Recensioni

L'alimentazione sana per bambini e ragazzi: obesità e sovrappeso



alimentazione

L'obesità è un problema dei tempi moderni: cinquant'anni fa non ne esistevano nemmeno le statistiche. Le cifre dell'OMS rivelano che in tutto il mondo almeno 20 milioni di bambini con meno di 5 anni sono sovrappeso. Le cifre per il Regno Unito non sono meno allarmanti. Secondo il National Health Service, negli ultimi venti anni il numero di bambini obesi si è triplicato. Almeno il 10 per cento dei bambini di 6 anni e il 17 per cento dei quindicenni è oggi clinicamente obeso. L'obesità infantile non è la “ciccia dei bimbi”. Nelle generazioni precedenti, un bambino paffuto dimagriva naturalmente con l'adolescenza, ma per i bambini di oggi questo non vale più.

L'obesità infantile è divenuta indizio di probabile obesità adulta e quindi di gravi problemi di salute in futuro. 
Se vostro figlio è sovrappeso, è più probabile che avrà scarsa autostima e un rapporto difficile con il cibo; inoltre, sarà più a rischio di malattie importanti come il diabete di tipo II e la steatosi epatica. Invecchiando, il rischio di cardiopatie, cancro, artrite, diabete e sindrome metabolica (che ha quattro componenti principali: obesità, ipertensione, diabete ed eccesso di grassi e colesterolo nel sangue) diventa molto più elevato. Inoltre, con il passare del tempo diventa ovviamente più difficile perdere peso.

Il vostro bambino è sovrappeso?
La misura standard dell'obesità negli adulti è l'indice di massa corporea (BMI o IMC), ovvero la relazione tra il peso in chilogrammi e il quadrato dell'altezza. Il BMI degli adulti, però, non va bene per i bambini, in quanto cambia notevolmente con l'età. Un certo BMI all'età di un anno potrebbe essere la norma, ma a un'altra età potrebbe diventare esageratamente alto o basso. Dunque, come sapere se nostro figlio è sovrappeso od obeso? Per i bambini, il BMI viene convertito in centili, usando dati di riferimento basati su sesso ed età. Tali centili possono essere usati per classificare il BMI. Per esempio, un bambino nel novantacinquesimo centile o sopra è considerato obeso. Se il peso di vostro figlio vi preoccupa, dovreste parlarne con un assistente sanitario o con il medico di famiglia, i quali potranno dirvi a quale punto della scala si trova vostro figlio e cosa questo significa.

Cosa determina l'obesità e l'eccesso di peso nei bambini?
In genere si pensa che i bambini siano sovrappeso perché mangiano troppo e non fanno abbastanza esercizio fisico, ma questo è semplicistico. In certi bambini, il motivo potrebbe anche essere genetico. Spesso, però, una storia familiare di peso in eccesso è dovuta solo ad abitudini alimentari e stili di vita simili. Alcuni indizi lasciano pensare che l'obesità cominci già nell'utero. I bambini sovrappeso nati da madri obese durante la gravidanza sviluppano più probabilmente la sindrome metabolica1, mentre è meno probabile che i bambini allattati al seno più che al biberon, o che vengono allattati al seno per un periodo più lungo, siano in seguito sovrappeso od obesi2. Questi fattori possono contribuire al peso eccessivo di un bambino, ma la verità è che tutto dipende da cosa mangia, piuttosto che da quanto.

Come per gli adulti, sempre più indizi lasciano pensare che i principali responsabili alimentari del peso in eccesso e dell'obesità siano gli zuccheri e non i grassi. Come abbiamo visto nel Capitolo 2, i carboidrati a elevato CG e veloce rilascio – in altre parole, gli amidi raffinati e lo zucchero – provocano bruschi innalzamenti nei livelli del glucosio ematico, e lo zucchero in eccesso viene poi immagazzinato come grasso.

Combattere la ciccia
I bambini che seguono una dieta naturalmente sana, ricca di nutrienti e a basso CG, e che conducono una vita moderatamente attiva, semplicemente non avranno problemi di peso. Se vostro figlio è sovrappeso od obeso, fatelo mangiare sano, per tutte le buone ragioni elencate nella Parte 1 di questo libro. Le diete a basso contenuto di grassi e ipocaloriche sono inadatte ai bambini e creano un rapporto difficile con il cibo. Inoltre, se anche voi avete problemi di peso, dovrete dare l'esempio, quindi fate attenzione pure al vostro atteggiamento verso il cibo (si veda la Parte 4 per ulteriori informazioni).

Non ci sono poi dubbi sul fatto che la diminuzione dell'attività fisica stia contribuendo all'epidemia di obesità tanto negli adulti quanto nei bambini. È assai improbabile che i bambini di oggi vadano a scuola a piedi o in bici, come i loro genitori; le ore di educazione fisica sono sempre più svalutate; molti bambini, tornati da scuola, passano il tempo facendo compiti, guardando la televisione, giocando al computer e mangiando. Diversi tipi di ginnastica attraggono bambini diversi, quindi parlate con vostro figlio per scoprire cosa gli piace. A certi piace lo sport di squadra, ad altri la danza, mentre altri ancora potrebbero essere felici di portare a spasso il cane. A vostro figlio piacerebbe unirsi a un “piedibus” per arrivare a scuola? Anche qui è essenziale dare il buon esempio, e ricordate che l'esercizio fisico migliora non solo la salute, ma anche l'umore, quindi potrebbe essere una buona idea per un adolescente imbronciato.

Dormire bene la notte aiuta a sconfiggere la ciccia
Infine, e questo è particolarmente interessante, secondo uno studio USA, un buon sonno notturno potrebbe ridurre il rischio di obesità nei bambini3. La dottoressa Julia Lumeng della Michigan University (USA) ha studiato il sonno di 785 bambini in dieci città degli USA, mettendolo in relazione con il peso e con l'altezza. Dei bambini che all'età di 8 anni dormivano da 10 a 12 ore a notte, circa il 12 per cento risultava obeso all'età di 11 anni. Quelli che invece dormivano meno di nove ore avevano un'incidenza doppia di obesità alla stessa età. Secondo la dottoressa Lumeng, ciò potrebbe essere dovuto al fatto che i bambini stanchi hanno meno voglia di uscire e giocare. Questo studio però ne conferma molti altri, secondo cui i cambiamenti ormonali provocati da una mancanza di sonno possono aumentare l'appetito, soprattutto di dolci e amidacei (si veda il Capitolo 17 per ulteriori informazioni sul sonno).

In sintesi - Per affrontare i problemi di peso del vostro bambino:
- Fategli seguire una dieta che gli assicuri una nutrizione ottimale (si veda la Parte 4). 

- L’equilibrio del glucosio ematico è molto importante per raggiungere e mantenere il peso forma. 

- Non seguite diete espressamente restrittive come quelle a basso contenuto di grassi o ipocaloriche: focalizzatevi piuttosto sul mangiare tutti sano in famiglia. 

- Accertatevi che vostro figlio faccia attività fisica tutti i giorni, sia che si tratti di fare sport o di portare il cane a spasso.

Tratto dal libro “L'Alimentazione Sana per Bambini e Ragazzi. Come migliorare la salute, l'intelletto e il comportamento di tuo figlio”





Prodotto Consigliato
Smettila di far mangiare schifezze a tuo figlio  Patrick Holford Deborah Colson  Macro Edizioni

Smettila di far mangiare schifezze a tuo figlio

Scopri l'alimentazione sana per bambini e ragazzi

Patrick Holford, Deborah Colson

Lo sapevi che i bambini mangiando correttamente possono, oltre che mantenersi e crescere in salute, migliorare e guarire  dalle tipiche malattie dell'infanzia e dell'adolescenza? E che un'alimentazione adeguata può migliorare i risultati scolastici di tuo figlio, aumentare le sue possibilità di essere felice, arricchire il… Continua »
Pagine: 336, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Macro Edizioni
12,83 € 13,50 € (-5%)
 




Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione