Autismo

Antidepressivi in gravidanza: aumenta il rischio autismo per i bambini


CATEGORIE: Autismo , Infanzia

gravidanza antidepressivi
Antidepressivi in gravidanza: aumenta il rischio autismo per i bambini

Assumere antidepressivi durante il secondo o il terzo trimestre di gravidanza può aumentare dell’87% il rischio che il bambino sviluppi una forma di autismo. È quanto emerge da uno studio pubblicato su Jama Pediatrics e condotto da un gruppo di ricercatori guidato da Anick Bérard, esperta dell’Università di Montréal (Canada).

Particolarmente pericolosi sono risultati essere gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI), molecole molto utilizzate nel trattamento della depressione.

Lo studio ha preso in considerazione i dati di tutte le gravidanze e i bambini nati in Québec tra il gennaio 1998 e il dicembre 2009. Gli autori hanno identificato 145.456 nati vivi 'singoli' al termine dei 9 mesi. Fra i neonati, 1.054 (lo 0,72%) avevano ricevuto una diagnosi di disordine dello spettro autistico. L'età media alla prima diagnosi era di 4,6 anni e l'età media dei bambini al termine del follow-up era di 6,2 anni.

Gli autori hanno identificato 4.724 bambini (il 3,2%) esposti agli antidepressivi in utero; 4.200 di questi (l'88,9%) durante il primo trimestre e 2.532 (il 53,6%) durante il secondo e/o terzo trimestre. In tutto 31 neonati esposti ai farmaci nel secondo e/o terzo trimestre (l'1,2% del totale del periodo) hanno avuto una diagnosi di autismo, e 40 neonati (1%) di quelli esposti durante il primo trimestre di gravidanza.

L'uso di queste terapia da parte della mamma durante il secondo e/o terzo trimestre è stato dunque associato a un aumento dell'87% di sindrome dello spettro autistico, mentre non è stata osservata alcuna associazione tra l'uso di antidepressivi durante il primo trimestre o nell'anno precedente la gravidanza e il rischio di malattia nei bambini.

“Il nostro studio – concludono gli studiosi - ha stabilito che assumere antidepressivi durante il secondo o il terzo trimestre di gravidanza arriva quasi a duplicare il rischio che il bambino riceva una diagnosi di autismo entro i 7 anni di età, soprattutto se la madre assume inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina”.



Hai un account google? clicca su:


Prodotti Consigliati
Uscire dall'autismo: un approccio biologico e medico  Franco Verzella Giulia Verzella  Maggioli Editore

Uscire dall'autismo: un approccio biologico e medico

Franco Verzella, Giulia Verzella

Il degrado ambientale ammala la famiglia, con il suo carico di molecole tossiche e di comportamenti antibiologici.Per gli adulti: il lungo elenco di malattie cronico-degenerative. Per i bambini: autismo e disturbi dell’apprendimento. L’andamento è epidemico e nessuna famiglia oggi è immune dal rischio di generare un figlio con questi problemi.Nel 1995 un gruppo di ricercatori e medici, ispirati e… Continua »
Pagine: 537, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Maggioli Editore
39,00 €
 
Autismo. Oltre la disperazione. L'Omeopatia ha la risposta  Tinus Smits   Salus Infirmorum

Autismo. Oltre la disperazione. L'Omeopatia ha la risposta

Tinus Smits

Il mio interesse per l'autismo è scaturito dalle mie prime esperienze di disintossicazione di bambini danneggiati dai vaccini. Molti disturbi comportamentali, quando si otteneva la disintossicazione dai vaccini, scomparivano, anche quando molti dei bambini venivano da me per tutt'altri motivi. Nella mia pratica clinica ho visto che le alterazioni dell'umore, l'aggressività, l'irrequietezza, i disturbi… Continua »
Pagine: 208, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Salus Infirmorum
15,22 € 17,90 € (-15%)
 




Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione InformaSalus.it

Gran Bretagna verso una tassa sulle bibite zuccherate 7 DIC 2016 ALIMENTAZIONE
Non solo vitamina C: gli agrumi proteggono dalle malattie neurodegenerative 7 DIC 2016 ALIMENTAZIONE
Nocciole e frutta secca proteggono il cuore 7 DIC 2016 ALIMENTAZIONE
Fumi una sigaretta al giorno? Ecco cosa rischi 7 DIC 2016 SALUTE
Sport in gravidanza? Ecco perché fa bene 5 DIC 2016 SALUTE
Uomini e donne, chi vince in salute? 5 DIC 2016 SALUTE
Artrosi e mal di schiena in aumento nei giovani: quali le cause? 2 DIC 2016 SALUTE
Orzo, le preziose proprietà di un alimento povero 2 DIC 2016 ALIMENTAZIONE
Lo yoga diventa patrimonio dell'umanità 2 DIC 2016 SALUTE
Perché è importante ridurre i grassi saturi? 30 NOV 2016 ALIMENTAZIONE
Obesi e fumatori inglesi: attesa più lunga per gli interventi 30 NOV 2016 SALUTE
Non solo ai nidi: a Trieste vaccini obbligatori anche all'asilo 30 NOV 2016 VACCINAZIONI
Come manifestano i ragazzi la depressione e l'ansia? 28 NOV 2016 SALUTE
Miopia: "attenzione a smartphone e tablet" 28 NOV 2016 SALUTE
La chiave della felicità? Ecco qual è 28 NOV 2016 SALUTE
Obbligo di vaccinazione: Liguria e Lombardia dicono no 25 NOV 2016 VACCINAZIONI
Glifosato: proroga di 90 giorni 23 NOV 2016 DENUNCIA SANITARIA
Obesità infantile: che ruolo ha la pubblicità? 23 NOV 2016 INFANZIA
Pressione alta: i dieci alimenti per combatterla 22 NOV 2016 ALIMENTAZIONE
Insalate in busta, quali rischi per la salute? 22 NOV 2016 ALIMENTAZIONE
Stress e cattivo umore? Si combattono con le noci 22 NOV 2016 ALIMENTAZIONE
Aneurisma: il fumo raddoppia il rischio 18 NOV 2016 SALUTE
Bambini: quali effetti ha lo stress psicologico? 18 NOV 2016 INFANZIA
Disabile dopo le vaccinazioni: Ministero della Salute si rifiuta di pagare 17 NOV 2016 VACCINAZIONI
Smog: quanto incide sulle malattie polmonari? 16 NOV 2016 DENUNCIA SANITARIA
Veneto, no al ripristino dell'obbligo delle vaccinazioni 16 NOV 2016 VACCINAZIONI
Diabete, un'epidemia inarrestabile 14 NOV 2016 SALUTE
Influenza, medici e infermieri dicono 'no' al vaccino 14 NOV 2016 VACCINAZIONI
L'acqua fa bene anche all'umore 14 NOV 2016 SALUTE
Colesterolo alto, ecco gli alimenti per ridurlo 11 NOV 2016 ALIMENTAZIONE

Tutti gli articoli di Redazione InformaSalus.it







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione