Omeopatia

Cos'è Antimonium Crudum?


CATEGORIE: Omeopatia

Antimonium Crudum rimedio omeopatico

DENOMINAZIONE E APPARTENENZA
- Nome Latino: Antimonium crudum
- Natura: protosolfuro di antimonio

DESCRIZIONE: si presenta sotto forma di prismi ortorombici di colore grigio-bluastro, meno brillante e meno pesante dell'antimonio metallico; è privo di odore e di sapore; è insolubile in acqua e in alcool.

DISTRIBUZIONE: è un minerale piuttosto diffuso in natura; spesso è mescolato al solfuro di piombo, di ferro e di arsenico.

COMPOSIZIONE CHIMICA: è un sale dell'acido solfidrico; l'antimonio è un metalloide e i suoi effetti tossici sono simili a quelli dell'arsenico.

PREPARAZIONE: La preparazione omeopatica di Antimonium crudum è ottenuta per triturazione per le prime tre dinamizzazioni e quindi per diluizioni successive.

AZIONE GENERALE SPERIMENTALE E TERAPEUTICA
- Apparato digerente: disturbi dispeptici, nausea, vomito e diarrea.
- Mucose: intensa irritazione con aumento delle secrezioni che interessa in modo elettivo quelle dell'apparato respiratorio e digerente.
- Cute: ispessimenti cutanei, callosità e verruche.

INDICAZIONI GENERALI
E' indicato: nei casi acuti e cronici; nei bambini, alla pubertà, negli anziani; nei soggetti obesi, ingordi e predisposti a disturbi digestivi da sovraccarico gastrico, tendenzialmente scontrosi, irritabili, di cattivo umore e molto sentimentali.

QUADRO CLINICO
• Bambino: in genere è ingordo, mangia in continuazione e presenta un notevole sovrappeso. In alcuni casi può soffrire di malassorbimento ed essere denutrito.
Non tollera gli estremi di temperatura. Si ammala facilmente prendendo freddo e dopo bagni freddi, ma allo stesso tempo non sopporta il calore eccessivo soprattutto di tipo radiante (sole, stufe ecc.).
Va soggetto a: disturbi digestivi con vomito e lingua bianca; rinite spesso cronica di tipo ostruttivo; tracheiti e bronchiti con tosse aggravata dal calore radiante.
Dal punto di vista mentale è ostinato, irritabile, scontroso e di cattivo umore, non tollera di essere guardato, lavato, toccato o accarezzato. Nel periodo puberale possono manifestarsi disturbi mentali caratterizzati essenzialmente da depressione e manifestazioni isteriche.
Adulto: In genere è obeso; l'addome è prominente e il pannicolo adiposo è particolarmente abbondante a livello dei fianchi e dell'addome. Non tollera il freddo, i bagni freddi e il caldo eccessivo.
Va soggetto a: frequenti sovraccarichi gastrici secondari ad abusi alimentari; disturbi digestivi e metabolici in parte conseguenti alla scarsa igiene alimentare; dolori reumatici che interessano le articolazioni interfalangee delle mani e dei piedi; alternanza di attacchi di gotta e di disturbi digestivi; alterazioni trofiche delle unghie; ispessimenti cutanei, fessurazioni e verruche.
Nel giovane l'aspetto mentale è prevalentemente caratterizzato da: notevole sentimentalismo che si accentua con il chiaro di luna, spiccata vena poetica, perenne ricerca dell'amore ideale, difficoltà di rapporto con gli altri e uno stato depressivo con disgusto nei confronti dell'esistenza. Nell'adulto e nell'anziano spesso prevale l'irritabilità, il cattivo umore e la scontrosità.

CARATTERISTICHE CLINICHE ESSENZIALI
- Lingua coperta da una patina bianca e molto spessa.
- Avversione e netto aggravamento dopo i bagni freddi.
- Intolleranza e netto aggravamento dopo esposizione al calore radiante.
- Alternanza di disturbi gastrici e attacchi acuti di gotta.
- Ipercheratosi e callosità dolorose localizzate alle piante dei piedi.
- Irritabilità, scontrosità e cattivo umore.
- Sentimentalismo ed estasi con il chiaro di luna.

PRINCIPALI INDICAZIONI CLINICHE
1 - Adatto alle età estreme della vita, specialmente ai giovani che hanno una tendenza all'obesità.
2 - Sintomi mentali: grande tristezza e pianto, specialmente durante le febbri intermittenti. Imbronciato, non vuole parlare con nessuno. Nelle donne, sentimentalismo anche fino all'estasi amorosa al chiaro di luna.
3 - Bambini che tendono ad essere irritabili, scontrosi, che si arrabbiano ogni volta che si presta loro la minima attenzione, non sopportano di essere toccati.
4 - Disturbi gastrici, specialmente per eccessi alimentari: lingua ricoperta di una patina spessa, color bianco latte, disgusto per il cibo, nausea e tendenza a vomitare; desiderio di cibi acidi, che però peggiora.
5 - Croste e screpolature intorno alle narici e alle commessure labiali.
6 - Calli, duroni e callosità, specialmente a livello della pianta dei piedi, che sono molto sensibili quando cammina; unghie deformate.
7 - Alternanza di stitichezza e diarrea acquosa, specialmente negli anziani.
8 - Stato torpido delle mucose con eccessiva secrezione; specialmente a livello delle emorroidi c'è una fuoriuscita continua di una secrezione che tinge di giallo la biancheria.
9 - I sintomi che ricompaiono si presentano in zone diverse del corpo.
10 - Modalità: peggiora dal freddo e dal caldo eccessivi, prendendo freddo e soprattutto facendo un bagno freddo; dal calore del sole e dal calore radiante, anche se molti sintomi sono migliorati dal calore.

TESSUTI PIU' COMUNI
- Tessuti e/o le regioni del corpo verso cui il rimedio in questione ha una particolare affinità:
 STOMACO. APPARATO DIGERENTE. MENTE. CUTE. Pianta dei piedi.
- Lateralità del rimedio: Variazione della lateralità. Lato sinistro.

EZIOLOGIA: Abusi alimentari; bagordi notturni; umidità; bagni freddi; surriscaldamento; insolazione; soppressione di eruzioni; abuso di iodio e di mercurio; eccessi sessuali; gotta; delusioni sentimentali e dispiaceri.

SINTOMI MENTALI PIU' COMUNI
Gli aspetti più caratteristici della sua personalità sono: il sentimentalismo, la difficoltà nei rapporti interpersonali e uno stato depressivo a impronta disforica.
L'atteggiamento orale incorporativo, espressione della necessità di amare, la bassa tolleranza alle frustrazioni, il cattivo umore e l'irritabilità aggressiva, rivelano dei tratti di tipo depressivo.
Il sentimentalismo e l'intensa carica affettiva spesso trovano difficoltà a esternarsi e determinano, soprattutto in età puberale e giovanile, uno stato depressivo con disgusto nei confronti dell'esistenza o una tendenza maniacale con manifestazioni isteriche. L'introversione e l'incapacità di trovare oggetti d'amore possono comportare una difficoltà nella comunicazione, l'insorgenza di meccanismi di sublimazione della libido, con tendenza a comporre versi e a distaccarsi dal reale fino a provare il rapimento dell'estasi.
Spesso l'abnorme risonanza affettiva, anche a stimoli e situazioni di scarsa entità, si manifesta con irritabilità, scontrosità e cattivo umore che contribuiscono a esasperare il divario tra sé e gli altri.
L'insoddisfazione affettiva spesso si associa a una incapacità di autorealizzazione che lo deprime ulteriormente, comporta uno stato di scontentezza e di disgusto nei confronti della vita e la tendenza a cercare gratificazioni orali nel cibo.

MODALITA'
Peggioramento: BAGNO FREDDO; freddo umido; ACQUA FREDDA (sulla testa). Acidi. Dolci. Chiaro di luna. Alzandosi. Salendo le scale. Contatto. CALORE DELL'ESTATE, del sole. Calore irradiato. TROPPO MANGIARE. Bagordi notturni, dopo essersi ubriacato. Aceto. Maiale.
Miglioramento: Aria aperta; durante il riposo; caldo umido. Sdraiato.


BIBLIOGRAFIA:
- "Studio di Materia Medica Omeopatica" di Lucia Gasparini
- "Decacordi e Pentacordi" di Gladstone Clarke
- "Materia Medica e Repertorio essenziale dei medicamenti omeopatici" di Shankar Phatak
- "Materia Medica Omeopatica Sinottica - 1° vol." di Frans Vermeulen



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x x  | Votazioni (1)

Articoli di L'Omeopata di Informasalus.it

Cos'è Graphites? 24 FEB 2014 OMEOPATIA
Cos'è Digitalis Purpurea? 18 FEB 2014 OMEOPATIA
Cos'è Nux Moschata? 14 FEB 2014 OMEOPATIA
Cos'è Causticum? 12 FEB 2014 OMEOPATIA
Cos'è Cicuta virosa? 2 DIC 2013 OMEOPATIA
Cos'è Ignatia Amara? 28 AGO 2013 OMEOPATIA
Cos'è Medorrhinum? 8 MAR 2013 OMEOPATIA
Cos'è Chamomilla Matricaria? 22 FEB 2013 OMEOPATIA
Cos'è Calendula Officinalis? 11 FEB 2013 OMEOPATIA
Cos'è Staphysagria? 14 DIC 2012 OMEOPATIA
Cos'è Calcarea Phosphorica? 7 DIC 2012 OMEOPATIA
Cos'è Sepia Officinalis? 26 NOV 2012 OMEOPATIA
Cos'è Tuberculinum? 12 OTT 2012 OMEOPATIA
Cos'è Magnesia Phosphorica? 8 GIU 2012 OMEOPATIA
Cos'è Iodum? 2 GIU 2012 OMEOPATIA
Cos'è Stramonium? 27 APR 2012 OMEOPATIA
Cos'è Alumina? 10 APR 2012 OMEOPATIA
Cos'è Aurum Metallicum? 21 MAR 2012 OMEOPATIA
Cos'è Carbo Vegetabilis? 8 MAR 2012 OMEOPATIA
Cos'è Psorinum? 20 FEB 2012 OMEOPATIA
Cos'è Silicea? 11 FEB 2012 OMEOPATIA
Cos'è Kali Carbonicum? 21 GEN 2012 OMEOPATIA
Cos'è Cuprum Metallicum? 15 GEN 2012 OMEOPATIA
Cos'è Apis Mellifica? 30 DIC 2011 OMEOPATIA
Cos'è Baryta Carbonica? 26 DIC 2011 OMEOPATIA
Cos'è Natrum Carbonicum? 21 DIC 2011 OMEOPATIA
Cos'è Dulcamara? 15 DIC 2011 OMEOPATIA
Cos'è Zincum Metallicum? 9 DIC 2011 OMEOPATIA
Cos'è Phosphoricum Acidum? 27 NOV 2011 OMEOPATIA
Cos'è Veratrum Album? 22 NOV 2011 OMEOPATIA

Tutti gli articoli di L'Omeopata di Informasalus.it







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione