Omeopatia

Agro-omeopatia. La cura omeopatica del meraviglioso mondo delle piante

Fonte: Il Granulo


CATEGORIE: Omeopatia

agro-omeopatia

L'omeopatia può essere una terapia valida anche per le piante e le coltivazioni? Nel corso del 64° Congresso Mondiale della LMHI (Lega omeopatica internazionale fondata nel 1925) a Varsavia nell'agosto del 2009 si è tentato di dare una risposta a questa domanda grazie ad una sessione congressuale dedicata all'Agro-omeopatia, con la supervisione di Radko Tichavsky, uno dei principali esponenti di tale disciplina.

Il mondo vegetale, sorgente della maggior parte dei medicamenti omeopatici utili per l'uomo, può essere trattato con l'omeopatia. I primi studi sull'applicazione dell'omeopatia alle piante furono condotti da uno degli allievi prediletti di Hahnemann, von Boenninghausen, esperto botanico ma che non ha lasciato molti scritti sull'argomento. Nei primi anni del XX secolo Rudolf Steiner e i suoi collaboratori eseguirono studi sull'uso di medicamenti omeopatici per le piante grazie ai quali svilupparono la cosiddetta Agricoltura Biodinamica, che si distingue dall'Agro-Omeopatia in quanto prevede l'uso di un limitato numero di rimedi omeopatici da utilizzare secondo criteri che si rifanno alla filosofia antroposofica steineriana.

Schauberger, contemporaneo di Steiner, contribuì con studi sulla fertilità del suolo in relazione ai campi magnetici, il tipo d'irrigazione, il tipo d'aratro. Questi i precursori; studi recenti testimoniano l'importanza e la base scientifica di questa branca dell'omeopatia. In Italia il centro diretto dalla professoressa Bietti del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroalimentari dell'Università di Bologna è uno dei luoghi in cui si studia l'applicazione dell'omeopatia al mondo vegetale. In Sudamerica sono state prodotte ricerche sull'Agro-omeopatia degne di nota come quella recente di Lensi sulla crescita di Phaseolus Vulgaris (il fagiolo) in terreni salini sotto l'azione del Natrum Muriaticum 6 CH e 30 CH, (pubblicata su Int Journ. High Diluition Res. 2010; 9(30):43-50.) Questi studi testimoniano del marcato effetto che i medicamenti omeopatici possono ottenere nel mondo vegetale e che sarebbe arduo attribuire ad un'azione placebo.

 

L'Agro-omeopatia utilizza le capacità di reazione della pianta stessa e la si può applicare sia in senso preventivo sia curativo. La presa del caso e la condotta terapeutica dell'Agro-omeopatia ricalcano le indicazioni date da Hahnemann per la cura degli esseri umani. La coltivazione va esaminata in senso olistico, cioè come un insieme, valutando tutto ciò che è presente nel campo coltivato: i sintomi su cui basarsi per la scelta del trattamento omeopatico possono essere ricavati dall'osservazione della pianta o del tipo di campo e prendendo in considerazione le erbacce o gli insetti presenti, espressione della reazione del campo stesso, e le cui variazioni spesso consentono di valutare le prime risposte all'azione del medicamento omeopatico che è somministrato preferibilmente sulle radici non esposte direttamente alla luce solare e, in genere, al tramonto. Infatti, alcuni medicamenti come Sulphur potrebbero seccare eccessivamente la pianta e annerire le foglie se somministrati alla luce solare.


I medicamenti omeopatici utilizzabili per le piante sono in gran parte gli stessi che si utilizzano per l'uomo e gli animali. Esistono tuttavia rimedi più specifici per le piante, con maggiore effetto sui di esse piuttosto che sugli altri organismi. Alcuni dei medicamenti omeopatici più specifici per il mondo vegetale derivano da piante che resistono ad ambienti estremi e che permettono di incrementare la resistenza delle piante alla siccità o al gelo aumentando il raccolto in tali condizioni.

Uno degli studi presentati al Congresso della LMHI attesta, per esempio, che i rimedi omeopatici possono favorire la crescita rigogliosa di piante di pomodori anche in terreni caratterizzati da forte aridità senza ricorrere a sostanze chimiche e inquinanti: la documentazione fotografica presentata al Congresso evidenzia la differenza di crescita tra le piante trattate omeopaticamente e quelle non trattate coltivate sullo stesso tipo di terreno. Poiché l'Agro-omeopatia tende a stimolare la reazione vitale della coltivazione o della pianta può prevenire e trattare parassitosi e patologie del mondo vegetale evitando il ricorso a pesticidi, antiparassitari, fertilizzanti e altri agenti chimici che entrano nei cicli biologici delle coltivazioni, arrivano sulle nostre tavole e sono da noi ingeriti. Nei campi le cosiddette "erbacce" assieme ai microrganismi presenti nel terreno, ai funghi e agli insetti costituiscono un sistema complesso d'interscambi di segnali e di nutrienti: la vitalità e la capacità di sviluppo dell'ambiente vivente in cui crescono le piante possono essere compromesse dall'uso di diserbanti e anticrittogamici, che non fanno distinzione tra elementi utili ed elementi dannosi.

Inoltre, più una pianta è selezionata meno ha forza vitale (= capacità dinamica di adattamento) e meno è capace di sopravvivere senza l'aiuto costante dell'uomo. In aggiunta, lo sfruttamento intensivo dei terreni coltivati può renderli progressivamente sterili con il risultato che i cibi che mangiamo sono poveri in principi nutritivi e possono contenere sostanze tossiche o loro residui. Dunque l'inquinamento chimico del terreno influenza la nostra alimentazione e, quindi, lo sviluppo dell'Agroomeopatia, considerata come un ramo della biotecnologia a basso costo molto importante per uno sviluppo ecosostenibile e rispettoso della natura e dell'ambiente, potrebbe essere una valida risorsa per il nostro futuro benessere.





Prodotto Consigliato
L'Omeopatia per la Cura delle Piante  Christiane Maute   Narayana Verlag

L'Omeopatia per la Cura delle Piante

Manuale pratico per piante da appartamento, da terrazzo e da giardino. Indicazioni di dosaggio, di somministrazione, e scelta della potenza con aggiornamenti e aggiunte di Cornelia Maute

Christiane Maute

Con la pubblicazione del libro l'omeopatia per le piante si è scatenata una rivoluzione verde. Infatti tale libro è stato venduto 40.000 volte e tradotto in molte lingue.E' un manuale maneggevole che riguarda le malattie più frequenti delle piante, i parassiti e le lesioni e il loro trattamento omeopatico. Christiane Maute è… Continua »
Pagine: 208, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Narayana Verlag
24,00 €
 




Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Nunzio Chiaramida

Il ritorno alla chiarezza di Ruta graveolens 27 GIU 2016 OMEOPATIA
“Prisma”, ciò che non conosciamo delle Materia Medica Omeopatica 18 MAG 2016 OMEOPATIA
Veratrum album in Medicina Omeopatica 4 DIC 2015 OMEOPATIA - CASI CLINICI
Sintomi fisici e mentali in Platinum 24 NOV 2015 OMEOPATIA
Lezioni di Omeopatia Classica (Recensione) 11 NOV 2015 RECENSIONI
Thuja occidentalis in clinica omeopatica 10 NOV 2015 OMEOPATIA
Lo spirito libero di Tubercolinum 2 GIU 2015 OMEOPATIA - CASI CLINICI
Malattia cronica di Ghatak 1 GIU 2015 RECENSIONI
Biblioteca Elettronica di Medicina Naturale 2014 1 GIU 2015 RECENSIONI
L’Omeopatia nel reflusso gastroesofageo in età pediatrica 24 APR 2014 OMEOPATIA
L’amaro calice di Conium maculatum 21 MAR 2014 OMEOPATIA
L'Omeopatia nella cura dei Traumi del Parto 26 FEB 2014 RECENSIONI
Autismo. Oltre la disperazione l'Omeopatia ha la risposta 18 FEB 2014 RECENSIONI
Teucrium marum verum e l’assedio alle secrezioni bloccate 7 GEN 2014 OMEOPATIA
Il distacco dalla realtà di Helleborus niger 27 DIC 2013 OMEOPATIA
La Metodologia di Hahnemann 24 DIC 2013 OMEOPATIA
Omeopatia. Alcune Conferenze di Kent... cent'anni dopo 19 DIC 2013 OMEOPATIA
L’omeopatia nei disturbi del comportamento indotti dai farmaci - Un caso clinico 4 SET 2013 OMEOPATIA - CASI CLINICI
Organon dell'arte del guarire 7 MAG 2013 OMEOPATIA
Materia medica omeopatica di Lathoud 20 MAR 2013 RECENSIONI
Le amare bacche di Laurocerasus 18 MAR 2013 OMEOPATIA
L’omeopatia in oncologia. Accompagnamento e cura del malato oncologico 31 GEN 2013 RECENSIONI
Scritti Minori. L’esperienza clinica di un autorevole Maestro di omeopatia 17 DIC 2012 RECENSIONI
L'omeopatia negli ambulatori degli ospedali spagnoli 27 MAG 2011 OMEOPATIA
L'omeopatia in India, storia di un successo 16 FEB 2011 OMEOPATIA
Granuli sotto esame. La ricerca in Omeopatia nelle pubblicazioni scientifiche 30 DIC 2010 OMEOPATIA
Scozia, Ospedale Omeopatico di Glasgow: l’isola che non c’è… in Italia! 15 OTT 2010 OMEOPATIA
L’importanza della clinica in Omeopatia - Intervista al Dr. Ioannis Konstantos 27 SET 2010 OMEOPATIA
Mister Sulphur e Dr. House 23 SET 2010 OMEOPATIA
Omeopatia Comparata di Gustavo Krichesky 7 GIU 2010 RECENSIONI

Tutti gli articoli di Nunzio Chiaramida







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione