Alimentazione

Amaranto, una nuova risorsa per le famiglie argentine che vivono in povertà



fiori amaranto
Amaranto, una nuova risorsa per le famiglie argentine che vivono in povertà

Nel 2009 in Argentina, nella provincia di Salta, la Federazione Agraria Argentina (in partenariato con il Ministero degli Affari Esteri Italiano) ha dato il via al progetto “Kiwicha”, che in dialetto andino significa Amaranto. Con il sostegno delle autorità locali e delle famiglie della zona è stata così riproposta quest'antica coltura al fine di migliorare la dieta e quindi la salute dei bambini in una zona dove molte famiglie contadine vivono al di sotto della soglia di povertà e riescono a provvedere alla propria sussistenza soltanto grazie ai sussidi pubblici.

A cinque anni dall’inizio del progetto questa pianta è divenuta parte integrante dell’alimentazione dell’intera regione di Salta, tanto che il governo ha emanato un decreto definendo il progetto Kiwicha “prioritario per il paese”.

Il progetto avviato nella provincia di Salta, un’area delle Ande a Nord dell’Argentina, prevede la coltivazione di sei diverse varianti di Amaranto, per ottenere foglie e semi molto apprezzati nella cucina familiare. Per sviluppare questa “nuova” piantagione viene coinvolta tutta la popolazione dell’area, a partire dai bambini delle scuole. Sono coinvolte complessivamente 1.800 famiglie, 12 scuole e una cooperativa di produttori che gestisce la nuova fabbrica di trasformazione per realizzare barrette, pasta o pane.

Il progetto prevede inoltre attività di educazione e divulgazione sul valore nutritivo della pianta nonché lo sviluppo di nuovi utilizzi dell'Amaranto. Proprio in virtù di questo aspetto educativo, il progetto “Kiwicha”
ha il primo premio come miglior progetto scolastico.

L’Amaranto ha risorse nutritive molto spesso non conosciute: è ricco di proteine e ha un elevato contenuto di calcio e fosforo. Grazie alla mancanza di glutine, è anche un prodotto ideale per la dieta di persone celiache e diabetiche.

Questa pianta è adattabile a diversi tipi di terreni e di clima; ciò rende l’iniziativa replicabile in altre nazioni con situazioni climatiche differenti da quelle dell’area di Salta.

La diffusione di questa nuova coltivazione, inoltre, ha diminuito l’impatto ambientale rispetto a piantagioni di tabacco e canna da zucchero, che sono altamente inquinanti sia per l’utilizzo di pesticidi sia per la produzione di scarti che inquinano le acque.



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x x  | Votazioni (1)

Articoli di Redazione InformaSalus.it

Bambini: troppe ore davanti allo schermo aumentano il rischio di Adhd 23 MAG 2019 INFANZIA
Il cancro non arriva per caso né per sfortuna 23 MAG 2019 MEDICINA PREVENTIVA
L'Europa è sempre più obesa 23 MAG 2019 ALIMENTAZIONE
I parchi giochi dei bambini sono contaminati dai pesticidi 22 MAG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Aumentano i casi di epatite: esami su integratori alla curcuma 22 MAG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Nei broccoli una nuova possibile arma contro il cancro 20 MAG 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Umore, cuore, fertilità: “Non sottovalutiamo il ruolo della tiroide” 20 MAG 2019 SALUTE
Ormesi: uno studio spiega la modalità d'azione dell'Omeopatia 20 MAG 2019 OMEOPATIA
Pesticidi e interferenti endocrini: la vera minaccia è l'effetto cocktail 17 MAG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Le infezioni ospedaliere fanno strage in Italia. Ogni anno 49mila morti 17 MAG 2019 DENUNCIA SANITARIA
È chimica: svelato il meccanismo dei farmaci omeopatici 17 MAG 2019 OMEOPATIA
I bambini hanno bisogno di vitamine, ma quasi 1 su 2 mangia male 15 MAG 2019 ALIMENTAZIONE
Mantenersi in forma con l'avocado 15 MAG 2019 ALIMENTAZIONE
Il cibo dei bambini: a Treviso la conferenza di Franco Berrino 13 MAG 2019 INFANZIA
Monsanto ha schedato illegalmente politici e giornalisti 13 MAG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Usa: “Una cospirazione storica per gonfiare i prezzi dei farmaci” 13 MAG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Vaccini, genitori portano a Montecitorio le ragioni della protesta 10 MAG 2019 VACCINAZIONI
“Coca Cola ha pagato medici e ricercatori per negare i legami con obesità” 10 MAG 2019 DENUNCIA SANITARIA
OMS: bimbi fino a 2 anni mai davanti ad uno schermo 8 MAG 2019 INFANZIA
Troppo tempo al chiuso. Così aumentano gli asmatici 8 MAG 2019 SALUTE
Ibuprofene: perché non assumerlo in caso di infezioni 8 MAG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Allenarsi per una maratona: l'ideale per ringiovanire le arterie 6 MAG 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Tumori: scoperto il meccanismo che può farli "morire di fame" 6 MAG 2019 SALUTE
Un paziente su dieci contrae infezioni in ospedale 6 MAG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Da ricercatori a professori: pubblicazioni a pagamento per fare carriera 3 MAG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Epigenetica, i danni del glifosato sulle generazioni del futuro 3 MAG 2019 DENUNCIA SANITARIA
Omeopatia e cancro della mammella. In Toscana l'oncologia è sempre più integrata 3 MAG 2019 OMEOPATIA
Vaccini: “I ministeri, Salute e Giustizia, si dimenticano tutto” 29 APR 2019 VACCINAZIONI
Vaccini, il 46% degli italiani teme effetti collaterali. Ma a Rimini è linea dura 29 APR 2019 VACCINAZIONI
Lo sport di squadra è un antidepressivo per gli adolescenti 24 APR 2019 SALUTE

Tutti gli articoli di Redazione InformaSalus.it







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione