Salute

Arriva l'autunno. Anche per il capelli. Come proteggerli

Fonte: terranauta.it


CATEGORIE: Salute

capelli-autunno
In autunno cadono le foglie, ma non solo: cadono anche i nostri capelli

In autunno cadono le foglie, ma non solo: cadono anche i nostri capelli.

Chi, all’arrivo dei primi freddi, dovesse mettersi in allarme per un improvviso aumento dei capelli trovati sul cuscino o sulla spazzola, può stare tranquillo: si tratta di una fase di breve durata, che il nostro corpo attraversa naturalmente.

Durante l’estate infatti, per quanto curati, i nostri capelli hanno subito una serie di stress, e si sono inariditi, perdendo lucentezza e morbidezza. Inoltre in autunno – come in primavera – è il nostro corpo in generale che ha bisogno di depurarsi e rinnovarsi in vista della stagione fredda.

In questo periodo quindi è bene adottare qualche attenzione in più per la cura dei capelli, e in generale per il nostro corpo.

Diventa più che mai importante eliminare, o almeno sospendere per qualche tempo, alcuni vizi: alcool, caffè, sigarette, cibi molto grassi come fritti o insaccati. Al loro posto, valanghe di frutta e verdura cruda, cereali, alimenti ricchi di iodio e vitamina F (che si trova soprattutto negli oli: di girasole, di semi di grano, di mais, d’oliva). Per prevenire la caduta e il diradamento dei capelli, sì a cereali come il miglio, il germe di grano e il riso integrale.

Un vero toccasana, per i capelli ma anche per la pelle, è il lievito di birra: lo contengono sia svariati preparati da prendere per bocca, sia creme, shampoo e impacchi, che in questa stagione è bene applicare regolarmente. Oltre al lievito di birra sono efficaci anche gli oli di germe di grano, di mandorle e ricino, così come l’henné neutro per i capelli sfibrati e l’ortica per quelli grassi. I capelli risulteranno più pettinabili già al primo lavaggio, e col tempo riacquisteranno corpo e lucentezza.
In caso la caduta dei capelli risulti molto abbondante, è bene comunque affidarsi ai consigli del tricologo, che prescriverà integratori e lozioni più specifiche, a base di cheratina.

E infine, prestare particolare attenzione a consigli che valgono per tutto l’anno: fare un lavaggio delicato, specie se frequente, con prodotti che producano poca schiuma (che non è indice dell’efficacia di uno shampoo, ma piuttosto della sua aggressività). Seguito da un’asciugatura con phon tiepido e colpi di spazzola delicati.
E i capelli ribelli, crespi e opachi saranno solo un ricordo.



Hai un account google? clicca su:







Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)






Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione