Salute

Dieci medici, 7 diagnosi diverse: scompare "arte" della visita

Fonte: Ansa


CATEGORIE: Salute

Avere un dolore a un ginocchio, andare da dieci medici e ricevere almeno sette diagnosi diverse: se questo accade sempre più spesso la colpa è di una distanza crescente fra quanto i medici leggono sulla letteratura scientifica, sempre più abbondante, e la "vecchia" pratica medica basata sul rapporto diretto con il paziente. L'invito a invertire la rotta arriva da uno studio italiano pubblicato sulla rivista internazionale Internal Medicine Journal. "E' necessario dedicare una maggiore attenzione ai pazienti, che non devono avere sensazione che il loro problema venga sottovalutato", rileva l'autore dello studio, Aldo Mariotto, direttore del distretto socio-sanitario di Adria e docente della Greenwich School of Management di Londra.

Le novità della letteratura scientifica sono alla base della cosiddetta "Medicina basata sull'evidenza", vale a dire che studi e ricerche pubblicati e presentati nei congressi diventano il riferimento principale per orientare diagnosi e terapie. Eppure qualcosa non va come dovrebbe, osserva Mariotto. Per esempio, "se misuriamo la qualità dell'assistenza, in tantissimi settori - osserva - non si riesce a mettere in pratica ciò che dice la letteratura scientifica". Una delle conseguenze più gravi è l'inappropriatezza, ossia la prescrizione di diagnosi e cure anche se non opportune. Un esame delicato come la colonscopia, per fare soltanto un esempio, nel mondo viene eseguito 3 volte su 10 anche se non indicato. Se questo succede è perché mancano, secondo lo studio, strumenti di selezione che permettano ai medici di orientarsi nella miriade di articoli scientifici, individuando i più affidabili. Questo è più che mai importante, considerando che. come si è dimostrato, su 100 novità pubblicate, dopo 20 anni soltanto una entra a far parte della pratica clinica. "Rispetto all'enormità delle innovazioni scientifiche - osserva Mariotto - dobbiamo darci degli strumenti in grado di selezionare le innovazioni. Anche quando si utilizzano gli strumenti tecnologici e informatici più innovativi al letto del paziente, non bisogna dimenticare lo spirito critico né la vecchia arte medica basata sulle conoscenze di fisiopatologia e sull'esperienza personale del medico". L'invito rivolto ai medici è quindi ad allontanarsi un po' da una "medicina iperspecializzata e parcellizzata" per "coniugare arte e medicina utilizzando sempre di più la buona ricerca".

La medicina, insomma, "non è una scienza esatta, ma una combinazione di arte e scienza", dice ancora il ricercatore. Introdotta nel 1992 da un articolo pubblicato sulla rivista dell'associazione dei medici americani, Jama, la medicina basata sull'evidenza è diventata una star ed ha diviso il mondo medico fra sostenitori entusiasti e scettici. La stessa riforma Bindi del Servizio Sanitario Nazionale, nel 1999, precisava che dovessero essere erogati solo servizi di provata efficacia.



Hai un account google? clicca su:





Commenta l'articolo Commenta l'articolo Commenti (0)  |  Condividi su Twitter Condividi su Facebook Stampa  Vota l'articolo
  x x x x x  | Votazioni (0)

Articoli di Redazione

Moige: "coercitivo e discriminante l'obbligo di vaccinazione in Emilia Romagna" 25 NOV 2016 VACCINAZIONI
Codacons: mobilitazione per ottenere solo i 4 vaccini obbligatori 25 NOV 2016 VACCINAZIONI
Codacons: "incostituzionale l'obbligo di vaccinazione in Emilia Romagna" 23 NOV 2016 VACCINAZIONI
Resistenza agli antibiotici, cosa sta facendo il Governo? 22 NOV 2016 DENUNCIA SANITARIA
Veneto, PFAS e altri PFC mettono a rischio la salute 16 NOV 2016 DENUNCIA SANITARIA
Bimbo rimase sordo dopo un vaccino inefficace. Maxi risarcimento alla famiglia 27 OTT 2016 VACCINAZIONI
Vaccini: codacons avvia class action per famiglie che segnalano danni da vaccino 25 OTT 2016 VACCINAZIONI
Seminario “La relazione di aiuto – Nuove frontiere in Floriterapia” 12 OTT 2016 CONVEGNI
Vaccini, "censura inaccettabile": Codacons denuncia il Senato 3 OTT 2016 VACCINAZIONI
Conflitti di interesse in oncologia: ecco i numeri 12 SET 2016 DENUNCIA SANITARIA
Terremoto: anche l'omeopatia in aiuto alle persone colpite 31 AGO 2016 OMEOPATIA
Rimedi omeopatici per il mal di pancia nei bambini 3 AGO 2016 OMEOPATIA
Il test anticorpale: la scelta alternativa alle vaccinazioni per gli animali 28 LUG 2016 ANIMALI
Elogio dell'Omeopatia 16 MAG 2016 OMEOPATIA
Omeopatia: "maggiore attenzione da parte delle istituzioni" 13 APR 2016 OMEOPATIA
Rimedi omeopatici per i dolori causati dal cancro 1 MAR 2016 OMEOPATIA
Pesticidi: associazioni chiedono la messa la bando del glifosato 29 FEB 2016 DENUNCIA SANITARIA
Medicina omeopatica: confermato il significativo ruolo sociale nella Salute Pubblica 25 FEB 2016 OMEOPATIA
Abbigliamento outdoor: “troppe sostanze chimiche” 25 GEN 2016 DENUNCIA SANITARIA
Assis: non partecipiamo alla battaglia dei vaccini, preferiamo ragionare 13 GEN 2016 VACCINAZIONI
Omeopatia per la cura del cancro 11 GEN 2016 OMEOPATIA
Cemon: "Da Unda campagna denigratoria contro di noi" 14 DIC 2015 OMEOPATIA
I veleni dell'Ilva 2 NOV 2015 DENUNCIA SANITARIA
Recanati: "bambina di sei anni sviene dopo il vaccino" 29 OTT 2015 VACCINAZIONI
Psicofarmaco per bambini inefficace e pericoloso: “la GlaxoSmithKline ha alterato i dati” 28 OTT 2015 INFANZIA
“Vaccinazioni rischiose, l’ho provato con mio figlio” 23 OTT 2015 VACCINAZIONI
California: vaccini contenenti mercurio a bambini e donne in gravidanza? 12 OTT 2015 VACCINAZIONI
Lettera di una mamma con figlio – presunto – autistico 10 SET 2015 AUTISMO
Adulti iperattivi: “una nuova operazione di marketing farmaceutico” 19 GIU 2015 DENUNCIA SANITARIA
Vaccini, Antitrust avvia un’indagine conoscitiva. 'Prezzi sono in aumento' 27 MAG 2015 VACCINAZIONI

Tutti gli articoli di Redazione







Disclaimer

Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione