Alimentazione

Acqua: l'ingrediente fondamentale per un'estate in salute


CATEGORIE: Alimentazione , Salute

bere-acqua
Acqua: l'ingrediente fondamentale per un'estate in salute

Bere tanto e mangiare molta frutta. Dagli specialisti  dell'Osservatorio nutrizionale e sugli stili di vita Grana Padano i consigli per un'estate in salute: dieta idratante per tutti e in particolare per i bambini, gli anziani, le donne in gravidanza e le neomamme che stanno allattando.

“Il nostro organismo necessita di circa 3 litri di acqua al giorno - spiega Michela Barichella, responsabile della Struttura di dietetica e nutrizione clinica degli Istituti clinici di perfezionamento (Icp) di Milano - Un litro e mezzo viene introdotto con gli alimenti e un litro e mezzo bevendo acqua. Il che vuol dire che se la quantità giornaliera di bicchieri d'acqua necessaria varia da 6 a 8, d'estate i bicchieri dovrebbero aumentare fino a 8-10”.

“Per quanto riguarda gli alimenti - continua Barichella - gli italiani introducono mediamente attraverso il cibo circa 1.200 millilitri di acqua al giorno, ma d'estate questa quantità dovrebbe aumentare: bisognerebbe arrivare almeno a 1.600-1.700 ml quotidiani”.

I cibi consigliati sono dunque la frutta (in particolare anguria e melone,) la verdura (soprattutto cotta), il latte, i succhi di frutta, lo yogurt, i sorbetti e i gelati. Si tratta di alimenti che gli italiani, almeno in media, consumano a sufficienza.

“Avere un'idratazione adeguata - sottolinea Barichella - oltre a garantirci uno stato di benessere generale e a favorire l'eliminazione delle tossine, evita tutti i problemi che la disidratazione comporta: da problemi semplici, ma fastidiosi come la stipsi, a problemi più importanti come lo stato confusionale che può comparire più facilmente nei periodi caldi e nelle persone anziane”.

Gli esperti ricordano le ragioni per cui è fondamentale compensare la perdita di liquidi. “È  necessario idratarsi con più frequenza quando si registra un aumento della sudorazione  per esempio quando si ha la febbre o ci si trova in luoghi particolarmente caldi, o anche in caso di perdite idriche dovute a diarrea o vomito”. Inoltre “occorre reintegrare i liquidi durante e dopo l'attività fisica, perché il corpo, per prevenire un innalzamento eccessivo della temperatura, attiva la sudorazione che com'è noto favorisce la disidratazione”.

“L'acqua - sottolineano gli specialisti - è un alleato importante, in modo particolare per chi fa attività fisica regolare: essendo la massa muscolare costituita al 75% da acqua, questa ne favorisce lo sviluppo”.

“L'acqua preserva la corretta lubrificazione delle articolazioni del corpo”. "Occorre fare particolarmente attenzione a mantenersi idratati quando si va in montagna. In alta quota (oltre i 2.500 metri), infatti, si tende a urinare di più e la frequenza respiratoria aumenta, con conseguente incremento delle perdite di acqua da parte del corpo. Idratarsi è necessario in ogni situazione: semplicemente respirando, infatti, si perdono di norma tra i 250 e 350 millilitri di acqua al giorno”.

L'acqua inoltre “non ha effetti positivi solo su salute e benessere dell'organismo, ma presenta anche un effetto 'estetico': conferisce forma e rigidità ai tessuti. Un'adeguata idratazione ha anche la funzione di mantenere umide le superfici di naso, occhi e orecchie”. “
Il fabbisogno di acqua aumenta durante gravidanza e allattamento. Le donne incinte dovrebbero bere almeno 2 litri di acqua al giorno e quelle che allattano almeno 3 litri, necessari alla produzione di latte”.

Da uno studio condotto dall'Osservatorio nutrizionale su dati relativi a 7.500 persone emerge che gli italiani introducono attraverso il cibo circa 1.200 millilitri di acqua al giorno, nel periodo primaverile più che in inverno (1.266 ml contro 981). A incamerarne di più sono gli uomini, a dispetto del luogo comune che descrive le donne come più sagge a tavola. Secondo gli esperti, invece, le persone anziane tendono a bere poco e, in particolare nei periodi caldi, sono soggetti a malori dovuti proprio alla scarsa idratazione. I passati e le creme di verdura sono pertanto alleati preziosi per chi è avanti con gli anni e magari fatica a masticare.

Per la merenda dei bambini, che non sempre bevono a sufficienza, via libera a ghiaccioli e gelati, ma senza esagerare per non rischiare 'l'overdose' di zuccheri. Per mantenersi idratati in estate e salvare la linea, meglio dunque optare per spremute, frullati, centrifugati, frappé, verdura, latte, yogurt e, naturalmente, acqua.










Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione InformaSalus.it

Il tè difende il cervello dal declino 16 SET 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Cinque morti al minuto per errori terapeutici 16 SET 2019 DENUNCIA SANITARIA
L'obesità aumenta di 6 volte il rischio di diabete 16 SET 2019 MEDICINA PREVENTIVA
L'Europa sottovaluta la tossicità dei pesticidi 13 SET 2019 DENUNCIA SANITARIA
Le merendine per bambini sono bombe caloriche 13 SET 2019 ALIMENTAZIONE
Aumenta la mortalità per infezioni nei pazienti cardiopatici 10 SET 2019 DENUNCIA SANITARIA
Il menu vegetariano diventa obbligatorio nelle scuole francesi 10 SET 2019 ALIMENTAZIONE
Under 75: in Europa evitabili due decessi su tre 9 SET 2019 MEDICINA PREVENTIVA
Pfas: ecco le principali fonti di esposizione 9 SET 2019 DENUNCIA SANITARIA
In Toscana uno dei super-batteri più resistenti agli antibiotici 6 SET 2019 DENUNCIA SANITARIA
Sigarette elettroniche: scoperta la sostanza che può uccidere 6 SET 2019 DENUNCIA SANITARIA
Un altro duro colpo per la Bayer: la Germania vieterà il glifosato 6 SET 2019 DENUNCIA SANITARIA
Nei Paesi ricchi il cancro uccide più delle malattie cardiovascolari 4 SET 2019 SALUTE
Paracetamolo: casi di avvelenamento aumentati del 44% in dieci anni 4 SET 2019 DENUNCIA SANITARIA
Per salvare noi ed il Pianeta dobbiamo cambiare dieta 2 SET 2019 ALIMENTAZIONE
Sindrome da rientro? Ecco come affrontarla 30 AGO 2019 ALIMENTAZIONE
L'NHMRC australiana costretta a pubblicare il primo report sepolto sull'Omeopatia 30 AGO 2019 OMEOPATIA
Contaminato da pesticidi il bacino del Po che rifornisce 20 milioni di persone 28 AGO 2019 DENUNCIA SANITARIA
Il 50% degli antibiotici è destinato agli allevamenti animali 28 AGO 2019 DENUNCIA SANITARIA
Abuso di oppiacei ed epidemia di morti: condanna storica alla Johnson & Johnson (ed è solo l'inizio) 28 AGO 2019 DENUNCIA SANITARIA
Donazione degli organi: via libera all'applicazione del silenzio-assenso 27 AGO 2019 SALUTE
Quali sono i rischi legati alle sigarette elettroniche? 27 AGO 2019 DENUNCIA SANITARIA
Troppi zuccheri negli alimenti per bambini sotto i sei mesi 2 AGO 2019 ALIMENTAZIONE
Pesticidi: “Il nuovo piano di azione non è ambizioso” 2 AGO 2019 DENUNCIA SANITARIA
Muore bimbo di tre anni: l'ospedale lo aveva dimesso 2 AGO 2019 DENUNCIA SANITARIA
Alimentazione: molti ospedali ignorano le linee guida contro il cancro 31 LUG 2019 ALIMENTAZIONE
Epatiti: il Ministero della Salute scagiona gli integratori di curcuma 31 LUG 2019 SALUTE
Protesi al seno: ritiro mondiale per rischio tumori 29 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA
5 ottobre. La gemmoterapia in fitosociologia e nella pratica clinica (Roma) 29 LUG 2019 CONVEGNI
Oms: “Le sigarette elettroniche sono indubbiamente dannose” 29 LUG 2019 DENUNCIA SANITARIA

Tutti gli articoli di Redazione InformaSalus.it







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione