIA
Cavie umane in India, verso il blocco dei test sui farmaci 25 OTT 2013 DENUNCIA SANITARIA
Conflitto di interessi e sicurezza alimentare: Efsa sotto accusa 13 SET 2013 DENUNCIA SANITARIA
Ogm: il Senato approva la clausola di salvaguardia 23 MAG 2013 ALIMENTAZIONE
Multinazionali del cacao: Oxfam denuncia sfruttamento e discriminazione delle lavoratrici 5 APR 2013 ATTUALITà
Caro bebè, quanto mi costi? Ecco i modi per risparmiare 14 MAR 2013 INFANZIA

Tutti gli articoli di Alessia Ferla







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione