Omeopatia per Animali

Agaricus muscarius - Applicazioni cliniche in Medicina Veterinaria

Fonte: Il Medico Omeopata



Agaricus muscarius in omeopatia veterinaria
Agaricus è una tipologia facilmente riconoscibile quando se ne ha chiare le caratteristiche

Agaricus è un Policresto di fondamentale importanza e di frequente prescrizione nella clinica quotidiana. Ha una capacità terapeutica profondissima nelle patologie più svariate: comportamentali, neurologiche, otorinolaringoiatriche, oftalmologiche, ortopediche, gastroenterologiche, cutanee. La tipologia umana corrispondente è stata ben descritta da diversi Autori, noi tentiamo di trasferirvi la nostra esperienza in tre specie animali: cane, gatto e coniglio.

 

CASI CLINICI

CASO CLINICO N. 1

Segnalamento: Nome: BERTA. Specie: Gatto. Razza: Europeo. Sesso: FS. Nato: 01\04\1996. Peso: Kg 4. Problema: soggetto atopico, affetto da otiti ricorrenti complicate da Malassezia.

 

ANAMNESI - Adottata a circa un anno di età. Prima era di proprietà di due poliziotti che abitavano nello stesso stabile e che la lasciavano spesso sola a causa dei loro turni di lavoro. Lei ancora cucciola saliva spontaneamente al piano degli attuali Proprietari in cerca di compagnia.

 

2 LUGLIO 2007 - Prima visita. Età: 11 anni e 3 mesi.

È un soggetto molto dipendente dai Proprietari: li va a cercare quando non li vede. Non solo è sempre in loro compagnia, ma esce raramente di casa, lo fa soltanto per andare a caccia di lucertole e uccellini. E' stata sentita miagolare in un'unica occasione quando ha voluto farsi aprire per rientrare. E' molto curiosa: osserva con attenzione dalla finestra tutto quanto le succede intorno. E' stata molto attratta da una tappa del Giro d'Italia ciclistico transitata sotto casa sua: ha trascorso la giornata alla finestra ad osservare tutto quel trambusto.

 

IN CASA - Quando entrano estranei si nasconde negli armadi da dove li può spiare senza essere né vista né disturbata. Si fa rivedere soltanto se hanno un tono della voce simpatico. Da' in escandescenze perché non riesce suo giocattolo a forma di talpa. Scappa quando vede i nipotini dei Proprietari perché è stata vittima dei loro scherzi. Molto attratta dall'acqua: ama vederla scorrere e scaricarsi dal fondo del lavandino. Ama bere l'acqua fresca direttamente dal getto del rubinetto.

Peculiarità: un appetito famelico la notte, sempre tra le ore 24 e le 2, che la porta a svegliare la Proprietaria afferrandole i capelli per farla alzare per accompagnarla in cucina a mangiare. La situazione è ancora più paradossale di quel che sembra, perché la ciotola contiene già cibo: Berta pretende soltanto la compagnia della signora mentre lei mangia!

 

IN AMBULATORIO - Tiene la situazione sotto controllo con sicurezza fino a quando resta chiusa nel trasportino. Afferrata e sollevata per visitarla si fa piccola e si nasconde in un angolo della gabbietta.

 

VISITA MEDICA - Eruzioni sopra l'occhio destro, sotto il mento: la sede di esordio dell'atopia, e sul lato destro del collo. Le orecchie e gli occhi si arrossano solo quando si espone al sole, guarisce immediatamente una quando si trasferisce all'ombra. D'inverno può stare sulla lastra di marmo sovrastante il calorifero. D'estate dopo essere stata al sole ama sdraiarsi al fresco.

Ghiottissima di Yogurt a temperatura ambiente. Lo chiede con uno sguardo imperioso quando i Proprietari lo mangiano, pesce e gamberetti, apprezza il latte e mangia le foglie dei fiori.

Dopo aver repertorizzato abbiamo prescritto Phosphorus.

 

10 LUGLIO 2007 - Dopo 7 giorni Ha ripreso a giocare con la sua talpa, ma è molto pigra. Miglioramento delle eruzioni sull'occhio destro, sul labbro destro e alla base del collo: si restringono e sono meno pruriginose. Ogni tanto la notte fa una grattatina leggera, mentre prima si grattava continuamente e furiosamente. Assumerà con successo Phosphorus per un anno intero dal 2 Luglio 2007 al 17 Settembre 2008. Le eruzioni pruriginose sono guarite, ma dopo un iniziale miglioramento pretende ancora che la Proprietaria si alzi la notte per accompagnarla a mangiare.

 

17 SETTEMBRE 2008 - Età: 12 anni e 6 mesi

Ritrovo un soggetto che finalmente inquadro come un'egocentrica egoista. Ha un aspetto molto giovanile ed è infantile nelle sue reazioni. "Instabile", o meglio pretenziosa, egocentrica ed egoista. Quando si impiglia nel maglione della Paziente se non riesce a staccarla subito le soffia.

 

A CASA SUA - Sveglia la Proprietaria di notte e pretende che la accompagni a mangiare in cucina verso le ore 4 a.m. (prima alle ore 2 a.m.); se non lo fa inizia a grattarsi o la tormenta fino a graffiarla. Sgridata diventa aggressiva.

 

IN AMBULATORIO - Si nasconde in un angolo della gabbietta e mi osserva sospettosa, subisce la visita senza opporre alcuna resistenza, ma appena la lascio si infila addirittura sotto il tappetino della gabbietta. La sensazione è che, come afferma la Paziente: "…Sa che lei è l'anello debole della catena… e che da lei può pretendere, mentre non lo fa con suo marito. Lei ama avere la gatta sul letto…" TERAPIA: Agaricus 200 CH: una dose.

 

3 DICEMBRE 2008 - Il comportamento è migliorato: non ha più eccessi. Di notte si alza solo dopo la Paziente. Guarigione completa e definitiva dei problemi dermatologici.

 

21 GENNAIO 2009 - Fisicamente sta benissimo, ma si nasconde negli armadi (come fa quando tiene il muso) e nel trasportino e pretende che le portino il cibo in camera. TERAPIA: Agaricus 1 LM : una dose giornaliera. Un mese dopo in Ambulatorio l'atteggiamento è codardo e dimesso: si nasconde nel trasportino per evitare la pulizia delle orecchie, aumentiamo la potenza del rimedio: Agaricus 2 LM: una dose giornaliera.

 

10 APRILE 2009 - Novità: visita a lungo l'appartamento di sopra dove abita il fratello della Proprietaria, ma è stata la sua prima casa. Quest'uomo vive da solo e se la raccontano a lungo. Ieri sera a casa sua è andata in braccio agli ospiti, proprio come quando era piccola. In Ambulatorio è molto seccata soffia come una tigre quando le puliamo le orecchie. TERAPIA: Agaricus 3 LM: una dose giornaliera.

 

22 MAGGIO 2009 - Rimane volentieri sul terrazzo la notte: su una pianta a pochi metri c'è un nido con quattro merli. Seccata perché quando è passato sotto casa il Giro d'Italia la gente guardava i ciclisti e non lei alla finestra … mentre l'anno scorso … TERAPIA: Agaricus 4 LM : una dose giornaliera.

 

24 LUGLIO 2009 - Giornate molto calde e afose: la gatta nonostante patisca il caldo si sdraia al sole, le orecchie diventano bordò. Ha ripreso a giocare e a saltare come un cucciolo quando è sdraiata sul letto: ama giocare al portiere soltanto se le lancia un oggetto la Proprietaria. Si siede sulla sedia come una persona e appoggia le mani sul tavolo e mangia a tavola con i commensali facendoli morire dal ridere.

 

3 DICEMBRE 2009 - Ha riacquistato il senso del freddo e del caldo: quando soffre il freddo rientra in casa per riscaldarsi. "E' un altro vivere": ama chiacchierare con la Proprietaria quando prepara il pranzo per la famiglia. In rare occasioni la notte sveglia la Proprietaria afferrandole i capelli per farsi accompagnare in cucina a mangiare la notte … va da lei non dal marito che le darebbe una ciabattata. TERAPIA: Agaricus 5 LM: una dose giornaliera.

 

28 MAGGIO 2010 - Età: 14 anni e 2 mesi. Follow-up: 1 anno e 9 mesi. Da qualche giorno è più irrequieta: ha vomitato moltissimo pelo.

Nell'ultima settimana ha preteso che la notte la P. la accompagnasse a mangiare in cucina.

Si gratta intorno al collo soprattutto quando pretende di ottenere qualcosa. Dopo la somministrazione di Agaricus 6 LM, una dose giornaliera, ritorna serena e giocosa, non rimane in braccio alla Proprietaria. Non ha ancora cambiato il pelo nella metà inferiore del corpo e si gratta solo sotto il collo. Migliora accarezzandola con una mano bagnata con acqua fresca. TERAPIA: Agaricus 7 LM: una dose giornaliera.

Berta ha passato una bellissima estate, felice e senza problemi, nemmeno alle orecchie. Le orecchie erano arrossate a causa della sua volontaria esposizione al sole, ma erano sane. Ogni tanto si gratta sotto il mento. Molto giocherellona, non mangia più la carne cruda e non mangia più voracemente. Saltuariamente raccoglie cibo e si trasferisce sul lavandino della cucina per mangiarselo da sola. Non ruba più le verdure. Ama mangiare soprattutto la notte, e raramente richiede ancora la compagnia della Proprietaria: ama essere accarezzata ai primi bocconi.

Aspetto molto più giovanile della sua età. Pelo lucido. A tutt'oggi i risultati ottenuti vengono mantenuti. Continua ad assumere il rimedio alla diluizione cinquanta millesimale.

 

 

CASO CLINICO N.2

Segnalamento: Nome: LAPO. Specie: Gatto. Razza: Europeo. Sesso: MC. Nato: 20\07\2006. Peso: Kg 3. Problema: Linfoma mediastinico, Felv positivo.

ANAMNESI - Nato in un capannone artigianale poi lasciato in gattile fino all'età di sei mesi quando viene adottato dagli attuali Proprietari.Vive in appartamento e non esce mai.

 

8 FEBBRAIO 2007: Test Fiv-Felv: Positivo alla Felv.

 

16 GIUGNO 2008: si sposa la sorella della Proprietaria e arrivano a casa sua circa 30 persone a lui estranee: la sorella ha messo il suo abito da sposa nella camera della P. che è quella del gatto, e a lui non gli è stato permesso l'accesso ed è stato sfrattato nell'altra stanza. Fine Giugno: inizia a dimagrire rapidamente in un paio di settimane circa Kg 2.9 Luglio: si lascia accarezzare mentre di solito non lo accetta. Grave dispnea: respira a bocca aperta. Ricovero in Clinica con esecuzione di una visita, di esame radiografico e drenaggio del versamento pleurico, esame citologico del liquido pleurico. Diagnosi: linfoma mediastinico.

 

10 LUGLIO 2008 - Prima visita. Età: 1 anno e 11 mesi.

I proprietari sono funzionali a lui e non il contrario. E' molto dominante sull'ambiente. Gioca, morsica, tormenta i famigliari quando ha fame e arriva a graffiare se non ottiene quello che vuole. Non lascia cambiare le lenzuola alla mamma della Proprietaria, ci si sdraia sopra. Quando lei vuole cambiarle deve chiudersi nella stanza. Paura quando lasciato solo: segue chiunque, quando la Proprietaria rientra a casa e la graffia o morsica se lei non gli da' subito da mangiare se lui glielo richiede. In casa dorme ovunque. E' un gatto molto curioso, partecipa molto alla vita di casa.

Ha capito che l'anello debole è la mamma, richiede alla madre un sacco di cose, se non le ottiene la graffia. Ha comunque la tendenza a imporre le cose anche agli altri, ma la mamma della Proprietaria è quella che cede di più. Gli piace osservare l'acqua dello scarico che scende, vuole bere l'acqua del bidet e gioca anche con l'acqua, col tappo etc. Gelosia furiosa quando gli hanno portato a casa un altro gatto e lui l'ha aggredito subito. Sete: direttamente dal bicchiere e dal rubinetto aperto. Appetito robusto: scatolette commerciali al pesce e secco sempre a base di pesce. Ama: Insalata, gelato, sottilette, pesce. Dorme al centro del letto della mamma della P., o sul letto della P. allungato in tuta la sua lunghezza. Cerca il caldo: si sdraia vicino al calorifero o sul pavimento caldo. TERAPIA: Agaricus 1LM: una dose giornaliera.

Dopo 7 giorni - Sta veramente meglio, si è ripreso, è vitale, mangia, miagola, non è aggressivo e non ha più assunto cortisone.

Dopo 10 giorni - Ricaduta: viene ricoverato in Clinica per svuotare le pleure. Agaricus 2 LM: una dose giornaliera. Dopo 13 giorni - Come resuscitato: respira bene, stamattina ha mangiato. Movimento inspiratorio molto accentuato. Stamattina mangia con appetito: non succedeva da 3-4 giorni. Si scopre quando coperto e si siede dove ci sono correnti d'aria. Esame Radiografico: epatizzazione del lobo inferiore del polmone sinistro. Agaricus 3LM: una dose giornaliera.

Dopo 28 giorni - Grave dispnea. Ricoverato in Clinica: gravi metastasi. Decesso.

 

 

CASO CLINICO N. 3

Segnalamento: Nome: WOLFGANG. Specie: Cane. Razza: Meticcio. Sesso: M. Nato: 18\06\1995. Peso: Kg 9.

Problema: comportamentale, collasso tracheale, manifestazioni epilettiformi. ANAMNESI - 31 Luglio 2007: Importanti episodi di tosse. Terapia: antibiotica e anti infiammatoria non risolve la sintomatologia. 15 Agosto 2007: La tosse migliora con la terapia cortisonica.

 

28 AGOSTO 2007 - Prima visita. Età: 12 anni e 2 mesi.

Problema: Collasso tracheale, tosse frequente, cardiomegalia, epatomegalia. Insolente e spavaldo: il moschettiere. Importante avversione a essere toccato durante la visita: ringhia e minaccia di aggredire. Molto esuberante anche con gli estranei ma deve essere lui a decidere quando e se accettare di essere accarezzato altrimenti ringhia con ferocia. Non sopporta i bambini, ma ama stare in mezzo a tanta gente. Salta in braccio ai Proprietari anche quando rientrano da una breve uscita, ma probabilmente è un mezzo per essere al centro dell'attenzione. Quando non sta bene si fa capire e cerca di attirare l'attenzione della Proprietaria: li avvicina e piange. Paura dei temporali: lo "sente" arrivare: bisogna farlo giocare per aiutarlo a tranquillizzarsi.

 

TEMI - Ipersensoriale: piange e si lamenta con un guaito fortissima quando ha dolore. Tosse acuta e rumorosa. Non vuole essere toccato. Onnipotenza o Dominio:

Aggressività esibita: va in giro indipendente annusando per l'Ambulatorio ma è molto "bombastic": come se volesse mettersi in mostra a tutti i costi, non mostrando sicurezza ma solo "sicumera" da insolente spavaldo. Il messaggio che lancia mi sembra evidente: guardatemi come sono potente e mi faccio temere anche se sono solo un piccoletto di Kg 9. Egocentrico Sembra che ogni sua mossa sia un'esibizione che agli altri non deve sfuggire. Sensibilissimo alle femmine in calore nonostante l'età: quando ne vede una, guaisce ad alta voce e scappa di casa. Ritornerà soltanto quando a cose fatte e quando lo riterrà opportuno. Tosse legata alle vie più basse accompagnata da starnuti. Non sembra soffrire il freddo: ama tuffarsi nella neve che poi mangia.

Esame Radiografico: Collasso tracheale, cardiomegalia, inginocchiamento cardiaco, epatomegalia. TERAPIA: Agaricus 1 LM: una dose giornaliera.

 

31 AGOSTO 2007 - 3 giorni dopo: molto tonico e vivace esprime un evidente miglioramento : presenta solo 1- 2 eccessi di tosse al giorno.

 

24 OTTOBRE 2007 - 2 mesi dopo: sta benissimo ed è sensibilissimo a tutte le cagnoline in calore nelle vicinanze di casa. Manifesta ancora una volta sola il sintomo: NOSE - SNEEZING - cough - after AGAR.k Arg-n.k,mtf33 bad.a1,k Bell.b4a.de,k bry.a1,k caps.fkm1,k Carb-v.k,mtf33 hep.k lyc.k nit-ac.a1 oena.br1 psor.k rhus-t.hr1 Rumx.lp seneg.c2,k Squil.k stict.c1 sulph.h2,kl TERAPIA: Agaricus 2 LM: una dose giornaliera.

 

15 AGOSTO 2008 - 1 anno dopo Manifestazioni epilettiformi: tossisce, poi irrigidisce gli arti anteriori e posteriori, successivamente si rialza e si guarda intorno come se fosse in un ambiente nuovo: 4 crisi in 14 giorni. Risponde bene alla somministrazione giornaliera di Agaricus 2 LM poi il Rimedio viene sospeso.

 

6 SETTEMBRE 2008 - 13 mesi dopo Sta molto bene: ha pienamente recuperato. Si rialza di scatto e va in giro per l'Ambulatorio annusando con la solita baldanza. Novità: piange la notte per farsi ricoverare nel letto del Proprietario, mentre non lo aveva mai fatto prima, da quando è stata adottata una cucciolina. Agaricus 3 LM: una dose giornaliera

 

28 FEBBRAIO 2009 - Età: 13 anni e 8 mesi. Follow-up 1 anno e 6 mesi. Si sveglia molto spesso la notte ore 3,00 o 5,00 a.m.: scende dal letto, fa i suoi giretti, poi ritorna dalla P. e la sveglia per farsi aiutare a salire sul letto e poi si addormenta. Tosse: secca e stizzosa, sputa una schiumetta bianca da circa una settimana.Agaricus 4 LM: tre dosi settimanali.

 

9 APRILE 2010 - Età: 14 anni e 9 mesi. Follow-up 2 anni e 8 mesi. Guarigione completa della sintomatologia respiratoria. Sta talmente bene che scappa di casa a causa delle cagnoline in calore. Finge di zoppicare per colpevolizzare i Proprietari quando non lo lasciano uscire. Agaricus 5 LM: tre dosi settimanali.

 

7 MAGGIO 2010 - La tosse è lieve, ma la notte si lecca spesso le labbra e la mano sinistra. Irritabile e mordace perché la Proprietaria non gli permette di andare a spasso a causa della presenza di cagnoline in calore. In Ambulatorio: inizialmente disponibile poi non si lascia auscultare. Morde la mano della Proprietaria che lo vorrebbe tenere fermo. Agaricus 7 LM: una dose a giorni alterni.

 

29 LUGLIO 2010 - Sta benissimo. particolarmente attento alle cagnoline in calore. Agaricus 8 LM: una dose a giorni alterni.

 

16 SETTEMBRE 2010 - Età: 15 anni e 3 mesi. Follow-up: 3 anni e 1 mese. Sta benissimo: sempre pimpante e sulla cresta. Inizia a calare l'udito. Scappa ancora per inseguire le femmine. Novità: urina più del solito. Defeca subito dopo mangiato, al massimo dopo 10 minuti. Agaricus 9 LM: 3 dosi settimanali.

 

 

CASO CLINICO N. 4

Segnalamento: Nome: REAL. Specie: Cane. Razza: Pastore Tedesco. Sesso: M. Nato il: 01\04\1997. Peso: Kg 43. Problema: gravissima atassia locomotoria, sofferenza vertebrale T13-L1, probabile ernia del disco T13-L1, displasia dell'anca.

 

ANAMNESI - Vive con un altro Pastore Tedesco in una Azienda del bresciano. Di giorno sono tenuti in un piccolo serraglio e la sera vengono lasciati liberi a fare la guardia. Improvvisamente una mattina lo trovano affetto da grave atassia locomotoria : non riesce a camminare né a mantenere la stazione quadrupedale.

 

21 OTTOBRE 2003 - Prima visita - Età: 6 anni e 6 mesi.

Analgesia dei polpastrelli dei piedi alla punzione con un ago rosa: 18 G. Andatura: Estrema difficoltà a rialzarsi e a camminare. Incrocia gli arti posteriori camminando. Esame Radiografico: Sofferenza del disco intervertebrale L1-T13. Displasia anca. TERAPIA: Ore 17,30 : Agaricus 10.000 K. Ore 20,00: Agaricus 10.000 K.

Dopo 1 giorno - Trascina ancora il piede destro quando cammina, ma riesce ad alzarsi e a mantenere la stazione quadrupedale. Ore 09,30: Agaricus 10.000 K. Ore 12,00: Agaricus 10.000 K. Ore 19,00: Agaricus 50.000 K.

Dopo 2 giorni - Andatura: sempre evidente l'atassia locomotoria ma evidente miglioramento della coordinazione dei movimenti del treno posteriore nei primi passi. Miglioramento della sensibilità dolorifica: retrae alla punzione del piede. Novità: non tollera di essere portato al guinzaglio. Agaricus 50.000 K.

Dopo 4 giorni - Andatura: Importante miglioramento della coordinazione e della potenza degli arti posteriori quando si rialza e nei movimenti di breve raggio. Dolore alla pressione delle vertebre: toraciche e soprattutto lombari. Arto posteriore sinistro: debole in tutta la sua lunghezza.Arto posteriore destro: debole dalla caviglia in giù. Il paziente allunga spesso gli arti posteriori e sembra trarne un giovamento. Visita Neurologica: l'atassia locomotoria è determinata da un'alterazione midollare localizzata nel tratto lombare. Ore 11,40: Agaricus 50.000K. Ore 19,00: Agaricus 50.000K.

Dopo 5 giorni - Andatura: Il miglioramento della coordinazione e della potenza del treno posteriore si stabilizza. Dopo 1 settimana - Andatura: Ulteriore miglioramento della deambulazione: salta a canguro al cambio di velocità ma ormai ha recuperato coordinazione e potenza del treno posteriore.

Residua una debolezza alle caviglie sia in movimento che in stazione. Agaricus 50.000 K.

Dopo 10 giorni - Ulteriore miglioramento della deambulazione: coordinato e potente anche sul pavimento scivoloso di marmo. Agaricus 50.000 K.

Dopo 11 giorni - Ormai cammina quasi normalmente. Agaricus 50.000 K Dopo 2 settimane - Il cane finalmente è ritornato stabilmente in compagnia del fratello e ne è felicissimo: non sta più nella pelle e ce lo dimostra. Andatura: scivola sull'asfalto bagnato soltanto a causa dell'agitazione : ormai il recupero è pieno e completo.

 

 

CASO CLINICO N. 5

Segnalamento: Nome: GIGIO. Specie: Coniglio. Razza: Nano. Sesso: M. Nato il: 06\12\2003. Peso: Kg 1. Problema: incontinenza urinaria.

9 GIUGNO 2004 - Prima visita. Età: 6 mesi. È un coniglio nano maschio nato nel Dicembre 2003 che dal Maggio 2004, a circa cinque mesi d'età, più volte nella giornata, quando si agita presenta episodi di enuresi involontaria. Secondo la Proprietaria ha una atteggiamento caratterizzato da due aspetti: Allegro, estroverso e socievole: quando rientro in casa la sera si apposta dietro la porta della stanza dove c'è la sua gabbia è impaziente di vedermi: appena apro la porta mi corre incontro festoso, esuberante al punto di impedirmi di camminare. Diventa brusco se la sera ritardo nel dargli da mangiare, si spazientisce e manifesta il suo disappunto sollevando la sua ciotola con la bocca e lasciandola rumorosamente cadere nella gabbia o scaraventandola fuori da questa. E' talmente irruente che quando gli riposiziono la ciotola piena nella gabbia devo usare le due mani: con una devo tenere fermo Gigio e con l'altra la ciotola, altrimenti mi rovescia tutto con le zampette anteriori. Quando lo libero per la casa si dirige deciso verso il tappeto e comincia a rotolarsi sulla schiena e a saltellare freneticamente. E' invadente e prepotente: emette dei versi come per sgridare la Proprietaria se non gli riempie subito la ciotola vuota dell'acqua da bere. Quando i Proprietari sono sul divano a vedere la TV continua a saltare sul braccio di Lei anche se non vuole, mentre ubbidisce subito al marito quando lo riprende. Quando a casa sua è stata ospitata per un certo periodo la gatta dei suoceri (10 volte più grande di lui) la comandava con autorità! TERAPIA: Agaricus 10.000K

Si evidenzia un miglioramento che prosegue nei giorni successivi, gli episodi di incontinenza urinaria diminuiscono, ma non il risultato non è completamente soddisfacente.

Dopo 2 settimane - L'incontinenza si ripresenta ogni tanto. Agaricus 10.000K.

Dopo 9 settimane - Si ripresentano saltuari episodi di incontinenza urinaria. Agaricus 50.000 K.

10 OTTOBRE 2004 - La guarigione degli episodi di minzione involontaria è ora assoluta, ma il comportamento è rimasto quello di sempre.

 

 

RISULTATI E CONCLUSIONI

Nel primo caso Agaricus ha risolto non solo i problemi fisici e anche quelli relativi al comportamento; il caso ha un buon follow up ed è indicativo di quanto questo rimedio possa essere egoista pretenzioso ed egocentrico se gli viene permesso.

Nel secondo caso, Lapo sopravvive solo 20 giorni all'inizio della terapia. Il risultato è rilevante rispetto agli eventi patologici, senza la terapia omeopatica sarebbe sicuramente deceduto in condizioni di sofferenza ben più gravi e non avrebbe certo goduto degli ultimi momenti di benessere. Un caso di palliazione a breve termine non è certo emblematico degli aspetti peculiari del rimedio; tuttavia la repertorizzazione è stata fatta considerando non solo gli aspetti della patologia, ma anche caratteristiche del soggetto che perduravano da tutta una vita.

 

Nel terzo, un caso in cui Agaricus ha coperto svariate patologie ed anche indesiderabili aspetti del carattere, è evidente il passaggio da una fase assolutamente scompensata ad una di compensazione dove le patologie sono assolutamente sotto controllo e "l'originalità" è contenuta a livelli accettabili. Caso acuto, il quarto, in cui il risultato è stato eccellente e la patologia non si è mai più ripetuta, il recupero è stato pieno e completo, a distanza di anni quando viene vaccinato si è constatata un ottima salute del soggetto. Se, nel tempo, si manifestassero altre patologie, sicuramente Agaricus verrà considerato nella valutazione di una nuova terapia. Nell'ultimo caso l'accurata osservazione del modo di porsi di Gigio nella vita di relazione evidenzia aspetti tipici del rimedio; l'incontinenza urinaria, a oggi, non si è più presentata, la validità del rimedio è quindi confermata anche in un roditore.

 

A questo punto possiamo concludere che Agaricus è una tipologia facilmente riconoscibile quando se ne ha chiare le caratteristiche. Come abbiamo visto si tratta soggetti che vogliono dare di sé un'immagine grandiosa, ma che si ridimensionano immediatamente a quello che in realtà sono quando sono affrontati direttamente. Basta inginocchiarsi per mettersi alla loro altezza e poterli guardarli direttamente negli occhi per rendersi immediatamente conto della povertà e dell'inconsistenza di questa immagine. A causa dell'apparente comunicativa possono essere facilmente confusi con un soggetto Phosphorico, ma negli Agaricus prevale questa pretesa di grandiosità che spesso si accompagna ad una aggressività esibita che, si realizza esclusivamente quando è l'interlocutore a permetterglielo, subendoli senza reagire.

 

APPLICAZIONI CLINICHE IN MEDICINA VETERINARIA

Gola: difficoltà di deglutizione. Collo: collasso tracheale.

Occhi: nistagmo.

Tosse: il colpo di tosse finisce con uno starnuto. (Keynote)

Schiena: lombalgie che inibiscono le possibilità di movimento. Ernie del disco. Estremità: atassia locomotoria che si compensa spesso con la rigidità degli arti posteriori. Dislocazione ricorrente della rotula. Sviluppo rallentato o bloccato dell'apparato scheletrico.

Vescica: minzione involontaria o difficile. Sonno: insonnia per cui vive in uno stato semi-comatoso.

Pelle: prurito fino a sanguinare.

 

Bibliografia

Clarke J. H. Dizionario di farmacologia omeopatica clinica, Ipsa Editore, 1994, Palermo.

Del Francia F. Veterinaria Omeopatica e psicopatologia del cavallo, La CasaVerde, Ottobre 1990, San Martino di Buon Albergo (VR) per conto di Demetra s.r.l.

Mangialavori M. Praxis: un nuovo metodo in Medicina Omeopatica: la ricerca della coerenza nella manifestazione dei fenomeni clinici, Matrix Editrice, Aprile 2004, Roma.

Petrucci R. Pediatria: temi e concetti in Medicina Omeopatica, Asterias, Gennaio 2007, Milano.

Shankaran R. L'anima dei Rimedi, Salus Infirmorum, 2000, Padova.

Schroyens F. Synthesis 9.1, Homeopathic Books Publishers, London, 2004.

Vithoulkas G. Materia Medica Viva, Belladonna, 2003.



Hai un account google? clicca su:


Prodotto Consigliato
Curare il Gatto con l'Omeopatia  Hans Gunter Wolff   Edagricole

Curare il Gatto con l'Omeopatia

Hans Gunter Wolff

Realizzato da un medico veterinario, ora scomparso, da anni considerato una vera autorità internazionale nel campo della omeopatia veterinaria, il volume è incentrato sulle patologie del gatto e si rivolge a tutti i veterinari consapevoli del fatto che l'omeopatia può colmare numerose lacune nel loro operare terapeutico. Il manuale aiuta così a leggere i segnali di patologie in atto, fornisce tutte le… Continua »
Pagine: 118, Tipologia: Libro cartaceo, Editore: Edagricole
14,98 €
 




Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione